1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Posto qui la mia domanda sperando che sia il posto giusto. Qualcuno mi sa dire a che distanza dalla abitazione devono essere collocati i cassonetti dei rifiuti?
    Il Comune può interferire "dare disposizioni" dove devono essere collocati i cassonetti all'interno di una strada privata?
    Ogni abitante di questa area ha un proprio posto auto sia scoperto che garage, area protetta da cancelli automatici, la strada privata che conduce a queste aree ha 2 spazi per parcheggio auto con cartelli che indicano riservati ai condomini. Questi cassonetti potrebbero essere collocati in un pezzo di questi parcheggi cosi da essere lontani dalle abitazioni ed vicinissimi all'ingreeso della strada privata cosi da poter essere meglio prelevati dagli addetti. Mi domando perche non vengono posizionati in questa area?
    Qualcuno mi sa dire come posso muovermi visto che il nostro amministratore non fa niente, anzi pensa a prendere solo i soldi e qualsiasi problematica la ignora completamente.
     
  2. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Ciao.
    Quel che posso dirti è che le Società che hanno in appalto dai Comuni la raccolta dei rifiuti solidi urbani hanno sicuramente un margine di imperio, almeno nel dettare quelle prescrizioni che garantiscano la possibilità concreta di espletare in modo non disfunzionale il loro lavoro.
    Sicuramente la Società che ha questo appalto nella tua città avrà un sito internet, da cui potrai apprendere moltissimi altri dettagli e anche avere contatti diretti con essa, per eventuali ulteriori chiarimenti.
    Dopodichè puoi tranquillamente chiedere al tuo Amm.re di porre all'odg della prossima assemblea il punto relativo a : "discussione e delibera in ordine al posizionamento dei cassonetti N.U. , in ossequio alle prescrizioni dell'ente che cura la raccolta".
    Nei miei condominii lo abbiamo fatto, ma posso garantirti che - almeno in qualcuno dei Comuni in cui ho Condominii - il margine di scelta da parte dei Condòmini è davvero irrisorio, perchè le pretese dell'ente sono tantissime.
     
    A H&F piace questo elemento.
  3. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E' vero che le pretese dell'ente appaltatore so tantissime ma in questo caso sarebbe tutto a proprio vantaggio, a meno che........... non si stà preparando con una richiesta di pagamento extra dato che adesso deve entrare in una strada privata. Per rendere più chiara la situazione allego una piantina dove le X rosse stanno ad indicare i vari cassonetti posti sotto le finestre dei piano terra e che si potrebbero mettere tutti in uno spazio del posto auto libero condominiale visto che tutti hanno un posto auto privato e quasi tutti hanno anche il garage. in questo modo l'adetto non dovrà percorere tutta la strada privata ma li troverà raccolti tutti all'inizio della strada privata e sul suolo pubblico. piantina.jpg
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Avete ragione di volerli confinare verso il suolo pubblico e non credo che potrebbero obiettare alcunchè.
    Io arriverei fino al punto di chiudergli la strada privata con sbarra, adducendo motivi di sicurezza.
    Certo i condomini devono essere d'accordo sul mettere lontani i caasonetti e fare quei metri in più ber buttare i rifiuti.
    La puzza con questo caldo sarà sicuramente insopportabile. Oltre al rumore del camion che ritira i rifiuti.
    Ricordatevi che comunque la puzza raggiungerà i primi edifici e bisogna proteggerli con uno schermo anche di arbusti come ho visto all'estero.
    Concordo con studiominucci, che le soluzioni, seppur limitate, si possono trovare.
     
  5. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Riassumo gli elementi che risultano a me

    - la Società che fornisce il servizio di raccolta rifiuti ha un proprio Funzionario che si interessa di dove poter collocare i cassonetti dei rifiuti, reperibile tramite celulare di servizio.
    - tale Funzionario potrebbe essere consultato con i seguenti criteri: la posizione dei cassonetti la decide la Proprietà (nel tuo caso se non ho capito male è il Condominio) e loro propongono varianti in ragione della fattibilità tecnica del servizio (manovre dell'automezzo, sicurezza degli utenti rispetto al traffico ecc.)
    - un criterio per posizionare i cassonetti potrebbe essere a dx della corsia di uscita dall'area nel senso che quando uno esce di casa, deposita i sacchetti delle imondizie e prosegue uscendo. Deve rimanere lo spazio utile per la corcolazione in sicurezza di pedoni, portatori di handicap, veicoli ecc.
    - per costringere l'Amministratore ad interessarsi dell'argomento puoi mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno con la richiesta per la prossima assemblea ordinaria di inserire all'ordine del giorno la votazione su una tua proposta al riguardo, che avrai concordato preventivamene con altri Condòmini e con l'anzidetto Funzionario.
    Un saluto
     
    A H&F e Limpida piace questo messaggio.
  6. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per i Vostri interventi, volevo aggiungere che l'intero complesso è di circa 90 alloggi di cui circa 70 sono stati acquistati mentre i rimanenti alloggi sono di proprietà del costruttore e dati in locazione. Non so a quanto corisponda al vero, ma mi hanno riferito che all'inizio, quando la strada ed i parcheggi non erano ancora finiti, i cassonetti erano al confine con la strada pubblica, poi il sindaco ha voluto che rientrassero dato che vi era sempre un cumolo di imondizia sul suolo pubblico, causa si di un cattivo comportamento dei condomini ma per circa 2 mesi vi è stato un continuo via vai di trasloghi dato che sono stati consegnati praticamente tutti nello stesso periodo.
    Visto il disinteressamento dell'amministratore manderò una raccomandata come mi è stato suggerito, poi, dato che ci sono state delle modifiche al permesso di costruire concordate con il comune (ad esempio inizialmente il costruttore pur rimanendo proprietario di una palazzina di 12 unità era obbligato a darle in locazione a canone agevolato a coloro che ne facevano richiesta ma con almeno 10 anni di residenza, durante i lavori il comune ha eliminato questa clausula) quindi, andrei al comune a verificare se:
    1) la strada privata è rimasta tale oppure vi è stata una modifica concordata con il costruttore,
    2) I parcheggi liberi condominiali sono rimasti tali oppure hanno cambiato uso,

    Poi dovrò verificare anche se è vero il fatto che il ritiro dei cassonetti nell'aria privata comporta un pagamento extra (si parla di 1 euro per cassonetto per ogni prelievo) se questo è vero 60 cassonetti x 2 ritiri settimanali = 120 x 52 settimane= 6240 euro anno che comporta una maggiore spesa di circa 62 euro anno per ogni unità abitativa.
     
    A H&F piace questo elemento.
  7. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Premesso che i posti auto scoperti e assegnati di proprietà sono situati in altra area privata che non è visibile in piantina, il responsabile dell'edilizia privata del comune mi ha detto:
    a) l'area del parcheggi libero e il verde è stato ceduto, quindi divenuto pubblico,
    b) che quando tutti i lavori saranno finiti l'ingresso della strada privata avrà una sbarra, posta subito dopo l'area dei parcheggi che ne delimita l'accesso agli estranei,
    c) Il tecnico del comune mi ha consigliato che quando tutti i lavori saranno finiti, è possibile richiedere da parte di tutti i proprietari la "dismissione" di quella strada privata, e renderla cosi pubblica, mi ha anche detto che è stata mentenuta privata per aumentare la cubatura di costruzione,
    d) il comune non è disponibile a creare un'area per i cassonetti dato che siamo oltre 100 famiglie, la cosa diventerebbe ingestibile, si creerebbe una discarica a cielo aperto, ed ecco perche ogni unita di 12 alloggi ha il suo angolo destinato ai cassonetti,
    e) quando i lavori saranno finiti, se manteniamo lo stato della strada "privata" ci sono 2 soluzioni, la prima e che dobbiamo farci carico noi di portare i cassonetti sul suolo pubblico nei giorni e nelle ore previste e ritirarli subito dopo lo svuotamento degli stessi oppure rimanere la sbarra d'ingresso alla strada privata aperta affinche l'addetto possa entrare per lo svuotamento dei cassonetti.
    ALTERNATIVE DA SUGGERIRE PER ABBATTERE ALMENO UN PO LA PUZZA?
     
  8. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il comune se li deve prendere sul suolo pubblico, come in tutta Italia.
    1 o 1000 contribuenti della tassa sui rifiuti.
    La questione della sbarra l'ho citata subito. Nè si può consentire che un automezzo entri in strada privata. Lo sai che l'assicurazione RCA non copre il suolo privato, ma solo le strade pubbliche od equiparate, con segnaletica e dimensioni corrispondenti al Codice della Strada ?
    Il quadro è più complesso di come lo fanno al Comune.
    Per la puzza, a Genova c'è sempre stato un breve orario per depositare i rifiuti, corrispondente a poche ore prima del ritiro programmato.
    Poi le normative di igiene impongono un certo numero di lavaggi dei cassonetti.
    Rompete le scatole al Comune sulla base delle leggi esistenti. Asfissiateli con i vostri esposti.
    Fate intervenire l'Agenzia Regionale per l'Ambiente. Il Prefetto......tutti.
     
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    .... lo scibile umano potrà anche essere senza confini, ma un pò di senso del limite non guasterebbe.

    In buona parte della provincia di Milano, e di Torino, i comuni hanno eliminato tutti i cassonetti sul suolo pubblico. I privati devono tenerseli nel proprio ambito, ed esporli nei giorni programmati rispettando un certo orario.

    A parte questo particolare, credo che di fronte ad una utenza delle vostre dimensioni, con educazione e fermezza, trattando con una persona seria e ragionevole, possiate trovare una soluzione accettabile per tutti. Auguri.
     
  10. euromaila

    euromaila Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ti dico cosa feci anni fa quando abitavo a Livorno, avevo i figli piccoli (di cui uno che soffriva di rinite allergica) e quando aprivo la finestra della sala vedevo il cassonetto, era sotto il marciapiede ma guarda caso questo era piccolo e non puoi immaginare la puzza. Ho fatto la mia battaglia e spero che ti possa essere di aiuto. Ho fatto molti esposti sia all'amministratore (sordo!!!) al comune, all'azienda dei cassonetti ai vigili e anche all'Asl ...... niente mi trovavo sempre davanti a muri, quindi sono andata all'Asl e ho chiesto un sopralluogo degli ambienti non è stato facile ma con un pò di rabbia, testardaggine e con mattinate passate all'Asl (circa 20 giorni costantemente tutte le mattine ero lì in attesa che mi ricevessero alla fine ce la feci a strappare un appuntamento per un sopralluogo. Non chiesi niente solo un sopralluogo. Vennero gli ispettori (fissai l'appuntamento la mattina quando i bidoni erano ancora pieni e con il caldo della notte eravamo in estate, in sala non ci si stava dal puzzo) offrii un caffè in sala (loro volevano berlo in cucina.... per non disturbare!) vidi i loro visi che si trasformavano avevano fretta, io invece ce li feci stare un pò. La guerra è durata mesi, giornate passate ai vari enti, era diventata una guerra per me, ma le cose non cambiavano ero distrutta e amareggiata quando una bella mattina mi sono vista portare via i bidoni e metterli dove avevo indicato io, lontano dalle abitazioni, ma sempre su strada. Quella sera mi sembrava di vivere in alta montagna...... e mio figlio nel tempo non ebbe più la rinite. Ti consiglio di martellare questi enti e ti auguro di vincere questa battaglia. In bocca al lupo!!!
     
    A H&F piace questo elemento.
  11. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie Euromaila, in questi giorni stò cercando di capire quando "POTERE" possa avere il comune a stabilire "imporre" certe scelte. Se non ci fosse altro spazio allora potrei anche capire i cassonetti sotto le finestre, ma di spazio c'è nè abbastanza, perchè adibire a parcheggio pubblico un'area cosi ampia quanto non ce di bisogno? Questo è un paese piccolo a prevalenza agrigoltura, ci sono più animali che abitanti quindi non riesco a capire questa imposizione del comune "un'area solo per i cassonetti creerebbe una discarica a cielo aperto". Ma allora i vigili a che servono, appena pescano il trasgressore giu una ultazza a non finire, oppure installare delle telecamere cosi da monitorare 24/24 ore la zona e bastonate a chi trasgredisce.
     
  12. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Procurati in Regolamneto Comunale, se esiste. E la normativa locale sui rifiuti.
    Mi sembra impossibile che pretendano di entrare nella proprietà privata.
    Ho fatto un controllo in una sutuazione simile alla tua :
    -6 condominii : 100 appartamenti
    -contesto urbano molto signorile
    -quartiere di lusso
    -sbarra alzabile ai due accessi carrabili.
    -6+6 cassonetti nella strada pubblica a fianco del marciapiede (come in tutta Italia)
    (3 a destra e 3 a sinistra del passo carraio)

    Non cito la città per privacy ( ma molto, molto importante)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina