1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. leila99

    leila99 Membro Junior

    Altro Professionista
    Ho scoperto da poco che una parte di una strada comunale risulta ancora a nome di mio padre che è deceduto (ho verificato il tutto anche catastalmente). La strada è diventata il passaggio principale su cui si è sviluppata una lottizzazione. Ora che ho scoperto il tutto ho paura che possa succedere qualcosa lungo quella strada e che io come erede dei beni di mio padre ne sia responsabile. Ho chiesto al comune di espropiarla, la donerei anche a titolo gratuito, ma loro mi hanno risposto che di fatto ormai è comunale anche se la proprietà è privata e che non hanno i soldi nemmeno per pagare le pratiche dell'esproprio e l'atto. Se desidero donarla al comune mi devo anche accollare le spese dell'atto!!!!! Vi sembra normale???
    Che posso fare??? E' legale che il comune abbia urbanizzato una zona in cui la strada è di proprietà privata??? Posso porre queste condizioni per rendere comunale la via??? Io non ho i soldi per pagare questo atto, come posso agire per risolvere questo soppruso????:soldi:
     
  2. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mettici una bella sbarra con sopra "proprieta' privata...!!!:D

    E denunciali per violazione di proprieta' privata se provano a passarci.

    Se loro affermano e confermano che e' tua e non hanno intenzione di espropriarla, non hanno nessun diritto di passarci.

    Ah, cerca di far specificare legalmente secondo loro cosa vuole dire "di fatto"... Nel senso che ci passano senza il tuo consenso o che la cosa avviene da piu' di 20 anni?

    Anche in quest'ultimo caso penso proprio che siano obligati ad attivarsi giudizialmente (pagandone le relative spese) per il passaggio di proprieta'.
     
  3. richy149

    richy149 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ciao Leila, prova a parlare con il tuo Comune e a proporgli di applicare la norma prevista dalla L. 448/98 art. 31 (ti allego qui sotto un estratto tratto da uno studio del Comune di Torino) dalle mie parti molto comuni la usano perchè è rapida (relativamente) e sopratutto non spendono niente visto che registrazione, trascrizione e volturazione è tutto gratuito.
    " .... la cosiddetta “”usucapione per via amministrativa“”, che ha trovato il suo referente normativo nell’art. 31 co. XXI L. 448/98 (Finanziaria per il 1999). Detto comma prevede: “in sede di revisione catastale, è data facoltà agli enti locali, con proprio provvedimento, di disporre l’accorpamento al demanio statale delle porzioni di terreno utilizzate ad uso pubblico, ininterrottamente da oltre vent’anni, previa acquisizione del consenso da parte degli attuali proprietari”. Precisa, inoltre il comma successivo: “la registrazione e la trascrizione del provvedimento di cui al comma 21 avvengono a titolo gratuito”.
    In ordine a tale procedura non si è ancora formato un indirizzo univoco, essendosi la giurisprudenza a volte pronunciata su essa in senso negativo: vedasi TAR Trentino Alto Adige, sent. 15.03.2005: “l’acquisto della proprietà per usucapione, anche da parte della pubblica amministrazione, deve essere accertato giudizialmente, essendo inidoneo a intavolare il diritto trasferito per usucapione un mero provvedimento amministrativo, richiedendosi all’uopo una sentenza passata in giudicato”.
    L’uso di detto istituto è, però, pacifico in alcuni Comuni, tra cui, in primis, quello di Torino, né constano allo scrivente Servizio pronunce emesse dal TAR Piemonte in ordine a tale procedura che nel capoluogo piemontese ha trovato ampia diffusione dal 2002 sino all’anno corrente.
    L’usucapione in via amministrativa, in concreto, si realizza attraverso una procedura che garantisce la pubblicità della deliberazione ed adeguata tutela a chi abbia interesse ad impugnare l’accertamento. Essa richiede una delibera di Consiglio Comunale che accerta l’avvenuta l’acquisizione al demanio comunale di strade ad uso pubblico, cui segue la pubblicazione sul BUR, momento da cui decorre il termine di trenta giorni per le opposizioni dei terzi. In mancanza di contestazioni, l’acquisto viene trascritto a cura della competente Conservatoria dei Registri Immobiliari."
     
    A Wile piace questo elemento.
  4. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino

    :ok::ok::ok::ok::ok:
     
  5. leila99

    leila99 Membro Junior

    Altro Professionista
    Purtroppo questa strada garantisce l'accesso ad altre proprietà e quindi si creerebbe una guerra con gli proprietari. E per rispondere alle tue domande ti dico : sì, ci passano senza il mio consenso (anche perchè solo adesso io ho scoperto questa proprietà, che è rimasta a nome di mio padre ed è sfuggita anche al tecnico che ha fatto la successione) e sì, la cosa avviene da più di 20 anni. Come posso obbligarli se loro non si attivano???

    Aggiunto dopo 4 minuti...

    Il comune mi ha detto che il 90% delle strade della mia città è di proprietà privata e loro non possono creare un precedente acquisendo proprio la mia strada. Il problema che mi assilla è che essendo io la proprietaria di fatto ne sono anche responsabile, sia per la manutenzione, sia se qualcuno si fa male Singhhhhh......comunque grazie a tutti per le risposte!!!!:stretta_di_mano:
     
  6. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Chiudi la strada ed avverti la Polizia (la stradale?? boh...) che c'e' un accesso abusivo alla tua proprieta' e che ogni accesso da ora in poi verra' denunciato. I proprietari potranno fare la guerra che vogliono, e' il Comune che non garantisce loro il diritto di uno sbocco su pubblica strada. L'unica loro speranza e' intentare una causa di servitu' di passaggio sul TUO terreno, se sono interclusi, servitu' che non e' automatica ne' a titolo gratuito. Vedrai se il comune non si attiva...

    Prima di tutto, ti conviene avere risposte certe sul fatto di manutenzione e responsabilita' civile di chi ci circola (interpella la Stradale anche per questo se non vuoi andare da un legale). Se cio' corrisponde (assurdamente) a realta', allora denuncia del Comune per appropriazione indebita e danneggiamenti (se la strada ha cambiato "aspetto",magari da sterrato ad asfaltata, hai tutti il diritto del ripristino).
    A questo punto dovra' andare per vie legali, facendo valere l'usucapione, ma in sede giudiziale ordinaria e non amministrativa, con tutte le spese del caso. Devi pero' essere certo di cio', perche' rischi di creare un polverone per nulla. Vuoi un consiglio? Chiedi ad una assicurazione di assicurarti contro danni a terzi anche per chi e' in quella proprieta'. Non hai idea di cosa riescono a scoprire/smuovere gli assicuratori...

    Prova a fare una raccomandata con i riferimenti legali a agli articoli che ti sono stati indicati (informandoli della possibile acquisizione gratuita), minacciando che se entro 15gg non avrai una loro risposta con l'avviamento delle pratiche farrai valere i tuoi diritti di proprieta' anche in sede legale.
     
  7. leila99

    leila99 Membro Junior

    Altro Professionista
    Vedrò di attivarmi in questo modo............comunque grazie:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina