• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

giusepperi80

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
buongiorno vi devo sottoporre una caso:
casa indipendente data in appena comprata da genitori e data in comodato d'uso gratuito da genitori al figlio. Per i proprietari si tratta ovviamente di seconda casa mentre per il figlio si tratterà di casa in cui trasferire la residenza lui avendo nello stesso Comune altra abitazione intestata (al 50%) ma assegnata da un giudice all'ex moglie in fase di separazione
La casa necessità di lavori di ristrutturazione. Tali lavori verrebbero in parte fatti fare dai genitori /proprietari e in parte dal figlio/comodatario. tutti i soggetti possono usufruire delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione, ovviamente per la parte dei lavori da loro svolti e pagati? in poche parole i genitori sosterrebbero e detrarrebbero i lavori per rifacimento facciata e tetto, mentre il figlio quelli per il rifacimento interno con i relativi impianti. grazie
 

Marinauli

Membro Attivo
Privato Cittadino
Buongiorno,
Credo di si che possiate.
Il proprietario detrae anche se non vi ha la residenza il comodatario vi pone la residenza e quindi puo farlo pure lui.
Solo che secondo me ambedue devono partecipare insieme, magari per il 50 %.
Non è possibile secondo me pagare separatamente e avere le detrazioni per uno stesso immobile, quindi credo che si possa insieme concorrere ad avere le detrazioni che prevede la legge inserendo nel modulo di bonifico del pagamento i due codici fiscali, come si fa normalmente per i coniugi .
Accortezza maggiore è prelevare le somme dei pagamenti stesso c/c magari aperto per l occorrenza.
 

giuseppepacicca

Nuovo Iscritto
Professionista
S.O.S. E'stato registrato un comodato d'uso di una abitazione, in parziale errore, sul modello di scrittura, precompilato, nella prima parte, è stata iscritta: a) come comodante TIZIA , mentre in realtà è la beneficiaria come "comodataria", di seguito CAIO ( proprietario comodante) come comodatario. a fine pagina le firme invece risultano esatte nelle loro reali qualità di CAIO comodante e TIZIA comodatario. INOLTRE il mod 69 AdE risulta esatto nella compilazione e registrazione nelle rispettive qualità; cioè: soggetto nr. 1 Caio - dante causa, soggetto nr 2 Tizia - avente causa. Ufficio Tributi comunale non accetta l'atto ai fini IMU.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno ho bisogno un consiglio urgente per l’acquisto di una casa all’asta senza abitabilitá, la casa é al rustico finita al 50%, ho girato tante banche e non trovo una che può darci il mutuo, per il fatto che la casa manca di agibilità. Qualcuno che ha avuto la mia stessa esperienza puo dirmi una banca che da un mutuo di questo tipo?? No intesa, No Ubi, no BiperBanca
Aiutatemi stiamo impzzendo
darioM85 ha scritto sul profilo di Bagudi.
Buongiorno so che lei è un'esperta in edilizia convenzionata. Mi farebbe piacere avere un suo parere su una discussione hce ho appena creato Grazie.
Compravendita in edilizia convenzionata con preliminare firmato
Alto