• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Dan89

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sto valutando l'acquisto di un immobile, e a tal fine ho bisogno di capire se sia possibile effetuare la seguente operazione.

In sostanza voglio abbattere il muro (tramezzo) che separa la cucina dalla camera adiacente, e spostare tutti gli attacchi presenti su questa parete su quella opposta della cucina (a 3 metri di distanza).

Parlando con qualche tecnico mi diceva che essendo la cucina già non adiacente al bagno probabilmente ha già la sua colonna di scarico, quindi non dovrebbero esserci problemi in questo senso.

Il dubbio che mi viene è che la parete sulla quale andrebbero spostati gli attacchi (acqua, gas, elettrici) è un muro perimetrale che divide il mio appartamento dal vano nelle scale condominiali (le scale salgono proprio lungo la parete in questione), che dalla planimetria mi risulta essere portante (ha uno spessore maggiore dei tramezzi). E' possibile inserire gli impianti in questo muro?

E se non fosse possibile, che soluzione alternative ci sono per posizionare la cucina su questa parete? Io, nella mia ignoranza, pensavo ad uno strato di muro (tramezzo) aggiuntivo adiacente a quello portante nel quale far passare tutti gli impianti.
Oppure, è possibile farli passare esternamente al muro e coprirli in qualche modo?

Pareri? :)
 

akaihp

Membro Attivo
Professionista
Lo spessore maggiore è quello degli scarichi della cucina e delle prese elettriche da incasso. In alcune cucine si prevede di realizzare un vano tecnico dietro la cucina stessa in modo da avere più libertà con gli scarichi. Sopra questo si può aumentare il piano di lavoro o inserire un canale attrezzato.
Potresti inspessire solo la parte bassa della cucina e lasciare i pensili a filo muro esistente.
Se invece vuoi/ti puoi permettere una controparete, consiglio uno spessore totale di 8 cm: montanti da 5 cm + 1 lastra di fibrogesso + 1 lastra di cartongesso idrofugo.
Per approfondimenti: http://downloads.knauf.ch/wmv/?id=19636
 

Bruno Sulis

Membro Attivo
Professionista
Il cartongesso reggerebbe il peso dei pensili della cucina?
Come dice Akaihp puoi fare la controparete sino ad un'altezza appena superiore al piano di lavoro (max 120 cm), così puoi anche ricavare un piano di appoggio.
Più alta non ti serve, se non per dare corrente alla cappa, quindi potresti rialzare la parete giusto in quel punto dove tra l'altro non avresti pensili da reggere.
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
è un muro perimetrale che divide il mio appartamento dal vano nelle scale condominiali (le scale salgono proprio lungo la parete in questione), che dalla planimetria mi risulta essere portante (ha uno spessore maggiore dei tramezzi).
non è neppure detto che sia portante, potrebbe semplicemente essere doppio per l'isolamento termo/acustico
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
dalla planimetria mi risulta essere portante (ha uno spessore maggiore dei tramezzi)
Il fatto che sia più spesso non vuol dire che sia portante. Tutti i muri perimetrali e quelli che dividono due proprietà sono più spessi.

Io nel muro perimetrale di casa mia ho installato una cassaforte, profondità 18 cm...
Ma non è portante. Cii sono i pilastri in calcestruzzo armato che tengono su tutto.

E' la costruzione della casa che fa la differenza. Muri portanti o pilastri.
 

pozzifran

Membro Attivo
Privato Cittadino
ciao,
io ho lasciato tutti gli impianti (mandata acqua, scarico e gas) esterni al muro. scelta molto criticata dalla ditta che ha fatto i lavori e dall'idraulico, ma ci ho guadagnato in totale libertà di posizionare piano cottura lavandino ecc dove più mi aggrada senza più coinvolgere maestranze varie. Domani mi andasse di invertire le posizioni dei "servizi" sono totalmente autonoma. Inoltre il fatto di avere lo scarico totalmente ispezionabile in passato mi ha risolto qualche piccolo inconveniente "tecnico"...
Personalmente non amo il cartongesso, quindi non ho nemmeno considerato di spendere soldi per coprire, nemmeno parzialmente. Ho guadagnato un piano di lavoro leggermente più profondo, (il che non guasta mai) per compensare lo spazio (peraltro minimo) occupato dati tubi.
C'è da dire che con questa soluzione difficilmente l'arredo della cucina potrà essere totalmente standard ed a basso costo, anche se io non ho dovuto gestire questo problema perchè la cucina me la sono fatta da sola; mi rendo conto, però, che non tutti hanno voglia e tempo per farlo.
ciao.
PS: non sono ingegnere, ma non credo che incassare un tubo o una scatola elettrica in un muro portante metta a repentaglio la staticità dell'edificio...in casa mia di muri portanti con impianti elettrici ne ho a kili...
 

akaihp

Membro Attivo
Professionista
PS: non sono ingegnere, ma non credo che incassare un tubo o una scatola elettrica in un muro portante metta a repentaglio la staticità dell'edificio...in casa mia di muri portanti con impianti elettrici ne ho a kili...
Da dove scrivi? Piacenza?

Nel piacentino tutti i comuni sono in zona sismica 3.

Io preferirei "kili" di altro e non di impianti elettrici nei muri portanti.

In passato ho avuto modo di verificare personalmente il grado di "competenza ingegneristica" dei fai da te e diffido sempre.
Una mia esperienza pregressa:
 

Perlarara

Membro Junior
Privato Cittadino
Da dove scrivi? Piacenza?

Nel piacentino tutti i comuni sono in zona sismica 3.

Io preferirei "kili" di altro e non di impianti elettrici nei muri portanti.

In passato ho avuto modo di verificare personalmente il grado di "competenza ingegneristica" dei fai da te e diffido sempre.
Una mia esperienza pregressa:
Oh mamma, alla fine acquisti un' immobile usato e non sai cosa acquisti con proprietari così.
 

pozzifran

Membro Attivo
Privato Cittadino
ciao,
la mia casa è in piedi da 200 anni (non figurati, veri) e da almeno da 50 anni a questa parte ha scatole elettriche incassate in muri portanti (portanti non a detta mia ma a detta di architetti ed ingegneri.. ne ho visti alcuni, sto facendo ristrutturazioni a più riprese). E' in piedi....forse prima o poi crollerà, come tutto ciò che l'uomo costruisce.... quando c'è stato il terremoto in Emilia l'ho sentito... ma non ho avuto nemmeno una crepina...
Sarò inguaribilemente ottimista (forse perchè non ingegnere?)....
ciao.
 

Sodis

Nuovo Iscritto
Professionista
ciao,
la mia casa è in piedi da 200 anni (non figurati, veri) e da almeno da 50 anni a questa parte ha scatole elettriche incassate in muri portanti (portanti non a detta mia ma a detta di architetti ed ingegneri.. ne ho visti alcuni, sto facendo ristrutturazioni a più riprese). E' in piedi....forse prima o poi crollerà, come tutto ciò che l'uomo costruisce.... quando c'è stato il terremoto in Emilia l'ho sentito... ma non ho avuto nemmeno una crepina...
Sarò inguaribilemente ottimista (forse perchè non ingegnere?)....
ciao.
Un po’ mi fa sorridere questo intervento, praticamente dici: “io l’ho fatto e non è successo niente, ma non essendo un ingegnere non ho idea di quali possono essere i rischi e quindi dormo tranquillo lo stesso”.

Proprio perché non sei ingegnere come minimo dovresti evitare di dispensare consigli, si studia per diventare professionisti per un motivo, ma non di certo per sport. Che secondo te non succeda nulla e che non sia successo nulla fino ad oggi è irrilevante.
 

pozzifran

Membro Attivo
Privato Cittadino
ciao, se leggi attentamente la mia prima risposta, non mi permetto di dare consigli, racconto solo ciò di cui ho esperienza, che mi pare il requisito base di un forum.
Per i consigli si va dai professionisti (sperando che siano competenti... anche se a volte te ne accorgi tardi che hai dato i tuoi soldi a gente superba ma non all'altezza).
I forum servono a chi affronta le cose per la prima volta per farsi un'idea delle cose senza passare ore a leggere testi specifici...
.... comunque penso sia nota a tutti la storia del calabrone... credo.
e con questo mi taccio.
ciao buona serata.
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
Nessuno si augura che cadano le case
Però il metodo empirico ce lo siamo lasciato alle spalle dall’illuminismo, ci sono metodi migliori per capire “quanto posso rosicchiare un muro prima che caschi” che andare per tentativi
È anche intuibile che se ho un muro da 30 cm che resiste a compressione (non è così semplice a facciamo finta) e ci faccio una traccia di 10cm quel muro e tutto quello che c’è sopra non è più di 30cm ma di 20
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato casa dicembre 1983, rogito dal notaio, ora dicembre 2019, in comune non trovano la concessione edilizia concessa da loro. Che fare per avere tutto in regola? Ho scritto con pec all'ufficio. Tecnico ed attendo risposta e poi......
Ho controllato all'archivio notarile e conservatoria dei registri immobiliari. Dicono che il sono a posto? Avendo il contratto notarile. Allora? Grazie a chi mi indica....
Devono cambiare le leggi vecchie dello stato italiano che incassa e non tutela chi affitta regolare chiedo più flessibilità e meno burocrazia
Alto