1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Da aprile all'ufficio condono di Roma rilascia un agibilità unica per tutto lo stabile se quest'ultimo non abbia in precedenza alla data del 5 aprile 2012 un appartamento con il relativo certificato di agibilità.
    nella palazzina ci sono 14 App. di cui 10 con concessione gli altri 4 no. Il proprietario mi riferisce che i 4 proprietari (Anziani) non hanno intenzione di pagare (diritti -bolli-oblazione ecc.) e di ritirare il relativo documento.Ma non è possibile che per richiedere un certificato ora si debbano spettare tutti gli altri..... e se quest'ultimi non ritirassero mai????? Teoricamente anzi praticamente non riusciranno mai a prendere l'agibilità con questa nuova normativa.Alla faccia della esemplificazione.
     
  2. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Premesso che l'agibilità è sempre stata relativa all'intero edificio e non al singolo appartamento.

    Bisognerebbe veder se il debito è solidale. Cioè potreste dovreste pagare in 10 e poi rivalervi ipotecando i quattro appartamenti. Non è materia che conosco e non mi voglio arrogare ruoli di superconsulente, ma capisco che avete ragione e sono sicuro che la legislazione adeguata esista. Si tratta di trovarla.
     
  3. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    in sanatoria prima di aprile era concesso anche al singolo appartamento!ora non più. è dal 89 (condono85) che aspettavano la concessione e solo nel febbraio 2012 dopo anni e anni di lettere e proteste indirizzate al ufficio condono sono riusciti a ritirarla (inspiegabilmente la pratica era sempre ferma)ora vaglielo a dire che x quest'ultimo certificato aspetteranno a mio parere un bel po........
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ti ripeto non conosco la materia, ma se c'è da aspettare, si dovrà aspettare. L'abitabilità di per sè non blocca nulla. Quale è il problema ?
     
  5. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il certificato di agibilità (ex-abitabilità) è rilasciato per titolo di costruzione, e quindi per i 10 appartamenti con concessione (concessione edilizia o concessione in sanatoria? :confuso:). I 4 che non hanno concessione sono abusivi, ed in quanto tali non possono richiederlo!
    Se la casa che stai trattando ricade fra queste ultime lascia perdere, se è fra le altre puoi parlare con il notaio della parte acquirente e vedere se si accontenta di una dichiarazione di un professionista che dichiari che nulla-osta al rilascio del certificato, qualora si decidesse di richiederlo.
    Dovrebbe bastargli, visto che l'agibilità non è comunque un requisito essenziale per la vendita ..... quando mi capita io faccio così! :occhi_al_cielo:
     
    A H&F piace questo elemento.
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    :ok:
     
  7. seiya79

    seiya79 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    prima di tutto Buon ferragosto a tutti i membri del Club e forum :) è un immobile dei 10 in concessione. Non prendo incarichi senza concessione;ultimamente ho riscontrato che alcuni Notari fanno un po di storie anche con la dichiarazione di un tecnico.
     
  8. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Riprendendo l'interevento di Zucchetti, che ho cià condiviso.
    Ti cito ciò che a me risulta :
    Il notaio, in caso si assenza della agibilità, non può rifiutarsi di rogitare se le parti vogliono farlo. L'unico dovere che avrebbe il notaio sarebbe quello di fare notare alla parti la circostanza dell'assenza dell'agibilità e riportare in atto l'espressa volonta delle parti a procedere al rogito. In questo caso il compratore accetta l'onere di proseguire la pratica di rilascio dell'agibilità, a sua cura e spese, o richiede al venditore un deposito pari all'onere previsto e lascia al medesimo venditore la cura di procurarsi l'agibilità. Deve cioè essere precisato, che è noto alle parti che manca l'agibilità ( il notaio è così a posto) e chi si assume onere e cura di procurarsi successivamente il certificato di agibilità ( così non nascono future liti fera le due parti ).

    Poi la vita continua indisturbata, come pure quella dei veccietti che non hanno neanche la concessione e non sembra se ne preoccupino più di tanto.

    Seya 79 dice che : alcuni notai fanno un pò di storie....
    Molti notai non fanno storie, ma fanno rogiti. Basta fare un giro di telefonate.
    Ti ripeto, salvo nuove leggi di queste settimane a me non note : il notaio non può rifiutarsi di fare il rogito.
    E' ovvio che il compratore non deve "fare storie" e volere proseguire nel suo acquisto con il problema dell'agibilità.
    Il parere del tecnico sarebbe utile al compratore per avere la certezza della possibilità di rilascio dell'agibilità, dal punto di vista tecnico e formale.

    Aggiungo una nota, di cui dovrei vergognarmi un pò, ma perchè non denunciate, per la mancanza di concessione, alle autorità competenti i 4 vecchietti "avari".
    Arrivano i vigili urbani e sistemano la cosa.
    E così si ha la totalità delle concessioni per il certificato.
    I vecchietti non possono bloccare un intero edificio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina