• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
Buongiorno,
sto vendendo il mio immobile situato in Lombardia e l'acquirente vuole che l'atto sia fatto dl suo notaio di fiducia che e' in Emilia romagna.
Ieri mi ha mandato l'elenco documenti tra i quali risultava anche
ARE RILASCIATO DA UN TECNICO IN ORIGINALE
io non ho qs documento perche' i notai in Lombardia non lo richiedono, mi hanno detto che solo in Emilia Romagna viene richiesto dal 2017 grazie ad un protocollo dì intesa tra diverse categorie di professionisti , ma che non e' obbligatorio per legge .
Ho una planimetria catastale perfettamente conforme ( ultima ristrutturazione 2015 con variazione regolarmente presentata in comune) e sia il perito della banca che nell'anno 2018 mi aveva surrogato il mutuo sia quello degli acquirenti ai quali e' stato erogato il mutuo senza problemi non hanno rilevato nessuna difformita'.
Mi chiedo sono obbligata a presentare questo documento? Perche' la data del rogito e' stata fissata e non ho idea di quanto tempo serva per farlo,e per i piu' sarebbe obsoleto appena dopo la vendita perche' gli acquirenti intendono ristrutturare con conseguente nuova variazione della planimetria.
Visto che l'immobile e' in una regione dove non sussiste nessun obbligo in materia posso appellarmi a questo ed avitarne la presentazione?
Grazie a tutti
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Visto che l'immobile e' in una regione dove non sussiste nessun obbligo in materia posso appellarmi a questo ed avitarne la presentazione?
ARE ???
Sta per Attestato di Regolarità Edilizia ?
le sigle sono belle e comode per chi le scrive ma non per chi le deve interpretare.

a mio avviso è nella discrezione del notaio, farti la richiesta.
ma considerato che l'immobile è in Lombardia e l'acquirente vuole un notaio che si trova in altra regione, puoi chiedere a lui di farsi carico di tutte le incombenze anche di natura economica per il rilascio di tale certificazione/attestazione
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
ma cosa succede in questa discussione ???

oggi, rispondo post #2 alle 11:49, e la discussione era intitolata "ARE" e faccio notare che le sigle non sono agevoli.
dopo viene cambiato il titolo della discussione come visibile attualmente .......ma l'interessato risulta assente dal foruma da Ieri 14:15
qualcosa non torna
16339
 

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
Io sono la direttainteressata, non so cosa sia successo l'unica cosa che volevo erano pareri concreti sul da farsi, stamane la segretaria del notaio con la quale ho parlato mi ha detto "deve chiedere all'acquirente , se per lui va bene l'ARE non serve....) mi sembra una cosa un po' aleatoria.... io voglio semplicemente sapere sesono obbligata a produrre un documento che non e' obbligatorio nella regione dove e' situato l'immobile o no..
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Se il notaio ti ha risposto che se all'acquirente va bene l'ARE non serve, direi che potresti provare accordarti con l'acquirente .
Ovvero, tu sei disposta a rogitare dal suo notaio di fiducia , e quindi a spostarti fuori regione , se a lui va bene fare a meno dell'ARE, o pagarselo lui.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
No, direi che non sei obbligata.

Ti allego anche una risposta dell'Antitrust ad un nostro utente (che aveva fatto un interpello nel 2017...) arrivata in questi giorni, proprio in merito a questa decisione dei notai dell'Emilia Romagna.
 

Allegati

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
L'acquirente ha parlato con il notaio che gli ha consigliato di farla e che testualmente ha detto " se fosse casa mia io la farei", quindi a 17 gg lavorativi dal rogito l'acquirente la vuole, ed io sono nella m... per trovare un professionista in Lombardia che me la faccia al volo. cosa consigliate?
 

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
30 giorni? mamma mia sono gia' disperata.. e fare il rogito nel frattempo e avere sta certificazione dopo e' possibile?
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
la certificazione è a tutela dell'acquirente in merito alle legittimità e conformità dell'immobile oggetto del rogito, quindi farla dopo non ha senso.
la soluzione è accordarvi o per evitare la certificazione oppure spostare la data del rogito a certificazione conseguita
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Si, forse l'opzione del cambiare il notaio optando con uno vicino è la più semplice da attuare .....
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
ci si accorda .......lo convince!
tanto il notaio in Emilia Romagna .......lavora in modo identico ad uno in Lombardia.
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Io sono d'accordo, ma se uno compra una casa a Catania e vuole fare il rogito a Napoli, secondo me, è fissato...
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
I tempi sono un po' troppo stringati, ma dipende anche dalla tempistica di accesso dei precedenti edilizi in Comune (va da 1 a 30 gg, dipende dal Comune) e dal tempo che ha a disposione il tecnico per far passare avanti la pratica (considerando anche le festività) per venire a fare i dovuti controlli sul posto.
Servono precedenti edilizi, visure catastali e scoprire se è presente o meno l'agibilità/abitabilità.
 

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
e'tutto aposto, l'acquirente e' fissato perche' nonostante abiti qui vicino pensa che tutti i notai in lombardia siano incapaci perche' l'ha sentito dire.... e il notaio l'ha solo consigliato, non potrebbe rifiutarsi di rogitare... e' il cliente che si e' fissato che vuole sta attestazione, vi assicuro che e' tutto in ordine e a posto.... buttiamo soldi e tempo per nulla ma non so come convincerlo
 

betboop

Membro Attivo
Privato Cittadino
Qualcuno sa postarmi un facsimile dell'attesato di regolarita' edilizia per vedere com'e' il documento?
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
Io ribadirei all'acquirente che l'ARE non è obbligatorio e pertanto se lo vuole deve farsi carico di incaricare un tecnico di sua fiducia che lo procuri, tu puoi eventualmente accordargli lo spostamento della data per il rogito o lasciargli una cifra in deposito, per un tempo massimo da stabilire, dal notaio a garanzia della conformità.
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Lo convinci se gli fornisci tutto il materiale (che spero tu abbia) da passare al suo tecnico di fiducia, altrimenti la vedo dura.
La conformità urbanistica e catastale cambia nome e traccia a seconda della Provincia, quindi dovresti perlomeno fornire di quale area si tratta.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno volevo chiedervi se e' possibile accedere in una compravendita tra srl e privato in cui il privato acquista un locale commerciale pagare l imposta di registro al 4% e non al 9% grazie a tutti
Salve, ho comprato una casa in asta e c’erano DIFFORMITÀ CATASTÒ k posso sanare con 1800 euro. Ho parlato con un geometro e mi ha detto k la spesa e di 10000 euro ....E possibile k la cifra detta nella perizia del tribunale e così poco o mio geometro k nn ha capito bene la situazione...
Grz mille chi mi da la risposta
Alto