1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lucida

    lucida Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    salve trovo molto utile questo spazio! mio padre 25 anni fa mi ha venduto la casa in cui abitavamo , ero maggiorenne . mi sono sposata ed ho acquistato una mia nuova casa . mio padre e' deceduto e nella casa e' rimasto mio fratello (60 anni) che lavora ed e' autonomo.
    ora io vorrei la mia casa per venderla o affittarla e mio fratello dice che non posso riaverla tutta perche' a lui non e' stato lasciato nulla e minaccia una collazione !
    mio fratello non ha avuto nulla perche' ha vissuto nella casa " di famiglia" per moltissimi anni e senza sostenere nessuna spesa . puo' avere qualche diritto dicendo che non c'e' stato un passaggio di soldi ? premetto che l'atto di vendita e' stato fatto in un noto studio notarile e trascritto subito dopo . al catasto ovviamente la casa risulta per intero intestata a me . non puo' vantare il diritto di usucapione perche' risultano dai bonifici bancari versamenti per pagare il condominio da parte mia . poi aggiungo che anche io ho vissuto nella casa di famiglia e non sono trascorsi 20 anni da quando mi sono creato una nuova residenza . grazie mille .
     
  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Scusa se non c'e' stato un passaggio di soldi qual'e' stato il corrispettivo della presunta vendita?
     
  3. lucida

    lucida Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    [DOUBLEPOST=1391284938,1391284903][/DOUBLEPOST]il passaggio di soldi e' venuto in un momento precedente come specificato
     
  4. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Sara' anche specificato ma non mi e' chiaro. In un momento precedente a cosa? Qui di chiaro c'e' solo tuo fratello che dice che cio' non e' avvenuto. E' possibile dimostrare questo pagamento a fronte dell'atto di vendita di 25 anni fa?
    Il prezzo di vendita era congruo ai valori di allora?
    Se la risposta e' affermativa per entrambe le ultime domande a tuo fratello non e' dovuto nulla in caso contrario potrebbe agire con azione di riduzione per integrare la lesione della sua quota di legittima a fronte di una donazione.
     
  5. lucida

    lucida Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    certo . con l'estratto conto della banca ! grazie mille per la sua risposta
     
  6. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ps ho supposto che vostro padre sia venuto meno visto che hai parlato di collazione.
    Altro dettaglio e' chiaro che i denari incassati non devono poi essere stati restituiti anche in un secondo momento a te.
     
  7. lucida

    lucida Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    si infatti avevo scritto " mio padre e' deceduto" . prima anche lui viveva li
     
  8. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Una curiosità ma perche' hai comprato quella casa visto che a quanto pare sei l'unica che ha vissuto poco li?
     
  9. lucida

    lucida Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    investimento per il futuro .
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina