1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nignetto

    nignetto Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Premettendo che questo è l ennesimo problema che devo affrontare dal compromesso al rogito per una casa in costruzione,l'ultimo è questo.riassumo:
    faccio il compromesso maggio 2010.rogito 1 settimana fa ,sede banca del costruttore.scelsi di accollarmi il mutuo del costruttore per una cifra di 150,00..30 anni tasso variabile,spread 1,35 euribor 3m..fin qui mi sembra bene dato che il tasso sembra ottimo...faccio il rogito e poi mi reco,insieme al mio garante,a fare le pratiche di mutuo.firma di qua e firma di la, l incaricata dice che ,per motivi tecnici interni,ora dobbiamo stipulare il mutuo con il normale tasso di entrata e poi fra 15 gg circa,dobbiamo ritornare per ritrattarlo al tasso precedentemente indicato.la cosa mi sembra già molto strana ma mi assicura piu volte che il tasso sarà quello promesso..cmq mi consegna il piano di ammortamento.premetto che sull immobile c'era un mutuo di 210 e io con assegno di 60 l ho ridotto a 150.sul piano attuale c' è scritto:

    -capitale residuo dopo la riduzione 150
    -interessi residui dopo la riduzione 141,195,90 (ossia?)
    -cliente indicizzato euribor 6Mesi scaglione 1 5,022%
    -rateo interessi: 242,73 su 29 giorni

    l'importo delle rate viene 807,25 ma qui la cosa strana:
    solo la prima rata che scade il 31/12/2011 viene 1635,88 (??)

    sinceramente questa cosa l ho notata solo ieri,chiamo la referente e mi dice che questo è dovuto al fatto
    che il costruttore ha fatto il frazionamento i primi di novembre e da li si paga la rata del mutuo aggiungendo che è una cosa che dipende dal costruttore non dalla banca,sentire lui.a me sembra una cosa dell altro mondo,io mi rogito e accollo il mutuo i primi di dicembre e devo pagare la rata di novembre ??!!
    aggiungo che sul compromesso c'è scritto (già pagate) che devo pagare interessi antic. fondiaria,spese accensione mutuo e altro connesso,spese accatast e frazionamento e allacci.

    vi prego illuminatemi perchè sembra tutto molto molto strano!!grazie

    Aggiunto dopo 12 minuti...

    ..dimenticavo.anche il notaio era stato imposto,assicurandomi che il prezzo era buono.... 3500 è normale?
     
  2. Robidamatti

    Robidamatti Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Ci sono alcune cose che non riesco a capire, se hai fatto il rogito una settimana fa , a quella data dovresti aver fissato il capitale residuo da rimborsare a tuo carico.
    A questo punto dovresti avere una certezza : condizioni economiche e capitale residuo !!
    Se il costruttore ha atto il frazionamento un mese prima il problema non è tuo, tu paghi gli interessi concordati dal giorno dell' atto in poi.
    Fai molta attenzione non vorrei che la Banca cercasse di addebitarti degli oneri a carico del costruttore, fatti seguire da un buon mediatore creditizio in zona facendogli vedere tutta la documentazione in tuo possesso e/o andando direttamente in Banca.
    Saluti

    Robidamatti
     
  3. tytty

    tytty Membro Junior

    Privato Cittadino
    non è che nella prima rata ci sono le spese della pratica x l'accollo mutuo ?:shock::shock:

    e poi cosa c'entra la prima rata duplicata con il frazionamento ?

    ma sul compromesso non c'e la clausola dell'accollo mutuo ?se c'e cosa c'e scritto ? comunque x regolarità dovrebbe esserci
     
  4. farfora

    farfora Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno Nignetto,
    relativamente al punto "l' incaricata dice che ,per motivi tecnici interni,ora dobbiamo stipulare il mutuo con il normale tasso di entrata e poi fra 15 gg circa,dobbiamo ritornare per ritrattarlo al tasso precedentemente indicato.la cosa mi sembra già molto strana ma mi assicura piu volte che il tasso sarà quello promesso..." posso sapere come è andata finire?
    Ci troviamo nella tua stessa situazione e la banca pretende la sottoscrizione dell'accollo del mutuo alle condizioni peggiorative sancite nell'atto di frazionamento, effettuato il giorno prima del nostro atto di acquisto, sulle quali chiaramente si sono ben guardati dall'informarci. La banca sostiene che subito dopo il tasso verrà riportato alle condizioni iniziali ... Grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina