Acquisto immobile C/

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Mi viene proposto per un immobile un compromesso, con disponibilità immobile al compromesso, ma rogito a tre anni,per evitare plusvalenza al venditore. Che tutela e rischi e quali atti per evitarli.
 

ferruccio

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Mi viene proposto per un immobile un compromesso, con disponibilità immobile al compromesso, ma rogito a tre anni,per evitare plusvalenza al venditore. Che tutela e rischi e quali atti per evitarli.
I rischi sono legati principalmente alla somma che dai in acconto;
se la casa non ha ipoteche ma è quindi libera, direi che trascrivendo il preliminare li elimini quasi tutti.
Tieni conto che il preliminare trascritto ha validità fino a 3 anni dalla stipula.
Se la casa è ipotecata il discorso si complica e ci sono tanti altri aspetti da considerare.
 

cristian casabella

Membro Senior
Agente Immobiliare
Ci sono pure acquirenti che chiedono questa formula, per poter accorciare l'importo del mutuo...o per altri motivi
A mio parere, come già detto da altri, con uno sconto in proporzione al risparmio fiscale del venditore e con le dovute garanzie non sono cose troppo rare ma comunque accettabili. Magari senti qualcuno di esperto per vedere che tipo di contratto vorrebbero fatti firmare prima di firmarlo
 

brina82

Membro Storico
Professionista
Ci sono pure acquirenti che chiedono questa formula, per poter accorciare l'importo del mutuo...o per altri motivi
A mio parere, come già detto da altri, con uno sconto in proporzione al risparmio fiscale del venditore e con le dovute garanzie non sono cose troppo rare ma comunque accettabili. Magari senti qualcuno di esperto per vedere che tipo di contratto vorrebbero fatti firmare prima di firmarlo
A mio modo di vedere, lo sconto deve essere importante.

Si compra spesso col sentimento e non sempre con la razionalità necessaria.

Emotività e razionalità. Si dovrebbe comprare col 100% di razionalità, ma non è mai/sempre così.

Tuttavia, dopo qualche tempo, poniamo 6 mesi o un anno, si acquista la piena consapevolezza anche di quelli che sono i difetti della casa, e fermorestando la situazione contrattuale, meglio evitare di lasciare spiragli per eventuali ripensamenti.

E in effetti se la prassi vuole che si saldi a rogito, con scambio monetario e consegna delle chiavi, un motivo ci sarà. Per tutte quelle situazioni diverse sono previsti degli sconti, ritengo.
 

ferruccio

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Richiesta insensata dal punto di vista dell'acquirente, a meno di sconti.
@brina82 , @Acquisto immobile C/ dice che la richiesta di posticipare l'atto è per evitare plusvalenze (forse per rivendita prima dei 5 anni?) ; come contropartita (forse, da come riferisce @Acquisto immobile C/ ) il Venditore darebbe il possesso al preliminare.

Quindi chiedo, @Acquisto immobile C/, è così?
- Se è così, quanto ti ha chiesto di acconto?
- Hai accertato che la casa sia libera da ipoteche? (o ci sono mutui etc.?)

In definitiva, se la casa ti piace e sei convinto, l'acconto che ti chiede è congruo, ti dà il possesso anticipato, non ci sono ipoteche, trascrivi preliminare, direi, che i rischi sono molto molto ridotti, pari quasi a zero.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità
Alto