1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. enzomici

    enzomici Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    ho 63 anni e vivo lontano dai genitori di 88 e 87 anni viventi e ho altri 3 fratelli e 1 sorella.
    Tempo addietro sono venuto a conoscenza di una donazione o vendita di un appartamento fatta da mia madre , in favore dell'ultimo dei figli.
    Non è chiaro se si tratta di donazione o vendita ma, resta il fatto che il tutto è stato avanzato all'insaputa degli altri figli.
    Ci abita da ben 9 anni senza aver mai versato un euro di canone di locazione e per di più, 6 anni fa, ha ristrutturato l'intero appartamento di 127 mq con una spesa complessiva di 95 mila euro ( chiaramente sempre all'insaputa degli altri fratelli).
    La transazione non è stata possibile in passato in quanto questo mio fratello era separato legalmente dalla moglie ( in comunione dei beni ), non ha quindi potuto portare a termine la donazione o l'acquisto che sarebbe potuta andare in porto dopo l'avvenuto divorzio. L'appartamento in questione fu valutato 180.000 euro e mi chiedo se gli altri fratelli compreso me, erano in diritto di sapere di questa procedura ed eventuali diritti di oneri.
    E' chiaro che per questa azione, senza consultare tutti i componenti la famiglia, sono sorte delle discussioni poco ammirevoli ma sembra che mia madre non demorde e continua sulla sua scelta.
    Premetto che siamo sempre stati una famiglia unita con scelte fatte sempre nell'unità e il benessere di tutti ma questo caso lascia intendere che la perfezione e giustizia sono solo nell'immaginazione fino a che non si intaccano gli interessi.
    Ciò che mi chiedo è:
    Può mia madre donare o vendere ad uno solo dei figli un appartamento senza consultare gli altri?
    Se cosi fosse, abbiamo noi restanti diritto a qualcosa?
    Se non fosse ancora stata redatta la donazione o vendita, deve mio fratello beneficiario pagare per l'intero periodo di locazione usufruito senza alcun documento comprovante la dimora gratis?
    Per ultimo: all'atto della donazione o vendita, possiamo noi altri figli far richiedere una ulteriore rivalutazione pur se l'appartamento è stato ristrutturato a suo tempo dal beneficiario?
    Un infinito grazie a chiunque possa darmi delle risposte.
    Enzo
     
  2. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non sono avvocato, ma in linea di principio ritengo che sua madre, se l'immobile è di sua libera proprietà, possa decidere di darlo in uso, venderlo, locarlo come meglio creda. Voi come eredi avete la possibilità di opporvi ad eventuali atti di tua madre che intacchino il patrimonio destinato alla legittima nei vostri confronti (opposizione alla donazione, verifica che la vendita non sia un atto simulato o con un forte squilibrio di prestazioni). Per sapere se l'immobile è stato venduto o donato basta una semplice visura in Conservatoria.
    Per la questione affitto, nel caso l'appartamento fosse ancora di proprietà di sua madre, non credo possiate opporvi al fatto che vostra madre disponga di concedere gratuitamente l'uso dell'immobile a vostro fratello, fratello che per di più mantiene se addirittura non accresce il valore dell'immobile con la ristrutturazione. La casa è di sua proprietà e non pregiudica la potenziale quota di patrimonio destinata alla legittima Nel momento in cui erediterete l'appartamento potrete chiedere a vostro fratello un canone di locazione o la liberazione in base agli assetti della proprietà derivanti dalla successione.
    La rimando comunque al parere di un avvocato o notaio esperto di diritto successorio ricordandole che in via generale i diritti successori sorgono solo alla morte del "de cuius"; una buona programmazione può evitare liti ed incomprensioni, ma non per questo si può mettere sotto tutela persone ancora capaci di agire e scegliere.
     
    A Alessandraa piace questo elemento.
  3. enzomici

    enzomici Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  4. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    mi associo in toto, complimenti per la spiegazione!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina