1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. GaspareMaura

    GaspareMaura Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Cari amici, volevo porvi un quesito circa il recesso e la locazione di un locale; mi è capitata una situazione un po' scocciante perchè sia il locatore che il conduttore sono miei parenti.
    Il conduttore mi ha chiesto di poter prendere in affitto un locale in zona diversa da quella in cui attualmente ha il suo negozio; ora siccome non ha mai mandato una raccomandata di disdetta le ho detto quanto meno di fare un accordo con il locatore altrimenti rischierebbe di dover comunque continuare a pagare, cosicchè mi ha risposto che ne ha già parlato con il locatore e non ci sono problemi.
    Ora vi chiedo:

    1- Devo precoccuparmi secondo voi di questa vicenda o come io credo sia giusto che mi occupi solo del locale che sto affittando non essendo di mia competenza risolvere beghe contrattuali di altri?
    2- Spostarsi da una zona all'altra (sicuramente piu' sviluppata in quanto piu' centrale) costituisce un motivo valido di recesso?;
    3- Cosa potrei fare per tutelare il proprietario del locale nel quale si vorrebbe spostare, nel caso in cui le parti precedentemente citate vadano in conflitto?
     
  2. Legal

    Legal Membro Junior

    Altro Professionista
    1)Dipende da eventuali clausole che ti legano alle parti.Se sei incaricato di una gestione locazione a 360 gradi, con adempimenti e oneri di legge, ci penserei bene a non formalizzare il recesso. Io insisterei nell'interesse del conduttore a formalizzare per iscritto la risoluzione consensuale del contratto.

    2)In linea di massima non è giusta causa di recesso, salvo in ogni caso il classico pagamento dei canoni previsti contrattualmente per recesso anticipato.
    Ovviamente a meno che nel corso del tempo non sia intervenuta una circostanza che ha reso la prima località palesemente meno appetibile/inidonea rispetto ad altre (causa forza maggiore ad esempio un danno stutturale dovuto a un terremoto etc).

    3)Non ho capito bene la domanda.Il nuovo locatario, una volta firmato il nuovo contratto senza riferimenti alla risoluzione del vecchio è già tutelato.Nel qual caso il conduttore, nel mezzo di un contenzioso, decidesse di tornare al vecchio immobile, il secondo locatario potrebbe esigere il pagamento dei canoni residui finchè non averrà il recesso nei modi e con gli effetti di legge(non è vietato prendere in locazione due o più immobili).

    saluti
     
    A Limpida piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina