1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tomasniki

    tomasniki Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ciao a tutti,
    la mia domanda è la seguente:
    per i locali commerciali di vecchia costruzione, in caso di alienazione è obbligatorio redigere il certificato energetico?
    grazie
     
  2. Immoarmy

    Immoarmy Ospite

    Da quanto mi risulta l'attestato di Certificazione energetica è indispensabile per tutti gli atti notarili di compravendita di ogni singolo immobile dal 1º luglio 2009 e dal 1° luglio 2010 anche per gli atti di locazione. E' un documento che quantifica il consumo energetico di un'unità immobiliare, cioè quanto consumo per riscaldare l'appartamento/casa, l'unità di misura è il kWh/mq * anno, ciò permette di classificare gli immobili in varie classi, come gli elettrodomestici, la classe A è la migliore, la G è la peggiore.
    In questo documento, nella parte finale, si consiglia gli interventi più utili per risparmiare ma non esiste alcun obbligo di effettuare tali migliorie.
    Quindi basta che lei lo faccia redigere da un tecnico abilitato.
     
  3. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    In caso di vendita, tramite accordo, puoi trasferire l'obbligo all'acquirente che lo dovrà redarre successivamente.
    Tale accordo viene iscritto nell'atto notarile
     
  4. clorodan

    clorodan Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    dipende dalle regioni. in generale se è dotato di impianto di riscaldamento, si. cordialmente
     
  5. clorodan

    clorodan Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Comunque non è che si tratta un obbligo trascrivibile all'acquirente tout court. L'obbligo è sempre a carico del venditore che al momento della messa sul mercato deve informare sulle reali caratteristiche del bene (linee guida nazionali, direttiva europea). Se poi il notaio dichiara sull'atto che le parti si sono messe d'accordo diversamente, si può commettere comunque un'infrazione, che può prestare il fianco a ricorsi o impugnamenti.
     
  6. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    @ "clorodan"

    Mi spieghi come può prestarsi a ricorso o impugnazione se è l'acquirente stesso che dichiara di essere stato bene informato e sottoscrive in atto che se ne assume ogni onere e spesa??
    :shock: :shock:
     
  7. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Aggiungerei se il locale è privo di riscaldamento o comunque si può classificare in classe G basta una comunicazione alla regione senza fornire l'ACE. In Toscana funziona così ... l'AQE è sparito dal 26 Agosto scorso
     
  8. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    vero, funziona così in virtù del D.M. 26 giugno 2009 art. 9 (d.m. attuativo del d.lgs. 192/2005 art. 6 c.9)

    fai una dichiarazione formata da entrambe le parti in causa che l'immobile ricade in classe energetica G e che i costi di riscaldamento sono molto alti.

    saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina