1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Buonasera. Sono disperato, avvilito e in****ato nero.
    Vi spiego e chiedo consigli.

    In data 08 luglio tecnico di mia fiducia invia CILA per ristrutturazione del nostro nuovo appartamento (acquistato da altri privati tramite rogito notarile). Edilizia comune, edificio in cemento armato.
    In data 08 luglio riceviamo numero di protocollo. In data 08 luglio inizio il cantiere. Si tratta di semplice modifica di tramezzi.

    In data 02 settembre (52 giorni dopo...) arriva comunicazione del tecnico comunale che ci comunica:

    1) mancano alcuni allegati (o meglio non riesce ad aprirli)
    2) in data antecedente al rogito risulta una variazione catastale a cui non c'è una CILA associata (in pratica i vecchi proprietari hanno aggiornato la plani,etnia catastale per vendere la casa è il notaio ha dato ok al rogito)
    3) CILA improcedibile, l'incaricato del comune VIETA l'inizio dei lavori.

    Quello che mi lascia basito è come può pretendere, l'incaricato, di vietare l'inizio dei lavori 52 giorni dopo la data di protocollo della CILA che è stata presentata dichiarando che i lavori sarebbero iniziati contestualmente alla presentazione della stessa CILA.

    Sono avvilito. Che devo fare? Io a fine mese devo per forza andarmene dalla mia attuale casa (venduta) e quindi finire i lavori (che sono agli sgoccioli) nella nuova per entrarci.

    Parliamo di una grande città azzurra del sud Italia.
    Il tecnico di mia fiducia mi ha detto di non fermare i lavori. Sistemerà la cosa in un modo o nell'altro.
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
  3. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Salve.
    Qualcuno sa darmi qualche consiglio?
    Grazie.
     
  4. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao,
    Ringrazio @ludovica83 per averci interpellati ..:stretta_di_mano:

    @SEngine: da quanto leggo, la soluzione più semplice, è quella di accordarsi con il tecnico comunale e trasformare la CILA in PdC in Sanatoria, affinchè si possa mettere a posto la situazione pregressa e continuare con la tua istanza presentata.
    Certamente il tuo tecnico prima di iniziare i lavori avrebbe dovuto accertare che vi erano incongruenze tra stato di fatto e documenti presentati o schede catastali; anche se una scheda catastale non è mai probatoria sull'attendibilità rispetto alle pretiche presentate in comune (ufficio tecnico); ed ecco perchè il notaio ha dato seguito all'atto rogitale, proprio perchè si è basato sulla dichiarazione fatta dalla parte venditrice e dal tecnico che ha effettuato le modifiche alla scheda.
    Chiedi cosa puoi fare... semplicemente far effettuare la variazione parziale o integrale dell'istanza, dal tuo tecnico di fiducia, da CILA in Sanatoria e contestualmente chiederei informazioni al notaio sulla verifica e veridicità dell'atto catastale allegato al rogito, visto la contestazione avanzata dal comune; riservandoti di chiedere (nel limite delle possibilità) i danni alla parte venditrice o notaio stesso, per la falsa dichiarazione della documentazione allegata al rogito.
    Per quanto riguarda il tecnico comunale, stai tranquillo che in base al DPR 380/01 esistono i termini per la richiesta di integrazione, ma molti comuni, causa la scarsità di personale ha adottato una deliberazione interna che allunga i termini di scadenza, percui si arriva anche ad avere anche 60 ed in alcuni casi anche 90 giorni; inoltre non è da dimenticare che dalla DIA in su, la data di richiesta di integrazione, può durare tutto l'intero arco dell'istanza, sino alla chiusura dei lavori e nei casi anche all'agibilità.
    Spero esserti stato d'aiuto.:ok:
     
    A marcellogall, Bagudi e ludovica83 piace questo elemento.
  5. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Grazie per la risposta.
    Oppure devo fare la CILA in sanatoria e pagare 1000€ di sanzione per un abuso fatto dai precedenti proprietari.

    Ma la cosa che mi spaventa è se mi bloccano i lavori quasi terminati. Io non ho alternative e devo trasferirmi a fine settembre. Altra anomalia è il divieto di inizio lavori 52 giorni dopo che ho inviato la CILA con data di inizio lavori contestuale.
    Sono avvilito...
     
  6. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ripeto, il tuo tecnico di fiducia avrebbe dovuto accertare tale difformità... parlate con il tecnico comunale è di sicuro capirà la situazione e vi verrà incontro per risolvere la questione.
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  7. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Grazie ancora.
    Ultima domanda...
    Ma posso terminare i lavori di ristrutturazione e andarci ad abitare?
     
  8. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Se accordi con il tecnico comunale e spieghi la situazione, credo proprio di si, anche perchè non credo che stiate o dobbiate toccare parti strutturali che possono mettere a rischi la staticità dell'immobile; tutto sta al grado di sanatoria da presentare e sulle difformità riscontrate dal tecnico stesso.
    Parla con un tuo "tecnico di fiducia" e sicuramente potrete trovare la soluzione alla questione, perchè gli accertamenti vanno fatti prima di presentare un'istanza.
     
  9. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Si. Solo tramezzi interni e spostamento porte interne.
    È un appartamento in un comdominio in c.a.
     
  10. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Cretinata, una semplice sanatoria e risolto il problema ....:ok:
     
  11. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Grazie...mi hai dato un po' di serenità.

    Caffè pagato.
     
  12. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    dove a Napoli???? Va bene la prima volta che passo grazie ...:risata::risata::risata:
     
    Ultima modifica: 6 Settembre 2015
  13. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il notaio non e' responsabile per le false dichiarazioni della parte venditrice per quel che concerne la conformita' catastale a meno che non gli sia stato dato preciso incarico di verificare.
     
  14. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il notaio è tenuto a verificare se esistono pendenze o vincoli sull'immobile...non è "responsabile" soltanto per la scheda catastale che viene redatta da un professionista abilitato e pertanto se entrambe commetto falsi in atto pubblico rispondono ...
    Pf, informiamoci prima di sparare sentenze senza esserne completamente sicuri ... si danno informazioni e allarmi inutili alle persone.
     
  15. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Pendenze o vincoli pero' non significano verifica delle dichiarazioni della conformita' della scheda catastale.Di quelle solo la parte che dichiara ne risponde.
     
  16. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Già... e il tecnico che ha redatto l'aggiornamento della scheda catastale è un santo ...:shock::shock::shock:
    La parte venditrice risponde dinnanzi al notaio per falso ideologico e pertanto annullabilità dell'atto ... il professionista per falso in atto pubblico, anche se la scheda catastale non è probatoria ai fini di validità e il notaio è tenuto alla verifica delle pendenze sull'immobile ... ognuno si prenda le proprie responsabilità se vogliamo fare i professionisti, altrimenti facciamo altro mestiere e non si ingannino le persone. :maligno:
     
  17. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino

    Che sia un santo o meno non loso. So che la corte di cassazione in piu' sentenze ha ribadito che il notaio non e' responsabile per le false dichiarazioni in atto riguardanti la conformita' catastale e i titoli edilizi. In sostanza se la parte che vende dichiara che la piantina e' conforme o esistono quei titoli edilizi il notaio non e' tenuto a controllare e non ne risponde.


    riferimenti cassazione Sentenza n. 11628 del 26/3/2012
    cassazione 35999 del 19.9.2008
     
  18. SEngine

    SEngine Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Nel mio caso il notaio nel rogito scrive "la parte venditrice dichiara...".
    L'irregolarità l'hanno fatta i vecchi proprietari. Il mio "professionista di fiducia" che ha asseverato la CILA non ha verificato questo aggiornamento catastale (DOCFA) fatto senza CILA.

    Mi auguro che tutti si attivino per risolvere. Altrimenti li darò in pasto al mio avvocato.
     
  19. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ti invito a guardare attentamente le motivazioni, le ragioni causa ed i contenuti delle sentenze ... perchè tutte le sentenze non sono uguali ... ognuna è causa per se e soltanto poche prendono e modificano i contenuti normativi ...
     
  20. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Che ogni causa sia a se e' ovvio. Ma il principio ribadito e' quello. Rivolgo lo stesso invito a te.
    Cito dalla prima sentenza
    "
    Nel caso in esame, secondo il condivisibile orientamento interpretativo sopra indicato, è ravvisabileil reato di cui all'art. 483 c.p., che prevede l'ipotesi in cui il pubblico ufficiale si limiti a trasfondere nell'atto la dichiarazione ricevuta, della cui verità risponde solo il dichiarante in relazione a un preesistente obbligo giuridico di affermare il vero, mentre lo stesso pubblico ufficiale rispondesoltanto della conformità dell'atto alla dichiarazione ricevuta."
     
    Ultima modifica: 6 Settembre 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina