1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. klande

    klande Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno avrei bisogno di aiuto/consiglio :

    Unità posta al piano secondo ad oggi adibita ad ufficio (A/10).
    per procedere a locazione si chiede cambio di destinazione .
    A livello comunale dopo verifica con tecnico non vi son problemi.
    L'amministratore di condominio, contattato dal proprietario, per i consuntivi di spesa, afferma che il regolamento di condominio vieta espressamente il cambio.
    Da verifica catastale nello stabile vi sono altre 5 unità che sono state trasformate da ufficio ad abitazione

    Recuperato il regolamento di condominio effettivamente riporta il divieto ad un uso differente da ufficio/laboratorio/magazzino per le varie unità che costituiscono lo stabile.

    Recuperati anche i verbali di due assemblee straordinarie in cui vi era come punto la richiesta di trasformazione del regolamento di condominio per il cambio di destinazione d'uso.

    le assemblee si son svolte e han ottenuto 880 millesimi favorevoli
    e han concesso il cambio di destinazione d'uso (a quanto pare non la modifica del regolamento di condominio).

    Come procedere ora ? chiedere ed attendere una nuova assemblea straordinaria ??? Informare semplicemente l'amministratore e procedere a livello comunale ???

    Ovviamente per render tutto più semplice, il mio cliente nelle precedenti assemblee ha sempre votato contro... ed ora è lui a chiederlo.

    I tempi son stretti, non si sa quando uscirà il nuovo prg per milano e almeno fino a fine ottobre tale trasformazione sarebbe senza oneri
     
  2. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao @klande ,
    se il regolamento condominiale risultasse di tipo contrattuale (trascritto in conservatoria e richiamato sui rogiti) la modifica del medesimo risulterebbe complessa e sarebbe abbastanza normale che in passato ci si sia limitati ad approvare le singole richieste dei proprietari. In tal caso, sarebbe opportuno procedere allo stesso modo... sperando che alcuni dei condomini abbiano la memoria corta od un'indole più accomodante del tuo cliente.
     
    A mata piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina