1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. peppe1973

    peppe1973 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Come mio primo post ci tengo a salutare questo forum. Poi se possibile volevo una spiegazione al mio quesito. Mia mamma 10 anni fa' ha ricevuto una donazione 4/6 di un'immobile da parte del padre (mio nonno). Tre anni dopo e' morto mio nonno e mia mamma ha aquistato tramite atto notarile i restanti 2/6 (in tutto 8 quote) di cui una la comprata tramite tribunale con una regolare asta . Quando ha stipulato l'atto nella compravendita dei 2/6 il notaio ha specificato che le sorelle e i fratelli oltre che ha percepire la quota della madre (mia nonna----deceduta prima della donazione) avrebbero rinunciato anche ad azioni legali nei confronti dei 4/6 donati da mio nonno a mia mamma. Il mio dubbio sorge ora visto che gli eredi di quella quota ipotecata non erano presenti sul tavolo del notaio durante la compravendita (visto che non avevano niente da vendere la loro quota era in mano al tribunale) mi chiedo possono agire ora per via legale nei confronti dei 4/6 ? Inoltre ci tengo a precisare che mio zio morto ex proprietario della quota ipotecata aveva avuto anche lui un'abitazione donata da parte di mio nonno mentre a mia mamma questa e' la seconda donazione (fatta come assistenza fino a morte di mio nonno visto che abitava con lui). Mal che vada mia madre dovra' dargli la stessa somma che ha dato ai fratelli e sorelle durante la compravendita dei 2/6? Preciso che mio nonno e' morto 7 anni fa'.Scusatemi se non ho esposto alla perfezione la situazione ma purtroppo e' abbastanza incasinata.

    Distinti saluti.
     
  2. ag1953

    ag1953 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Visto che io vivo una situazione molto piu' incasinata della tua,provo a darti una risposta,nei limiti delle mie conoscenze al riguardo:secondo me non dovrebbe esserci nessun problema per i 2/6 regolarmente acquisiti:qualche problema invece potrebbe sorgere dalla donazione dei 4/6 in quanto sembra che x 10 anni qualche erede potrebbe ricorrere,ma solo se la donazione lede la legittima spettante
    Da quanto affermi tu,pero' tuo zio, e quindi i suoi eredi ,avevano avuto in donazione un'altra casa....quindi non dovresti avere problemi
     
    A peppe1973 piace questo elemento.
  3. peppe1973

    peppe1973 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Resto obbligato per la risposta grazie. Chiedo se possibile agli amministratori o qualche moderatore del forum di rimuovere questa discussione in quanto risulta molto delicata e quindi preferisco procedere alla risoluzione presso uno studio notarile grazie.
     
  4. ag1953

    ag1953 Membro Junior

    Privato Cittadino
    A proposito.... ho fatto proprio adesso un giro di letture e ho trovato che la donazione puo' essere impugnata entro 10 anni dalla morte del donante dagli eredi se lede la loro quota di legittima;considerato che nell'atto di acquisto dei 2/6 stipulato da tua madre gli altri eredi le hanno fornito la liberatoria con atto pubblico,i non presenti,che non l'hanno firmata,non dovrebbero fare niente ,anche perche',se chiedessero qualcosa,tua madre potrebbe fare la stessa cosa con loro.....
     
    A andrea boschini piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina