1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. slucidi

    slucidi Membro Attivo

    Altro Professionista
    Vi espongo il caso.
    Roma. Un proprietario del piano attico ha fatto un abuso edilizio (ampliamento della casa mediante la chiusura di un terrazzo). Il Condominio (in toto) gli ha fatto causa e ha vinto in primo grado. Il Tale ha fatto ricorso... ma i tempi della giustizia (sono passati in tutto 6 anni).
    Nel frattempo un'altro condomino sta vendendo il proprio appartamento ma, non riesce ad ottenere il certificato di agibilità perché il tecnico del Comune dichiara:
    "non si può avere l'agibilità se nello stesso edificio ci sono degli abusi non sanati" !:disappunto:
    E' corretto ?

    PS: so che si può rogitare anche in assenza di agibilità tuttavia, mi interessa la risposta.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, premesso che la risposta potrebbe variare a seconda di come sono le cose, la risposta del tecnico non mi sembra corretta perchè il palazzo dovrebbe già avere avuto rilasciato il certificato , ci potrebbero essere casi in cui l'agibilità può essere revocata, escludendo danni derivanti da terremoto o incendio... in questo caso bisognerebbe vedere la portata degli abusi perpetrati dal signore , tenendo presente che avrebbe dovuto costruire un intero piano di 200 mq perchè forse il comune abbia proceduto alla revoca del certificato... in sostanza il palazzo deve avere il certificato , se non lo ha 2 sono le possibilità o non l'ha mai avuto ( caso strano ) o le è stata revocata ( per quale motivo? ) questo in linea di massima poi... ripeto è da vedere le motivazioni addotte dal tecnico... io farei una richiesta scritta del rilascio del certificato, a risposta negativa chiederei la motivazione scritta e da lì partirei per capire. Fabrizio
     
  3. slucidi

    slucidi Membro Attivo

    Altro Professionista
    Grazie Fabrizio. Chiedere la motivazione è scritta è un ottimo suggerimento.
    Il condominio non ha mai avuto il certificato in quanto è stato costruito prima del 1965 e successivamente nessuno si è mai preso la briga di richiederlo. Solo quando è sorta l'esigenza ci si è trovati di fronte al problema. Fino ad oggi tutte le compravendite realizzate nell'edificio sono state concluse in carenza del certificato - non essendo ostativo.
    L'abuso è un ampliamento di circa 20-25 metri quadri su un edificio di 18 appartamenti.
     
  4. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Anche secondo me la risposta del tecnico non è corretta. Ogni appartamento dovrebbe avere una sua agibilità e così pure le parti comuni. Se il complesso rispetta gli indici edilizi non vedo come si possa negare questo documento a chi lo richiede.
     
    A slucidi piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    l'unico vincolato a vendere è l'appartamento con l'abuso, e non il resto del condominio, il tecnico di cosa ?, se ti ha dato quella risposta ciao
     
  6. architetto giussano

    architetto giussano Membro Junior

    Certificatore energetico
    L'agibilita' dovrebbe essere unica x l'intero edificio. Se non c'e' e' perche' a suo tempo (1965) il costruttore non l' ha richiesta. Solo successivamente all'ottenimento dell'agibilita' poteva vendere. Ma in Italia succede di tutto
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  7. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Purtroppo ha ragione il tecnico. Parlo per Roma. Se nella palazzina nessun proprietario non ha il certificato di agibilità e ci sono ancora sanatorie in corso il certificato non viene rilasciato. Qualora un condomino ha il relativo certificato si può ancora chiederlo. Questo perché da marzo 2012 Risorse spa (società incaricata per le pratiche di condono e agibilità) ha chiarito in una nota che il certificato non verrà più rilasciato se nel complesso nessuno ha l'agibilità e ci sono pratiche non ancora definite. Per farla breve non rilasciano più certificati singoli per ogni appartamento, ma solamente un unico certificato per tutto il complesso.Questo significa che se un solo proprietario non vuole ritirare la concessione, si disinteressa o ci sono abusi non sanati sono cavoli...... si blocca tutto. Nel caso specifico deve sanare prima l'abuso e poi avviare la pratica di Agibilità dal tecnico dove si richiedono numerosi certificati; ne elenco alcuni: concessione/licenza,apertura cavi, per allaccio in fogna,certificato di staticità,impianti a norma (parti comuni/esclusive) ecc.
     
  8. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    e se l'abuso non è sanabile:rabbia: :p :^^: si demolisce il condominio????
     
  10. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Questa della Risorse spa è bella come notizia, qualcuno ha provveduto a richiedere certificati di agibilità parziali su immobili conformi a tutte le norme che non sia l'appartamento in cui c'è l'abuso non concluso?

    Provateci e fatevi rispondere per scritto.
     
    A Bruno Sulis piace questo elemento.
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma la certificazione di agibilità una volta non era per tutto il palazzo o mi sono perso qualcosa per strada...Fabrizio
     
  12. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Esattamente.

    Ripensandoci comunque se l'edificio non ha avuto nel tempo nessuna richiests di agibilità intesa quella come da studiopci chiesto, è ovvio che il tecnico dica che non può rilasciare l'agibilita parziale ad un'altro appartamento non oggetto di buso, perche non è stato dimostrato che la staticità dell'edificio era conforme alle norme dell'epoca e a questo punto non so se richiedono un parere di idoneità alle attuali norme, penso di si.
     
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma se gli immobili che non hanno mai chiesto la certificazione sono stati costruiti ante 67 come la si mette?
     
  14. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Anche se ante 67, dovevano osservare sempre la legge urbanistica 1150/42, adesso se tali edifici sono oggetto di richiesta agibilità, il comune almeno dalle mie parti richiede una perizia tecnica dove si assevera che l'immobile era conforme alle norme sismiche all'epoca della sua realizzazione e che non presenta condizioni di necessità a procedere ad adeguamento sismico.
     
  15. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    riporto la nota di risorse Spa 03 aprile 2012

    Si dispone, con decorrenza immediata, che tutti i certificati di agibilità vengano sottoposti alla puntuale verifica della Direzione prima dell’emissione, a firma autografa, del relativo titolo.
    Come già verbalmente più volte chiarito nelle riunioni tenutesi presso questa Direzione, non devono essere rilasciati certificati di agibilità parziale di singole unità immobiliari se facenti parte di edifici che risultano privi del certificato di agibilità relativo all’intero edificio stesso.

    Roma Capitale
    Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica
    Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici
    U.O. Condono Edilizio

    Il Direttore
    Ing. *****************


    l'agibilità è unica per tutto il complesso, in precedenza si poteva anche chiedere per singolo appartamento.
     
  16. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    la domanda è da porre all'architetto della Risorse.
     
  17. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista

    Non occorre richiedere nulla è ovvio che se di già l'edificio non ha mai avuto l'agibilità, qualsiasi altra richiesta anche se parziale non trova accoglimento.

    diverso è invece se un singolo condomine produce tutti i documenti che attestano l'agibilità dell'edificio e richiede l'agibilità per il proprio appartamento che risulta conforme in tutto e non gli viene concesso solo perchè l'inquilino di sopra ha realizzato tettoia senza autorizzazione e chiesto la sanatoria ma ancora non conclusa, questo non è ammissibile, semmai l'agibilità non viene data solo all'appartamento in cui vi è l'abuso ancora non concluso.

    Non so se sono stato chiaro.
     
    A dormiente e Bruno Sulis piace questo messaggio.
  18. Wasabi

    Wasabi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Un estratto della Gazzetta Ufficiale riguardante il Decreto Crescita/Sviluppo Bis (2.0)
     
    A Bruno Sulis piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina