1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Salve avrei un quesito da porvi

    Madre e figlia abitano in un appartamento di cui ciascuna é proprietarie al 50 per cento.

    Nel 2010 la figlia vuole frequentare l'università di Berlino e trasferisce là la resisdenza iscrivendosi all'Aire (Anagrafe degli Italiani residenti all'estero).

    La madre compila adesso il suo 730 indicando la sua metà dell'immobile con codice utilizzo 1.

    La figlia invece nel suo 730 deve indicando la sua metà con quale di questi
    codici:

    cod.1 - "Si considera abitazione principale quella in cui il contribuente o
    i suoi familiati ( coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il
    secondo grado ) dimorano abitualmente." inoltre "la deduzione spetta anche
    quando la casa è dimora principale soltanto dei familiari del contribuente,
    che lì risiedono"

    cod.10 - "abitazione o pertinenza in uso gratuito a un proprio familiare a
    condizione che vi dimori abitualmente e ciò risulti dall'iscrizione
    anagrafica, oppure in comproprietà utilizzate come abitazione principale di
    uno o più comproprietari diversi dal dichiarante" - in questo caso però non
    viene conteggiata la deduzione

    cod. 12 - "immobile tenuto a disposizione in Italia da contribuenti che
    dimorano temporaneamente all'estero o se l'immobile è già utilizzato come
    abitazione principale ( o pertinenza di abitazione principale ) nonostante
    il trasferimento temporaneo in altro comine" - anche in questo caso non
    viene conteggiata la deduzione

    Voi come fareste...
     
  2. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Deve indicare codice 1.
     
  3. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio per la risposta che mi rassicura per quanto riguarda le detrazioni...

    Il dubbio mi è venuto per via del nuovo codice 10, che nella descrizione rispecchia la situazione, ma di fatto tradisce lo 'spirito' dell'abitazione concessa in uso gratuito ai parenti...
     
  4. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In realtà il codice 10 nella sua accezione era in precedenza assorbito dal codice 9 e non rispecchia la situazione. Infatti con il codice 10 si identifica la situazione del contribuente che possiede un immobile adibito a sua abitazione principale (codice 1) e che possiede altro immobile (identificato appunto con codice 10) dato in uso gratuito ad un familiare.
     
  5. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie, esauriente spiegazione...
     
  6. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Vorrei però sottolineare il fatto che la figlia è ora residente all'estero e le istruzioni per la dichiarazione dei redditi per i non residenti in Italia recitano:

    <Un contribuente non residente, proprietario di un immobile ad uso abitativo in Italia, non
    può usufruire della deduzione IRPEF prevista per l’abitazione principale, in quanto questa è
    concessa solo se l’unità immobiliare è effettivamente adibita ad abitazione principale ed il
    contribuente vi dimora abitualmente>

    in evidente contrasto con quanto riportato nelle istruzioni generali:

    <Si considera abitazione principale quella in cui il contribuente o i suoi familiati ( coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado ) dimorano abitualmente.> inoltre <la deduzione spetta anche quando la casa è dimora principale soltanto dei familiari del contribuente che lì risiedono>

    Questo mi lascia perplesso: possibile che la figlia se si trasferisce a Bologna, non deve pagare...
    mentre se si trasferisce a Berlino...deve pagare le tasse sulla casa lasciata alla madre...

    Ma è proprio così ?
     
  7. AntonioPa

    AntonioPa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusa, ma devo rettificare. In effetti fermo restando che in generale vale quanto ti ho scritto in precedenza, per i non residenti in Italia vale quanto indicato nelle istruzioni all'Unico:

    "Il fabbricato che il non residente possiede in Italia non può essere considerato come abitazione principale. Si considera infatti abitazione principale quella nella quale il contribuente dimora abitualmente. Al non residente non spetta quindi la deduzione dal reddito complessivo per l’abitazione principale. Conseguentemente nella colonna 2 (Utilizzo) del quadro RB, non devono essere indicati i codici 1, 5 e 6."

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Ti ho risposto proprio mentre postavi il tuo messaggio. Purtroppo è così.
     
  8. vals55

    vals55 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie...a questo punto non ci sono più dubbi...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina