1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Situazione: 3 fratelli; solo uno è sposato; in tutto 4 vecchietti (3 uomini e una donna).
    Un fratello e la donna sono sposati, e hanno una figlia.
    I 2 fratelli non spostati non hanno altri parenti discenti - solo ascendenti, credo - rispetto alla figlia del fratello sposato.
    Si avviano, i 4, alla vecchiaia: qualche acciacco, e l'autonomia personale che si assottiglia sempre di più.
    In tutto hanno 4 case proprietà, una intestata per ogni vecchietto/a.
    Cosa essenziale: c'è buona armonia tra tutti.
    Il tutto andrebbe, un domani, in successione ad una unica persona, la figlia dell'unico fratello sposato.
    I fratelli non sposati lasciano in eredità agli altri fratelli, e quello spostato, il più giovane, è l'unico a lasciare alla propria figlia.
    Ora, la figlia vorrebbe utilizzare, oggi, le pensioni dei 4 vecchietti per assisterli con due badanti e governante, spingendoli a vivere vicini ed affittando per loro una grande casa (ognuno con la propria autonomia di cose, affetti, oggetti, ecc.; diciamo una sorta di "residence familiare"; in sostanza, una soluzione ottimale e armoniosa).

    Ma la figlia vive in altra regione, e teme che dopo che ha avviato il tutto, badanti e governante possano fare firmare, in sua assenza, qualcosa ai 4 vecchietti (anche separatamente, dato che ognuno è proprietario di una casa).

    Come può la figlia garantirsi?

    Io pensavo a questa soluzione: la figlia si fa delegare oggi dai 4 a riscuotere le 4 pensioni, mette tutto su un conto dedicato a questo scopo e avvia il tutto (affitto, badanti e governante, utenze, ecc. ecc.), ma si fa anche contestualmente donare oggi la proprietà delle 4 case (finora intestate una per ogni vecchietto), mettendole magari a rendita con gli affitti; in questo modo i vecchietti, non più titolari di proprietà, non possono farsi turlupinare nulla da badanti e governanti e altri.


    Avete qualche consiglio?

     
    Ultima modifica: 16 Gennaio 2014
  2. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Consigli per non far turlupinare i vecchietti moltissimi...... in primis tenersi i soldi in tasca e non donare nulla a nessuno............ dalle mie parti si dice: "fatto il miracolo gabbato lu santo".

    Smoker
     
  3. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Lasciare ai vecchietti solo l'usufrutto
     
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  4. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    con annotazione nel titolo costitutivo di divieto di alienazione dello stesso titolo
    (1002, 1350 n. 2, 2643 n. 2, 2810) altrimenti è possibile cedere il diritto di usufrutto

    Altrimenti il diritto di abitazione non è vendibile e non prevede che gli immobili possano essere affittati (c'è l'Uso ma non il Frutto derivante dall'immobile)
     
    A topcasa piace questo elemento.
  5. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Valutare di costituire un immobiliare e conferire a questa gli immobili? Un commercialista saprebbe consigliare forme societarie che possono garantire il pieno controllo dei beni e redditi derivanti che per statuto potrebbero essere destinati al mantenimento degli attuali proprietari finchè in vita.
     
  6. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie dei suggerimenti!

    Mi potresti dare qualche delucidazione in più? I numeri che hai citato cosa sono?
    Se ho capito bene, il diritto di usufrutto è cedibile tramite vendita e successione, dunque la figlia, benché subentrata nella proprietà delle 4 case, rischia i vecchietti cedano, a mezzo testamento olografo, l'usufrutto alla badante?

    Se capisco bene, tu dici di conferire tutti i beni immobiliari ad una società, costituita dai 4 vecchietti più la figlia (5 quote?); ma poi le quote possono sempre essere lasciate in successione ad altri e non alla figlia, giusto?
     
  7. pippo63

    pippo63 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Soluzioni ne esistono tante, soprattutto se in famiglia c'è armonia; l'unica cosa che sento di consigliarti è di evitare assolutamente le donazioni per le problematiche relative ad eventuali future vendite degli immobili.
     
    A Tobia piace questo elemento.
  8. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie anche a te!
    In concreto, mi potresti accennare a quali problematiche andrebbe incontro?
    I beni ricevuti in donazioni non sono vendibili prima dei 5 anni, mi pare. è corretto?
     
  9. pinacio

    pinacio Membro Attivo

    Altro Professionista
    Concordo con l'evitare la donazione perchè è annullabile/retrocedibile e perchè rende i beni non idonei a costituire garanzia in caso di finanziamenti. Non sono esperto di diritto societario ma so che le forme legali per detenere sostanzialmente il controllo (e rendita) di un'attività/società ci sono e per questo ti consigliavo di rivolgerti ad un commercialista che non ti farà certo pagare per un consiglio. Credo che la forma societaria sia preferibile anche sotto il profilo fiscale.
     
  10. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie ancora.
    Non mi convince tantissimo l'idea della società per mia inesperienza della materia e per il numero esiguo di immobili (4). Ma vorrei approfondire.
    Mi resta il dubbio sulla possibilità poi di lasciare le quote ad altri, non alla figlia.
     
  11. paolog

    paolog Ospite

    Un'ottima soluzione è il Trust.
     
  12. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Donazione della nuda proprietà alla ragazza, conservazione del diritto di abitazione. Teniamo presente che l'usufrutto è cedibile ma si estingue sempre con la morte dell'usufruttuario. In caso di diritto di abitazione nessuno potrà
    impossessarsene. E' la formula più semplice.
     
    A Silvio Luise e od1n0 piace questo messaggio.
  13. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Molte grazie.

    Ricapitolando:
    1. ogni vecchietto dona la nuda proprietà alla ragazza, restando usufruttuario;
    2. se un vecchietto impazzisce e cede o indica nel testamento (redatto dopo l'atto di donazione) che l'usufrutto va alla badante, alla morte del vecchietto la badante non potrà rivendicare il diritto trasferitole;
    3. tra l'atto di donazione e la morte del vecchietto, i locali (ormai di proprietà della ragazza) possono essere locati a terzi per garantire la necessaria rendita per il sostentamento del vecchietto.

    Corretto?
    Grazie ancora!
     
  14. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Si corretto.
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    se il vecchietto sposasse la badante?............

    Smoker
     
    A Tobia piace questo elemento.
  16. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Una soluzione sarebbe quella di assumere badanti sposate e regolari, magari italiane, che ne dite? Ovviamente, tutto in regola.
    Comunque, la figlia pensa di monitorare la situazione con una, due visite al mese all'allegra compagnia.
     
  17. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Acquisto delle nude proprietà da parte della nipote con la formula della "cessione del bene economico di mantenimento". In questo modo non è attaccabile ed anche se si sposano con le badanti non possono reclamare perché non è una donazione...
    Quindi il problema è risolto alla radice perché effettivamente la nipote si sta occupando dei nonnetti... e le proprietà escono dall'asse ereditario.

    Per quanto riguarda la liquidità... se il nonnetto fa testamento alla badante e la nomina come erede universale...
    La badante può andare dal notaio e poi passa in banca a prendere il tutto...
    Poi la nipote se la trova può far valere i suoi diritti... (sempre che non sia già andata in altro paese...e li la cosa è un po' lunga... perché solitamente scompare tutto)
     
  18. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    è nipote ex fratre..........

    Smoker
     
  19. nondormomai

    nondormomai Membro Ordinario

    Privato Cittadino

    Molte grazie, ludovica83.
    Acquisto? Quindi i 4 immobili vanno "venduti" alla figlia?
    La cosa mi scoraggia, in quanto mi pare che dietro questa soluzione si nasconda un ingente esborso di denaro.
     
  20. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    E' qui che ti sbagli non c'è esborso ma è un contratto in cui si dice per tutta la vita ti occuperai di me. E' un contratto aleatorio di assistenza.
    Consiste nell'impegno a sovvenire a necessità materiali e morali e quant'altro necessario per una vita decorosa e civile, quando occorra.


    [DOUBLEPOST=1389956131,1389956095][/DOUBLEPOST]
    Chiunque essa sia...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina