1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sanmon

    sanmon Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve il mio quesito è il seguente : 1) è indispensabile nel contratto specificare l'uso a cui è destinato l'immobile commerciale (ristorante ,market, negozio abbigliamento ecc...) ? 2) è indispensabile dichiarare che l'immobile è conforme e a norma con la legge edilizia e urbanistica ? (si tenga presente che l'immobile non ha attualmente l'agibilitá) . Si può cederlo in comodato d'uso ad una società che è amministrata dalla stessa persona e cioè il comodante il comodatario sono la stessa persona?
    Grazie .
     
  2. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao, rispondo di seguito ai tuoi quesiti:
    1) è opportuno ma non necessario;
    2) non è indispensabile;
    3) se l'amministratore NON è anche socio, si tratta di soggetti del tutto distinti; ugualmente distinti se trattasi di una società di capitali (spa o srl); l'unico problema che potrebbe porsi, in astratto, è quello relativo un eventuale conflitto di interessi fra la società e l'amministratore.
     
  3. sanmon

    sanmon Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Volevo specificare che il comodante A è persona fisica il locale in questione è di sua proprietà mentre il comandatario è una società srl amministrata sempre da A che è anche socia insieme ad altre persone.
     
  4. Key

    Key Membro Attivo

    Altro Professionista
    Bravo tu sei il proprietario e tu amministri la societa che grdtisce il locale.
    Perfetto il comodato d uso gratuito.
    Ma se un giorno vuoi uscire dalla societa ,cedi la tua quota, ti ritrovi con il tuo locale senza affitto.
    Non e'meglio far pagare l affitto e amministrare la societa a titolo gratuito.
    Cosi ti togli pure la rogna inps.
    I tuoi soci non credo obiettino nulla in merito.
     
  5. sanmon

    sanmon Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusate Nel contratto di comodato è obbligatorio inserire la data dell'inizio del comodato?
    Può presentarsi un problema di conflitto d'interesse in quanto comodante A è persona fisica il locale in questione è di sua proprietà mentre il comandatario è una società srl amministrata sempre da A che è anche socia insieme ad altre persone?
    Grazie per l'aiuto .
     
  6. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Allora non ci sono problemi dal punto di vista della validità / efficacia del negozio giuridico: la società è di capitali (quindi soggetto distinto dal proprietario del bene) ed il bene appartiene alla persona fisica (quindi la concessione del godimento a titolo gratuito è un beneficio per la società, ragion per cui non si può ipotizzare alcun conflitto di interessi).
    Sì, anche perché dovrete registrarlo e quindi farete assumere data certa alla scrittura privata .
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    e se manca l'agibilità, quale permesso vi rilascia il Comune
     
  8. sanmon

    sanmon Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'agibilità se non c'è la chiederà il comodatario o ci potrebbero essere problemi ?
     
  9. luczan

    luczan Membro Junior

    Altro Professionista
    Riguardo la possibilità di comodato di beni dell'amministratore alla propria società è interessante la recente sentenza della Cassazione n. 1859/2014 di cui qui si trova il commento.

    http://www.studiocerbone.com/ristru...lita-IVA-cassazione-sentenza-n-1859-del-2014/

    Per la Cassazione sussiste inerenza e diritto alla detrazione IVA ed il contratto di comodato è lecito (anche per la giustizia comunitaria):

    "L’alterità dei due di soggetti, infatti, rende del tutto giustificabile un interesse economico contrapposto degli stessi, idoneo a giustificare il contratto sul piano economico-giuridico, atteso che, in siffatta ipotesi, mentre il comodatario ottiene il diritto di disporre di detto appartamento al fine di utilizzarlo per la propria attività economica per la durata del contratto, senza essere tenuto a pagare un canone di locazione, il proprietario, dal canto suo, recupera l’appartamento ristrutturato alla fine del contratto medesimo (C. Giust. 26.9.13, Serebryannay vek, C-283/12)."
     
  10. ginopilotino

    ginopilotino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    questa sentenza cosa comporta? Resta valida la risoluzione dell'AdE che attribuisce il reddito al proprietario?
     
  11. luczan

    luczan Membro Junior

    Altro Professionista
    Esistendo un interesse economico contrapposto il contratto è valido. Almeno per il quadro normativo attuale. Riesce pertanto difficile che l'AdE riesca in sede contenziosa a far valere quanto sostenuto dalla Risoluzione.
    D'altronde è anche una scelta discrezionale che la stessa opererà sul piano concreto, caso per caso - riservandosi la facoltà di accertare o meno.
    Siamo nelle sabbie mobili.
    Nessuno potrà dire con certezza cosa fare ed ognuno dovrà valutare la propria situazione assumendosene la responsabilità e precostituendosi idonee e sostenibili prove in caso di contestazione (sia chiaro: nessun professionista o consulente se ne assumerà la responsabilità) ..... purtroppo è anche vero che l'Amministrazione Finanziaria diciamo sempre alla ricerca di nuova materia imponibile "gioca" con una certa disinvoltura forzando le interpretazioni, in tal modo andando soprattutto a colpire quelli che pur dalla parte della ragione, nel dubbio o per paura desisteranno, anche per evitare un contenzioso che ha un costo certo per il contribuente e pressochè nullo per l'A.F.
    Naturalmente questo non è certo da Stato civile e bisogna prendere atto della realta: contribuente e A.F. non sono di fatto sullo stesso piano ............
    A buon intenditore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina