• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  • Creatore Discussione Utente Cancellato 77832
  • Data di inizio
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Buongiorno a tutti!

Prima di tutto spero di aver individuato la sezione corretta del forum per la mia domanda.

Ho sottoscritto a metà marzo una proposta per acquisto di prima casa, condizionata alla delibera di mutuo in mio favore.
Sono già rimasta insoddisfatta dall'agenzia perché non mi ha fatto trattare nemmeno un centesimo. In secondo luogo mi sono accorta solo dopo che mi ha messo una provvigione del 4% più IVA (l'IVA è dovuta? Al 22%? E come privato non mi conveniva rivolgermi ad un agente in regime forfettario? Dunque senza IVA, visto che per me è un costo?). L'immobile è venduto a 160 mila euro (totalmente da ristrutturare), quindi non stiamo parlando di immobili a prezzo bassissimo visto che bilocali in buone condizioni si trovano a 60 mila in zona.
Nella proposta è stato scritto per iniziativa dell'agente che si sarebbe fatto il compromesso per metà aprile ed il rogito per fine mese. Già vi renderete qui conto dei tempi assurdi.
Poi siamo stati indirizzati da un intermediario finanziario di sua fiducia. Da allora, dietro la pantomima che questi due non si parlassero, sono state fatte dall'agente pressioni assurde che mi hanno costretto a fare richiesta per un mutuo svantaggiosissimo, il 3,20 variabile ed un botto di assicurazioni di cui ne ho saputo importi ed obbligatorietà solo qualche giorno fa. Nel frattempo c'è stata una predelibera a mio favore anche grazie a fondi di garanzia. Premetto che gestendo meglio i tempi, avrei potuto fare richiesta di un mutuo all'80% e non al 100% ad altro istituto con poche spese, no assicurazioni ed un tasso estremamente più vantaggioso e senza intermediario.
Da allora l'agente ha continuato a farci firmare proroghe della proposta sempre con tempi striminziti. Io credo che lui faccia così perché incapace di dire ai venditori quali sono le tempistiche realistiche. Poichè non ha mandato esclusivo, probabilmente ha paura di perdere la vendita.

Ora mi trovo in questa situazione. Il termine del Rogito nell'ultima proposta scade tra un paio di giorni ed il sopralluogo della perizia è stata fatta un paio di giorni fa. Desumo che la delibera arriverà - se arriva - almeno una settimana dopo questo termine e per questo l'agenzia mi ha sottoposto una nuova proroga di nuovo con date diverse da quelle mie indicate, verosimili e che mi farebbero riflettere.

Sono così esasperata che sono stata sul punto di andare a denunciare tutti, perché ad un certo punto poiche pure il notaio era stato indicato da loro, le date fissate per il rogito da loro (senza nemmeno che ancora ci sia la delibera!) non tenevano in considerazioni le mie necessità di vario tipo.

Vorrei ora sapere, se non firmo la proroga e la proposta scade prima della delibera, la proposta è nulla? Sono tenuta a lasciare l'assegno della caparra cobfirmatoria al venditore? Devo pagare l'agenzia? L'internediatore? L'istruttoria e la perizia?

Io davanti a me vedo o rinuncia all'acquisto o richiesta di altro mutuo, ma senza più pressioni.

Chiedo vostro gentile aiuto ☺
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
l'IVA è dovuta? Al 22%?
L'IVA è dovuta sui beni e sui servizi.
Ti è stato fornito un servizio di intermediazione immobiliare.
Lo so che per te (e per me) l'IVA è un costo, ma considera che per l'Agente Immobiliare l'IVA non è né un costo né un ricavo, visto che dovrà versarla allo Stato. L'IVA è un costo solo per il consumatore finale.

L'unico tuo grado di libertà è pagare in nero l'agente, facendo risultare che non ti ha voluto nulla (dovrà essere scritto sul rogito notarile che non ti ha chiesto alcun compenso), in quel caso risparmi il 22% d'IVA e gli devi consegnare la mazzetta in mano (se l'Agente è d'accordo ovviamente: non è detto che lo sia!).

Vorrei ora sapere, se non firmo la proroga e la proposta scade prima della delibera, la proposta è nulla? Sono tenuta a lasciare l'assegno della caparra cobfirmatoria al venditore? Devo pagare l'agenzia? L'internediatore? L'istruttoria e la perizia?
Lo so, ti hanno stressata e sbattuta di qua e di là facendoti firmare bendata, e ora non ce la fai più e vorresti mandarli tutti a stendere.
Tieni duro ancora per un po' e resisti alla tentazione di mandarli al BelPaese Galbani: non dimenticare che c'è la surroga, ossia potrai successivamente sostituire il mutuo con uno a te più conveniente, che ti sceglierai con tutta calma.
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Sono stanca e non credo di firmare la proroga. Dunque a chi dovrò cosa se il mutuo per la scadenza della proposta non è deliberato?
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
a chi dovrò cosa se il mutuo per la scadenza della proposta non è deliberato?
Un conto è che la banca non ti eroga il mutuo.
Il tuo caso è differente: tu non vuoi rinnovare la proposta. E non stai dando alla banca il tempo per deliberare SI' o NO.
Quindi sei tu che ti stai tirando indietro.
La provvigione all'agente è comunque dovuta.

CORREGGETEMI SE SBAGLIO.

La proposta di acquisto con condizione sospensiva (c'è da te una condizione sospensiva?) ti dà dovere di pagare provvigioni solo al verificarsi della condizione (cioè all'OK all'erogazione del mutuo).
Ma se tu improvvisamente ti tiri indietro, non è la banca a non darti il mutuo, sei tu che ti tiri indietro; l'agente il suo lavoro l'ha fatto (il suo lavoro era metterti in contatto con la venditrice per farti concludere l'affare), e quindi va pagato.
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
E perchè allora se si tirava indietro il venditore alla scadenza della proposta, altrove avete scritto che nulla era dovuto?
Inoltre se fino a tale data ho delle condizioni, dopo tale data potrei averne un'altra, come per esempio partenza per lavoro in altro continente per svariati mesi.
In sostanza ho fatto una proposta che dice: se tutto ciò si verifica entro tale data, vale questo. Se non si verifica, decade qualsiasi accordo. È chiaro, no?
Altrimenti sto giochino che fanno in tanti nel pressare è un crimine.

Io non ho bisogno di fare surroga. Se faccio proroga, deve essere secondo quanto mi sta bene ed in questo caso corrisponde con tempi di richiesta di altro mutuo. No?
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Senti anche altri pareri oltre al mio.

@Bagudi , tu cosa ne pensi? E' un caso particolare ma tu l'avrai visto 1000 volte.

Secondo me nel caso particolare della postante, la provvigione è dovuta perché l'agente la ha messa comunque in contatto con la venditrice, ed è la proponente a tirarsi indietro evitando il rinnovo della proposta e non attendendo la delibera della banca (alla quale è già stata fatta richiesta di mutuo).
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Un conto è che la banca non ti eroga il mutuo.
Il tuo caso è differente: tu non vuoi rinnovare la proposta. E non stai dando alla banca il tempo per deliberare SI' o NO.
Quindi sei tu che ti stai tirando indietro.
La provvigione all'agente è comunque dovuta.

CORREGGETEMI SE SBAGLIO.

La proposta di acquisto con condizione sospensiva (c'è da te una condizione sospensiva?) ti dà dovere di pagare provvigioni solo al verificarsi della condizione (cioè all'OK all'erogazione del mutuo).
Ma se tu improvvisamente ti tiri indietro, non è la banca a non darti il mutuo, sei tu che ti tiri indietro; l'agente il suo lavoro l'ha fatto (il suo lavoro era metterti in contatto con la venditrice per farti concludere l'affare), e quindi va pagato.
Non mi sarò espressa bene. Faccio esempio.

In proposta: Preliminare da stipulasti entro il 25 dicembre 2018. Rogito da stipularsi entro il 31 Dicembre. Al 1 gennaio la banca non ha emesso ancora delibera ed una delle due parti non ha sottoscritto un nuovo accordo-proposta. Che succede?
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Non mi sarò espressa bene. Faccio esempio.

In proposta: Preliminare da stipulasti entro il 25 dicembre 2018. Rogito da stipularsi entro il 31 Dicembre. Al 1 gennaio la banca non ha emesso ancora delibera ed una delle due parti non ha sottoscritto un nuovo accordo-proposta. Che succede?
Secondo me, senza presunzione di esattezza, succede che sei tenuta ad aspettare i comodi della banca. Se ti tiri indietro, non sottoscrivendo un nuovo accordo/proposta, l'agente il suo lavoro l'ha fatto perché ti ha messo in contatto col venditore.
Se la banca dà il KO, ossia niente mutuo, tu sei fuori con onore, e - se c'era una condizione sospensiva sulla proposta - non devi alcunché all'agente.

Siccome è una tematica molto delicata e non sono un esperto, ti chiedo di attendere altri pareri più autorevoli del mio, perché basati anche su esperienze vissute.
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Senti anche altri pareri oltre al mio.

@Bagudi , tu cosa ne pensi? E' un caso particolare ma tu l'avrai visto 1000 volte.

Secondo me nel caso particolare della postante, la provvigione è dovuta perché l'agente la ha messa comunque in contatto con la venditrice, ed è la proponente a tirarsi indietro evitando il rinnovo della proposta e non attendendo la delibera della banca (alla quale è già stata fatta richiesta di mutuo).
Aggiungo: dal 2 gennaio proponente si trasferisce all'estero ed è materialmente impedita di fare alcunché (altrimenti non avrebbe sottoscritto proposta che Rogito doveva essere entro il 31 dicembre).
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Aggiungo: dal 2 gennaio proponente si trasferisce all'estero ed è materialmente impedita di fare alcunché (altrimenti non avrebbe sottoscritto proposta che Rogito doveva essere entro il 31 dicembre).
Non è una scusa valida perché la proroga puoi mandarla anche via P.E.C.
Se non hai la P.E.C. la proroga puoi mandarla anche con raccomandata a/r allegando copia dei documenti.
Il trasferimento all'estero o la gita su Marte non sono scuse valide, seppure mi renda conto che la tua vita preveda anche queste esperienze.

Ripeto, non prendermi per oro colato perché io stesso desidero leggere altri pareri basati su esperienze concrete.

Questo caso si sarà verificato 1000 volte.
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
L'unico tuo grado di libertà è pagare in nero l'agente, facendo risultare che non ti ha voluto nulla (dovrà essere scritto sul rogito notarile che non ti ha chiesto alcun compenso), in quel caso risparmi il 22% d'IVA e gli devi consegnare la mazzetta in mano (se l'Agente è d'accordo ovviamente: non è detto che lo sia!).
pagare in nero l'agente?
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Non è una scusa valida perché la proroga puoi mandarla anche via P.E.C.
Se non hai la P.E.C. la proroga puoi mandarla anche con raccomandata a/r allegando copia dei documenti.
Il trasferimento all'estero o la gita su Marte non sono scuse valide, seppure mi rendo conto che la tua vita preveda anche queste esperienze.
E come faccio a fare il Rogito? Via Pec se sono in Australia per lavoro e non riesco sicuramente a tornare nei 10 giorni che pretende l'agente immobiliare?
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Me lo hanno proposto
Meno male che almeno mi confermi che te lo hanno proposto.
A Roma è la normalità.
Se vuoi risparmiare l'IVA non ti fanno la fattura e si prendono la mazzetta.
Capisco che in altri paesi si scandalizzano.

Ti prendi le responsabilità di ciò che scrivi. Su questo forum sei pregato di non dare questo tipo di consigli. Grazie
Me lo ha confermato anche la postante che "le hanno proposto di pagare in nero", quindi mi prendo la responsabilità perché è la normalità. Poi se vuoi mostrarti scandalizzato, fai pure. Io non mi scandalizzo affatto.
 
U

Utente Cancellato 77832

Ospite
Ti prendi le responsabilità di ciò che scrivi. Su questo forum sei pregato di non dare questo tipo di consigli. Grazie
Io non prendo in considerazione certi consigli. Pago un botto di tasse e le devono pagare pure gli altri. Con me certe proposte, rischiano di essere segnalate a chi di dovere.
 

possessore

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Io non prendo in considerazione certi consigli. Pago un botto di tasse e le devono pagare pure gli altri. Con me certe proposte, rischiano di essere segnalate a chi di dovere.
Certo, l'importante è che tu abbia scritto che "ti è stato proposto", come hai scritto. Tanto per dimostrare che io non vedo i marziani, ma è una realtà assodata che taluni agenti propongono il pagamento in nero per evitare l'IVA. Un minimo di onestà intellettuale farebbe bene a tutti. Non prendiamoci in giro, su.

Piuttosto, parliamo di cose serie. La postante sta chiedendo nel suo caso cosa rischia.
Non ho visto altre risposte a questa domanda, oltre la mia che non è una risposta certificata da addetto ai lavori.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno.. Devo fittare un appartamento a un parente che viene dal Brasile per circa tre/quattro mesi. Cosa bisogna fare , naturalmente un contratto di fitto , ma di che tipo ? . Come documenti per la registrazione cose ci serve ? Bisogna anche comunicare alla Questura il contratto oltre all'agenzia dell'entrate. Grazie
salve a tutti gentilmente qualcuno sa dirmi come inserire una recensione sull'agenzia tempocasa?
Alto