• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Ho bisogno per cortesia di qualche parere.
Mio padre abita a Milano, ed ha un bel terrazzo all’ultimo piano; tra poco il condominio deve rifare l’isolamento e la pavimentazione .
Stanno valutando se rimettere , sopra la guaina, un pavimento in piastrelle “normale”, o metterne uno flottante.
La scelta del flottante dipende, da quanto ho capito, dal fatto che la struttura dell’immobile (anni ‘60) è rigida, e si vuole evitare quanto già successo, cioè che nel tempo a metà terrazzo lato lungo (12x4 circa) le piastrelle si sono crepate , anche se non ci sono perdite.
Il dubbio di mio padre è che, con il flottante, negli interstizi tra le piastrelle o lastre si possa accumulare lo sporco, magari crescere erbacce, e ristagnare l’acqua (nonostante la corretta pendenza).
Cosa ne pensate ?
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Le piastrelle si sono crepate perchè non sono stati fatti gli adeguati giunti di dilatazione, non per l'incollaggio

se la pendenza è fatta bene con il flottante non c'è rischio di ristagni di acqua

naturalmente se non viene pulito è probabile che con gli anni si accumuleranno polveri e foglie che faranno da substrato per la crescita di muschi e licheni e poi piante superiori, ma questo succederà anche negli angoli della pavimentazione incollata
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Ho bisogno per cortesia di qualche parere.
Mio padre abita a Milano, ed ha un bel terrazzo all’ultimo piano; tra poco il condominio deve rifare l’isolamento e la pavimentazione .
Stanno valutando se rimettere , sopra la guaina, un pavimento in piastrelle “normale”, o metterne uno flottante.
La scelta del flottante dipende, da quanto ho capito, dal fatto che la struttura dell’immobile (anni ‘60) è rigida, e si vuole evitare quanto già successo, cioè che nel tempo a metà terrazzo lato lungo (12x4 circa) le piastrelle si sono crepate , anche se non ci sono perdite.
Il dubbio di mio padre è che, con il flottante, negli interstizi tra le piastrelle o lastre si possa accumulare lo sporco, magari crescere erbacce, e ristagnare l’acqua (nonostante la corretta pendenza).
Cosa ne pensate ?
Tuttalavita flottante
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Intanto grazi sedei vostri interventi.
naturalmente se non viene pulito
E come si pulisce ? con la canna dell'acqua per spingere lo sporco verso lato esterno, dove c'è una ampia canalina di circa mezzo metro di profondità ?
Specifico che si tratta di terrazzo a livello dell'appartamento , lato lungo su soggiorno, dove rimetteranno , dopo i lavori, parecchie vasi con piante anche grandine.
se la pendenza è fatta bene con il flottante non c'è rischio di ristagni di acqua
Più o meno, quanta pendenza ( cioè quanto dislivello in cm. ) serve in circa 4/4,5 metri di profondità ?

Grazie ancora
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
La manutenzione è quella normale di un qualsiasi pavimento, anzi, ho una parte di giardino pavimentato in tavole di legno, è praticamente autopulente :sorrisone:
La pendenza del massetto è 2%
2 cm ogni metro
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
1581171132077.png

io ho messo il flottante. sono mattonelle di gres 60x60, fanno il loro servizio.
sugli angoli, dove sotto ci sono i distanziali, le erbacce crescono; ma basta dargli una ripulita con la lama di un vecchio coltello ogni 2/3 mesi.
o, se proprio uno è pigro, spruzzargli sopra acqua e sale.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
La manutenzione è quella normale di un qualsiasi pavimento, anzi, ho una parte di giardino pavimentato in tavole di legno, è praticamente autopulente
Certo; io intendevo come si pulisce la parte sotto ( non il pavimento) , o meglio, come si impedisce che si accumulino i residui di terra e foglie sotto il flottante .
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
Certo; io intendevo come si pulisce la parte sotto ( non il pavimento) , o meglio, come si impedisce che si accumulino i residui di terra e foglie sotto il flottante .
si prega :D
no, battute a parte, non più tardi di un paio di settimane fa ho dovuto alzarne una, visto che mi era caduta una punta del trapano e OVVIAMENTE si è infilata nella fessura.
sotto non c'era molto sporco. le fessure non ne fanno passare molto e l'acqua che scorre lo porta via.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Io da un paio d'anni utilizzo una differente soluzione, le guaine della schluter. Per il momento funzionano egregiamente.
 

marchesini

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Il difetto da te segnalato non dipende dall'età dell'immobile, comumque fra le due opzioni opterei per un pavimento flottante.
Se un domani vi sono problemi è anche più semplice intervenire.
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Io conoscevo solo dei tabelloni di cemento molto pesanti. Oggi si possono realizzare pavimenti flottanti con piastrelle di grès? Inteso quelli posati su distanziatori
 

akaihp

Membro Attivo
Professionista
Io conoscevo solo dei tabelloni di cemento molto pesanti. Oggi si possono realizzare pavimenti flottanti con piastrelle di grès? Inteso quelli posati su distanziatori
Assolutamente sì. Piastrelle da 2 cm di spessore in grès.
Si possono anche realizzare pavimentazioni flottanti in legno o legno ricostruito (in realtà un composto di legno e resina indeformabile e inalterabile nel tempo).
 

akaihp

Membro Attivo
Professionista
029.jpg
Esempio di terrazzo a Milano con delle doghe di legno ricostruito posate flottanti su sottostruttura.
Il legno è posto in continuità con un parquet interno.
Per manutenzione si possono sollevare tutte ma per l'ordinaria amministrazione ve ne sono un paio vicino allo scarico che si sollevano facilmente. Al di sotto passano tubazioni dell'irrigazione e cavi elettrici per l'illuminazione.
In caso di perdita d'acqua è più facile trovare la perdita e riparare il guasto. E più economico.
 

Francesco Giuliano

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Vedi l'allegato 16861
Esempio di terrazzo a Milano con delle doghe di legno ricostruito posate flottanti su sottostruttura.
Il legno è posto in continuità con un parquet interno.
Per manutenzione si possono sollevare tutte ma per l'ordinaria amministrazione ve ne sono un paio vicino allo scarico che si sollevano facilmente. Al di sotto passano tubazioni dell'irrigazione e cavi elettrici per l'illuminazione.
In caso di perdita d'acqua è più facile trovare la perdita e riparare il guasto. E più economico.
Ma quanto bello! Se vorrei avere quel tipo di terrazza, quanto devo spendere al massimo con lo stesso disegno, concetto e la stessa superficie?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Gli ingegneri di Roma critici sul DL semplificazioni: “per l'edilizia sarà peggio”
[ bit.ly/3iyXhKH ]
Buonasera vorrei avere informazioni circa la vendita di una casa popolare riscattata 13anni fa precisamente nel 2007. È vero che pur essendo passati 13anni l'istituto case popolari può sempre esercitare il diritto di prelazione pari al 10% degli estimi catastali e che si dovrebbe fare una raccomandata per rendere noto all'istituto dell'intenzione di vendere?
Alto