1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. frankys

    frankys Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno
    avrei un problema da esporVi. A febbraio 2011 ho fatto un compromesso, per l'acquisto di un villino, nel quale veniva scritto (copiando l'atto di vendita precedente) che il suddetto immobile era composto da piano terra (soggiorno, cucina, camera, bagno e disimpegno) e da due vani sottotetto non abitabili (locali cassoni), censita al catasto come classe 3, vani 3,5, rendita €600.
    A seguito di visura catastale nel mese di marzo è però risultato che lo stesso immobile, a causa di una variazione di classamento intervenuta nell'anno 2005, è passato da 3,5 vani a 6 (quindi considerando i 2 locali cassoni come vani) e la rendita da €600 a €1000.
    I miei dubbi adesso sono questi:
    1) E' solo una variazione di classamento o anche a livello di proprietà avrò a tutti gli effetti una casa di 6 vani?
    2) Se estraggo la planimetria al catasto risulterà aggiornata con 6 vani o sempre come sottotetto non abitabile?
    3) Nell'atto che dovrò fare a giorni il notaio ricopierà quanto scritto nel compromesso (3,5 vani e rendita 600) o dovrà attenersi alla nuova visura?
    4) Essendo che per l'appartamento che sto vendendo, quale parte venditrice ho ottemperato io a tutto (DIA, variazione catastale, geometra, ecc...) adesso che faccio, anche come parte acquirente dovrò pagare tutto io?.....NON AUGURO A NESSUNO LA MIA COMPRAVENDITA.....UN'ODISSEA!!!
     
  2. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se posso , chiedi di verificare, sempre se non è già stato fatto, che il sottotetto sia abitabile anche a livello comunale.
    1) avrai una casa di 6 vani.
    2) direi sottotetto abitabile
    3)un notaio che copi un compromesso.... mi sembra dura.... che copi l'atto precedente è più facile .... fai attenzione che abbia la documentazione per la trasformazione del sottotetto
    4) è sempre la parte venditrice che deve farsi carico... se poi in assenza di tempo.... anticipa l'acquirente... si scala dal saldo.
     
  3. frankys

    frankys Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la gentile delucidazione!

    Considerando che per la vendita del mio appartamento sono andato all'ufficio tecnico del Comune ed è uscito fuori che una stanza del mio vicino risulta nella mia planimetria, ho un attimino paura ad andare a chiedere al comune del villino la situazione......
    Purtroppo il catasto dice una cosa, l'urbanistica un'altra e le carte che abbiamo noi a casa un'altra ancora!!!!
     
  4. irma

    irma Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Potrebbe essere che nel 2005 sia stata fatta una ristrutturazione o sanato un abuso al sottotetto e in comune risulti regolare Dia, che doveva essere allegata al compromesso e al nuovo atto.. chiedi delucidazioni ad agenzia o venditore.
    Se non presentano l'autorizzazione conforme a quanto da catasto....hai dovuto sistemare casa tua per vendere? Pretendi lo stesso da chi vende a te! Oltretutto passare da una rendita € 600 a € 1000 cambia non poco le imposte e l'onorario notarile, avresti tutti i diritti di invalidare il compromesso.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    il notaio prima di redigere l'atto fa una relazione notarile, su dati accertati e visionati all'ADT e non credo che copi il vecchio atto se non per indicare la provenienza ciao:stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina