1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno colleghi, ho bisogno di un consiglio legale. allora, contratto 4+4 senza clausole particolari.
    La settimana scorsa è mancato il conduttore e mi trovo a non sapere come comportarmi con i termini di disdetta e di rilascio dell'appartamento perchè, per mia fortuna, non mi era mai capitato.
    Gli eredi dovranno darmi 6 mesi di preavviso per il rilascio dell'immobile o in questo caso ci sono comportamenti diversi?
    Grazie mille per l'aiuto e buon lavoro!
    Marta
     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Beh, non è mai capitato nemmeno a me, ma per quello che ne so in caso di morte del conduttore gli eredi succedono nel contratto, che pertanto va avanti per la sua strada.

    Naturalmente gli eredi dovranno dare la disdetta.

    Poi sta alla sensibilità del locatore vedere come comportarsi
     
  3. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Certo, il locatore verrà sensibilizzto ma, coi tempi che corrono, mi ha chiesto di essere comunque tutelato il più possible...grazie mille!
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se mi ricordo bene (cosa che non è affatto detta! :^^: ) il contratto va avanti fino alla prossima scadenza quadriennale, e poi cessa. Gli eredi, eventualmente, dovranno stipulare un nuovo contratto! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  5. Francesca Cecchini

    Francesca Cecchini Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Bè, il contratto prosegue normalmente nei tuoi confronti, solo che il tuo obbligo di corrispondere il canone di locazione è nei confronti degli eredi e non più del proprietario deceduto.
     
  6. Id0

    Id0 Ospite

    Francesca ti stai confondendo.

    parere mio:

    Lui è l'AI, che ha fatto locare un appartamento.
    Il de cuius è il conduttore (non il proprietario), il proprietario vuole essere tutelato il più possibile.
    Se gli eredi erano conviventi (o la compagna-moglie-compaagno che sia convinvente la momento dell morte)saranno legati anche a quel contratto e per mandare disdetta (se vorranno) dovranno dare sei mesi. Se non lo erano (conviventi) il contratto si estingue per il venir meno di una delle parti. Ai fini della successione del contratto di locazione, credo che sia necessario poter provare l'abituale convivenza addirittura, non basta ad esempio esserci andati ad abitare nell'ultimo periodo pre-morte, magari per assisterlo. Una sentenza mi pare lo spieghi (Cass. 16/3/1995, n. 3074)

    Prima della 392/78 in caso di morte del conduttore gli eredi potevano dare disdetta secondo l'Art. 1614.
    oramai abrogat e ssostituito dagli artt. artt. 6 e 37 della legge sopra esposta.
    Quindi, nella fattispecie, se non conviventi: nulla devono, se lo sono il contratto continua senza interruzioni, per succesione.
     
  7. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Id0 grazie, mi sei stato di grande aiuto!
     
  8. Francesca Cecchini

    Francesca Cecchini Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Scusate, letto di fretta ed ecco il risultato! :shock:
     
  9. Id0

    Id0 Ospite

    Si era capito no preoccuparti :), io ho risposto benino solo perchè stanotte non dormendo facevo solo quello: rispondevo... di solito si è sempre di fretta!!!
     
  10. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    da quello che ho capito non ci sono eredi conviventi...perchè sennò questi subentrano di diritto nel contratto fino alla naturale scadenza...in caso invece il trapassato era solo il contratto è immediatamente risolto...la disdetta non è necessaria...bisognerà mettersi d'accordo con gli eredi per il rilascio dell'immobile ed ovviamente dovranno rispondere delle somme dovute alla proprietà fino al rilascio...bisogna pagare la tassa per chiudere il contratto registrato...e basta...figurati che a me ne sono capitati almeno una quindicina in questi anni di casi...negli ultimi tempi!
     
  11. Id0

    Id0 Ospite

    Cavolo, ricordati di non farti mai locare un immobile da te (come conduttore)! :D
     
  12. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    ...guarda che ho molti clienti vecchissimi....e dunque...
     
  13. Id0

    Id0 Ospite

    sìsì scherzavo :D (fiuuuuuuuuu) :^^:
     
  14. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :) si, l'inquilina viveva sola e i parenti non hanno interesse a continuare il contratto quindi prendo per buono che è immediatamente risolto.
    Grazie mille
     
  15. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Mi è capitato personalmente. Concordo con il collega. Gli eredi dovranno corrispondere il canone fino al rilascio dell'immobile (cioè fino a quando non lo svuoteranno completamente cantina compresa), saldare le eventuali pendenze (spese condominiali e riscaldamento) chiudere e saldare la TARSU, disdetta e saldo luce gas e telefono. Fai in modo che il proprietario possa avere le fotocopie di tutti questi pagamenti altrimenti in seguito potrebbero rivalersi su di lui........
    Buon lavoro
    Alessandra
     
  16. Marianna Giorgi

    Marianna Giorgi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In caso di morte del conduttore gli eredi subentrano nel rapporto di locazione e, dunque, in caso di recesso hanno l'obbligo del preavviso di 6 mesi (da darsi con lettera raccomandata) SOLO SE, al momento dell'acquisto della qualità di erede, sono ABITUALMENTE CONVIVENTI con il conduttore deceduto.
    Altrimenti, gli eredi non subentrano nel rapporto di locazione che si estingue; nè, conseguentemente, sussite a loro carico alcun obbligo di preavviso. (Cass.civ. 1995, n.623; Cass. civ. 1990, n. 11328; art. 6, L. 392/1978).

    Avv.- praticante Dr Marianna Giorgi
    presso studio legale, piazza Attias, 13, Livorno
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina