1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti.
    Avrei da porvi un quesito e capire come voi agireste.
    Alla fine di novembre 2008 ho accompagnato una coppia a visionare una villetta ,hanno firmato la dichiarazione di visita e sia sul posto sia successivamente in ufficio hanno ricevuto esaurienti informazioni sull’immobile ed hanno ritirato le planimetrie. Anche per il ritiro delle planimetrie hanno firmato dichiarazione di ritiro.
    L’immobile in oggetto ,in quel momento ,rientrava in un fallimento (dell impresa costruttrice) ed il proprietario (sin dalla data della costruzione e tra l’altro avvocato) stava completando la pratica di riacquisto con il curatore fallimentare
    .La trattativa con la coppia intanto si era “raffreddata”perché venuti da me a conoscenza della presenza del fallimento ,anche se con la spiegazione dell’imminente riacquisto da parte del propietario e la consequente risoluzione di ogni problema .Li invitai anche a chiedere spiegazioni al notaio incaricato.
    Il proprietario definì il riacquisto a fine dicembre 2008 ma per mancanza di liquidità si fece aiutare da un terzo a fronte di un compromesso di vendita.(operazione fatta da questultimo solo per guadagnarci) Naturalmente io non mi feci pagare da nessuno (non ho fatto io il preliminare ma soprattutto per non creare problemi data l‘operazione fatta per liquidità) con l’accordo verbale di continuare a trattare l’immobile di cui ho ancora le chiavi.
    Nel mese di marzo rincontrai la coppia durante la visione di un altro immobile .Mi dissero che la villetta gli era rimasta nel cuore ma che avevano soprasseduto per i problemi su esposti. Li rassicurai sulla loro risoluzione e immediatamente mi riproposero il loro interesse e vollero rivedere la villetta. Io fui d’accordo (non feci rifirmare la dichiarazione di visita), durante la visita arrivò la persona che aveva fatto il preliminare .SI presentarono cordialmente e tutto fini lì(la cittadina dove lavoro non è grande e bene o male si conoscono tutti). La coppia era entusiasta e immediatamente mi invitarono a visionare un loro immobile che avrebbero voluto vendere. Dopo la visita ci lasciammo con l’accordo di rivederci in ufficio dopo due giorni. Da quel giorno non li ho più sentiti ne visti nonostante le mie chiamate sul cellulare (conoscono il mio numero).
    Il mio timore ? Quello che concludano da soli scavalcandomi. Ne sono quasi certo.Non temo l’avvocato che dovrebbe essere un galantuomo, ma mi crea disagio il terzo.
    Vi preciso che a tuttoggi è proprietario (visura) l’avvocato. Non ho incarico scritto .Sull’immobile ho fatto una ventina di appuntamenti tutti con dichiarazione di visita.Ho i documenti dell’immobile. Mi sono sentito (come incaricato dell'avvocato)e visto più volte con il notaio che ha fatto l’atto con l’avvocato e la curatela.
    Cosa potete dirmi? Ciao.
     
  2. tempozero

    tempozero Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Credo che, ragionevolmente, una telefonata all'avvocato, che conosce le prerogative della nostra professione, potrebbe delucidarti su eventuali tentativi di saltafosso da parte degli acquirenti ( in caso positivo, anche da parte sua, ma non puntualizzerei ) informandolo che saresti molto dispiaciuto della possibile causa che andresti ad aprire immediatamente nei confronti degli acquirenti ( se un avvocato non è stupido, coglierà il messaggio subliminale indirizzato anche a lui).
    Detto questo, aspetterei le eventuali reazioni, comportandomi, poi, di conseguenza.
     
  3. Nicola Ferraro

    Nicola Ferraro Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    sempre la solita questione , anchio holavorato per tre anni così ed ho riscontrato che al momento della trattativa seria mi scavalcano tutti , allora ho preso una decisione , se mi danno l'autorizzazione e firmano il mandato per 12 mesi allora propongo l'immobile anche se dovrò senza vendere per mesi - Diversamente fanno tutti i furbi sia il venditore che il compratore per po risparmiare qualche migliaio di Euro - E mi rivolgo a tutti gli AI dobbiamo cambiare sistema anche se ci vuole tempo, ma dobbiamo cambiare --Colamais
     
  4. Manlio

    Manlio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    :applauso: Nicola.
    Da queste parti però non lo capiscono,vivono giorno per giorno nella frenesia del lavoro e il tempo passa.Poi basta fare una vendita,incassare qualche migliaio di euro e pensano"cambiare?Non mi conviene".
    Purtroppo è così!Sono inchiodati al vecchio sistema anche se lavorano sapendo che qualcuno farà il furbo e non vorrà pagare la "provvigione".
    Manlio
     
  5. Pasqualita

    Pasqualita Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    dunque Domus ,mi sembra di capire che sei in buoni rapporti con l'avvocato/venditore, e allora fatti dare un incarico scritto per la vendita, oppure, sempre per iscritto,consegnali una lista con i nominativi di chi hai portato in visita nell'immobile e fattela firmare per presa visione. e se proprio non vuol firmare nulla bhe allora procurati un bel "cannamozza" e si convince ! :sorrisone:
    quando son proprio duri bisogna "ammorbidirli".
     
  6. paola.malvezzi

    paola.malvezzi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    BUONGIORNO A TUTTI, MI RISULTA CHE IN CASO DI VISITA E DI CONSEGUENTE RAPPORTO FIRMATO , IN CUI SI DICHIARA CHE LA VISITA E' GRATUITA, IL C.C.ALL'ART. 1755 L'AGENTE O L'AGENZIA, AVRA' DIRITTO ALLA PROVVIGIONE PURE, QUALORA , SUCESSIVAMENTE ALLA VISITA NON VENGA CONFERITO ALCUN INCARICO E L'AFFARE VENGA CONCLUSO DIRETTAMENTE CON IL VENDITORE O LOCATORE ANCHE SENZA CHE L'AGENTE /AGENZIA SVOLGA ALCUN ALTRA ATTIVITA', AL DI LA DI QUANTO PREVITO DA UN EVENTUALE INCARICO DI MEDIAZIONE ....VERO???
     
  7. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Innanzi tutto grazie a tutti gli intervenuti .
    Per Tempozero ,buonissima l’idea della telefonata ma io non temo l’avvocato (forse pecco di ingenuità o forse ho un altissimo senso dell’onore) ma il terzo che è un farmacista conoscente dell’avvocato (per intenderci uno che ha approfittato della situazione, ha messo dei soldi a fronte di compromesso e si è immediatamente calato nei panni di mediatore anche perché faceva appuntamenti per vendere la villetta ) che ha conosciuto la coppia interessatissima all’acquisto e come ho già detto lavoro in una cittadina dove tutti conoscono tutti …………………Ciao
     
  8. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ma se il terzo ha sottoscritto un preliminare con l'avvocato e questi gli ha rilasciato la procura a vendere?
    Altrimenti non capisco perchè si sia presentato con i tuoi acquirenti.
    Io ribadisco sempre lo stesso concetto, se i clientni hanno la villa nel cuore non se la faranno scappare, allora si subito attivo,
    informlai che sono tuoi clienti per un anno come prevede la legge, non aver timore di perderli per una telefonata antipatica
    è una telefonata chiarificatrice del tuo lavoro, se non la comprano non la volevano, ovvio che se non ti fai sentire provano a risparmiare
    la tua parcella adducendo magari ( con falsa ingnoranza) che per loro il propietario ora è un altro e non quello che gli presentasti tu.
    Non mi faccio piu prendere da remore morali per una telefonata che con i dovuti modi salvaguarda il mio lavoro, azz viviamo di quello.
    Auguri.
    Ciao Roby.
     
  9. Pasqualita

    Pasqualita Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ma il proprietario è l'avvocato ? ebbene deve rispondere lui.Al farmacista/mediatore digli che si pigli una purga,così magari si scarica pure l'ingordigia che ha. :sorrisone:
     
  10. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    OK PAsquilita ma se a fronte del preliminare per "salvarlo" gli ha dato procura a vendere.
    Scommetto che è cosi.
     
  11. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @ paola
    per favore usa il minuscolo ... nel forum usare il maiuscolo equivale ad URLARE! :shock: :shock: :shock: :risata:

    Grazie della comprensione

    ;)
     
  12. tempozero

    tempozero Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    va bene, ma si da per presupposto che l'avvocato, essendo ancora proprietario dell'immobile, si potrebbe, suo malgrado, trovare nella condizione di doverti riconoscere la provvigione, senza sapere nulla o quasi delle trattative portate avanti dal farmacista. Quindi, se in buona fede, dovrebbere chiedere conto al farmacista e poi farti sapere.
    Pongo però una questione a tutti: se il farmacista ha la procura a vendere, pur essendo proprietario l'avvocato, in caso di vendita diretta da parte del farmacista, chi dei due dovrà riconoscere la provvigione?
    Io penso comunque l'avvocato, che però potrebbe anche non essere messo al corrente dell'avvenuta compravendita. :occhi_al_cielo:
     
  13. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ringrazio ancora tutti gli intervenuti .
    A proposito della procura ,se il farmacista dovesse averla già (o nel caso se la facesse fare) e nel caso in cui stipulasse lui il rogito ,agirebbe sempre e comunque in rappresentanza dell’avvocato (intestatario in conservatoria).Non credo proprio che si intesterà l’immobile sia per il costo dell’atto sia per le plusvalenze. Mi sa proprio che prenderò in mano il telefono per le spiegazioni di rito.
    Comunque mi è tornato il buonumore grazie a Pasqualita che ba parlato di purga e mi ha ricordato che esiste sempre il “cannemozze”……………..Saluti a tutti.
     
  14. Pasqualita

    Pasqualita Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao Domus,
    sempre a disposizione per quanto riguarda "consigli", basta che non cercate Dineros (ahimè ho la mano monca) eheh eheh :occhi_al_cielo:
     
  15. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Secondo il mio modesto parere dovresti parlare chiaramente e fermamente con il farmacista e fargli capire che tu sei l'intermediario nella compravendita e che gli acquirenti sono tuoi clienti già da prima che intervenisse lui(potresti anche mostrargi il foglio di visita firmato).
    Poi dovresti cercare di capire a che titolo lui sta vendendo l'immobile, se in qualità di promissario acquirente(con solo scrittura privata, e non con atto notarile), oppure quale mandatario dell'avvocato in virtù di procura a vendere, con o senza obbligo di rendiconto.
    Se il farmacista dovesse risponderti:
    - che lui sta vendendo in qualità di promissario acquirente; - che ha già pagato l'intero prezzo all'avvocato; - che non ha stipulato la compravendita perchè deve rivendere per guadagnarci su;
    beh, in tal caso, credo proprio che ti dovresti mettere daccordo con lui per eventuale commissione d'intermediazione, semprechè voglia riconoscerti amichevolmente una percentuale (tu non sei mai stato incaricato da lui per la vendita).
    Se invece ti dice che sta agendo in qualità di mandatario dell'avvocato, o quale procuratore (è probabile che possa non esserci procura perchè sicuramente hanno sottoscritto scrittura privata dove l'avvocato si obbliga di acquistare per sè o per persona/e da nominare al momento dell'atto pubblico, e si spiega quindi il perchè la villetta risulti ancora intestata all'avvocato) in virtù di procura (sicuramente con rendiconto), in tal caso non dovresti temere nulla perchè è l'avvocato che dovrà riconoscerti la provvigione, semprechè non tiri fuori il fatto che deve pagare il farmacista perchè gli ha dato la possibilitò di concludere la vendita.
    In tale spiacevole caso, accontentati di incassare almeno le provvigioni della parte acquirente.
    Per la parte acquirente, e per conoscenza alla parte venditrice, dopo aver meglio capito la situazione, ti consiglierei di inviare raccomandata in cui li avvisi che la trattativa si dovrà concludere con il tuo intervento, eventualmente avvisando di adire le vie legali in caso contrario.
    :rabbia: Alle volte usare un pò di cattiveria non guasta. :ok:
     
  16. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    :festa:
     
  17. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  18. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Osammot non sono d'accordo.
    Nel momento in cui il farmacista apre la porta ad una persona qualificata come AI che accompagna dei clienti a visitare il suo immobile conferisce all'agente un incarico a vendere, verbale, ad personam.
    Questo significa che per la vendita effettuata con quei clienti anche lui riconoscerà provvigione.
     
  19. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Roberto ti è sparito l'avatar :shock:
     
  20. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ho provato ad inserire il faccione ma non riesco a comprimerlo a meno di 21 k :disappunto: e immobilio non lo vuole. :?
    Ora riprovo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina