1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve,
    sono un provato cittadino che sta acquistando un immobile di circa 15 anni(non abitato da circa 6) ho delle perplessita, il geometra che sta seguirà i lavori mi ha detto che per i lavori di cui necessito mi conviene aprire una SCIA e che alla fine dei tre anni il comune potrebbe richiedere la nuova agibilità.
    I lavori che verranno eseguiti sono:
    * rimozione della pavimentazione esistente e ripavimentazione
    * taglio di un muro di separazione tra la cucina e il soggiono, il muro non viene abbattuto ma viene lasciato integro per i primi 60 cm e viene tagliato per renderlo alto 1 metro circa
    * installazione di una termo stufa a pellet
    * montaggio di una cucina
    alla luce di questi lavori il comune può richiedere l'agibilità dell'immobile alla chiusura dei lavori, considerando che l'immobile ha ad oggi agibilità regolare?
    Inoltre volevo chiedere come posso tutelarmi da problemi strutturali come per esempio di perdite dell'impianto idraulico, caldaia malfunzionante ecc...esiste la possibilità da parte di un professionista di verificare queste eventualità, premettendo che ad oggi l'immobile ha attiva l'utenza elettrica per le pompe anti allagamento ma non acqua o gas.
    grazie
     
  2. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    E' un muro portante oppure un divisorio?
     
  4. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Assolutamente no,è un muro divisorio tra soggiorno e cucina
     
  5. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    cioè?
     
  6. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'appartamento ha una 15ina di anni e non è utilizzato da circa 4/5,ad oggi c'è attiva solo l'utenza elettrica,non vorrei che dopo averlo comprato e attivate le utenze di acqua e gas trovarmi sorprese come perdite d'acqua o di gas...allora vole vo sapere se c'è modo di far fare un'indagine per capire se ci sono perdite soprattutto d'acqua o altrimenti se esistono delle clausule che mi tutelino su queste casistiche anche dopo la vendita almeno per il primo periodo
     
  7. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Da quel che so i vecchi tubi di ferro sono insensibili alle rivalse contrattuali e non vedo cosa c'entrerebbe il direttore dei lavori
    Se hai il dubbio che gli impianti vecchi perdano dovrai fare aprire per controllare, e mettere in pressione prima di chiudere.

    Se invece gli impianti di acqua e gas vengono realizzati ex novo, vanno realizzati "a regola d'arte", vanno messi in pressione e prima di realizzare i massetti si controlla che non ci siano perdite.
    Hanno una garanzia di 2 anni
     
  8. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sono certo che il direttore dei lavori non centri nulla, io volevo solo la certezza o la tranquillità di non trovarmi problemi postumi all'acquisto, so comunque che l'articolo 1490 tutela l'acquirente:
    come puoi vedere da La garanzia per i vizi nella vendita di un immobile - Avvocatoblog
     
  9. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    io volevo solo sapere se c'e in qualche modo la possibilità di testare l'impianto, dato che sto rifacendo il mazzetto ed eventuali lavori di sistemazione dell'impianto sarebbero più semplici ora che dopo aver postato il pavimento!
     
  10. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Certo, come ti dicevo metti l'impianto in pressione e vedi se esce l'acqua...
    Per il gas si fa una cosa analoga utilizzando aria compressa e un manometro e si controlla se a distanza di due giorni la pressione nell'impianto è diminuita.
    queste cose con te le ha dette il geometra?

    Ma se non rifai gli impianti il massetto che lo fai a fare?
     
  11. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    non ne ho parlato perche ci sono state delle cose molto piu urgenti, posso riferirmi ad un idraulico per questo tipo di test? per il test dell'impianto idraulico è neccessaria l'attivazione dell'utenza idrica?vorrei fare questi test prima del rogito in modo da evitare un incauto acquisto.
    grazie
     
  12. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    si, sia per i lavori che per i test serve l'acqua, i test li farà l'idraulico,
    una volta che avranno rimosso tutto il massetto per passare i tubi del riscaldamento vedrai che non sarà un gran problema controllare 2 tubi dell'impianto idraulico.
     
  13. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie,ma forse non ci siamo capiti, gli impianti sono già esistenti e non vorrei rompere tutta casa per trovare un'eventuale fuga,vorrei solo sapere se c'e un modo non "invasivo" di verificare se le fuge ci sono o no, devo solo pavimentare(dove dovrò rimuovere il pavimento esistente) il piano terra e non il primo piano e tanto meno la taverna.
    grazie
     
  14. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    in piu non posso attivare le utenze a nome mio prima di acquistare l'immobile ma non vorrei acquistare l'immobile prima della verifica.
     
  15. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Non vedo che cosa c'entri l'agibilità con dei lavori interni. Non stai facendo cambi di destinazione, non stai modificando strutture, non stai facendo aumenti di cubatura.
    Per gli impianti l'unico modo per verificarne la funzionalità è metterli in pressione. Considerando la relativa giovane età dell'impianto non dovresti aver problemi anche se il periodo di non uso è abbastanza elevato. Anche facendo le verifiche potrebbe succedere che al momento tutto vada bene, ma dopo qualche tempo si verifichi qualche perdita. Questo per significarti che non è detto che fare una preventiva verifica ti salvaguardi. Il venditore, deve produrti le certificazioni degli impianti e deve ovviamente venderti qualcosa che sia a norma. E' ovvio che è responsabile se dovessero esserci dei vizi negli impianti che non sono visibili all'atto della stipula del contratto. Dato che non hai modo di verificarlo perchè l'impianto non è in pressione per mancanza di fornitura, forse sarebbe meglio mettere qualche clausola di salvaguardia nel contratto o ottenere una riduzione del prezzo dell'immobile.
     
  16. other4

    other4 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie mille, infatti anch'io sono stato stranito quando il geometra che mi segue ha detto che potrebbero chiedermi l'agibilità dopo i tre anni dall'apertura della scia, ma dopo essermi informato io non faccio lavori che modificano destinazioni d'uso o metrature dei vani!.
    per il test hai ragione, infatti mi sono informato anche in quello e so che c'e un articolo specifico del codice civile che tutela l'acquirente(se non ricordo male il 1490) era solo una domanda per accertarmi che tutto sia in ordine.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina