1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Gentili colleghi e utenti del forum, sono davvero curioso di conoscere la vostra opinione in merito ad una situazione borderline a cui ho potuto assistere.
    Tutti sappiamo che un agente immobiliare deve comunicare alle parti informazioni in proprio possesso che potrebbero essere rilevanti ai fini della corretta valutazione dell'affare, recenti sentenze hanno anche aggiunto che l'agente immobiliare deve avere una condotta professionale verificando le informazioni che diffonde o almeno chiarendo che si tratta eventualmente di informazioni non ancora verificate. In pratica: trasparenza.
    Ma se un agente immobiliare, a contratto concluso (in prossimità del rogito) riceve una confidenza da parte del proprietario in merito a situazioni condominiali particolari, come il comportamento definito "da matto" di uno dei condomini confinanti che ha l'abitudine, pare, di fare moltissimo rumore in orari notturni, che deve fare? Oltre tutto la confidenza si è conclusa con un chiaro "ho venduto proprio per questo"...
    Non risultano cause in corso, o meglio la parte venditrice dice di averle portate a termine con una transazione pochi mesi prima, perché, sempre in confidenza, mi ha detto che quella abitudine rumorosa lo aveva indotto a denunciare il vicino il quale si era vendicato con denunce infondate.
    Si tratta di informazioni davvero riservate, non oggettive, non verificabili. Io credo che sia più giusto non parlarne alla parte acquirente, la cosa violerebbe la privacy delle parti che per quanto noto hanno avuto una lite privata che non ha coinvolto il condominio.
    In generale, a parte il caso concreto che ho sottoposto, secondo voi a contratto concluso, se si viene a conoscenza di informazioni rilevanti, sussiste ancora l'obbligo di informazioni delle parti?
    Saluti!
     
  2. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Secondo me non è tanto un problema di essere obbligati ad informare l'acquirente (l'operazione era già stata conclusa) quanto il fatto che il venditore possa un domani dire di aver informato il mediatore in fase di incarico. Il tutto per scaricarsi parzialmente dalla responsabilità della mancata comunicazione a parte acquirente.
     
  3. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    In effetti capita, anzi è una delle attività preferite dai clienti colti in fallo...però la cosa è stata detta in confidenza, ad affare concluso, scorrettezze del cliente a parte, la situazione resta al limite. Per questo mi incuriosiscono i pareri, grazie, ciao!
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  4. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Ma non c'entra una cippa!

    Che ti frega se fà i rumori.

    Ci penserà l'amministratore!

    Il codice deontologico del mediatore non impone di dover insegnare l'educazione alla gente.
     
    A dormiente, specialist e PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  5. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie della risposta, ma non ho scritto che fa rumori e basta. Però ho poi esteso la domanda in generale, se si ricevono informazioni rilevanti in via confidenziale a contratto concluso, l'obbligo di comunicazione è decaduto? E' più una domanda di diritto che di cippe.
     
  6. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Ti farei conoscere quello che abita sotto di me.

    Sono tutte informazioni e vicende che esulano dalla compravendita.
     
  7. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Quello che hai descritto è un rapporto personale tra vicini e non un vizio occulto dell'immobile, quante volte cambiano gli inquilini e le situazioni si appianano. Talvolta è questione di rapporti interpersonali logorati dal tempo.
    Peraltro come dici tu la vendita era conclusa oltre al fatto che non puoi riferire che un inquilino si comporta da matto per frase detta dalla controparte.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  8. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si concordo, infatti mi sto proprio comportando così, però questa situazione mi ha fatto sorgere anche la domanda generale, se venissimo a sapere invece un fatto davvero rilevante diciamo due giorni prima del rogito, l'obbligo legale di comunicarlo esiste ancora?
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  9. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Dipende di cosa si tratta. Se incide direttamente sul valore patrimoniale del bene credo sia il caso.
    Classico esempio: rogito senza liberatoria amm.re (per colpa venditore) e vieni a sapere che ci sono tre anni di ritardo nei pagamenti del condominio.
     
  10. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non c'è il rischio che, essendo concluso il nostro intervento (affare ormai concluso) quella informazione sia riservata? Un po' come un avvocato a fine mandato che dopo viene a sapere qualcosa su una causa, forse non può parlarne liberamente, non è più l'avvocato di una delle parti
     
  11. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Infatti ci si fa dare sempre la liberatoria dell'amministratore, intestata al venditore. E' il venditore che la consegna al rogito.
    Se cio' non accade, c'è facoltà di interpellare l'Amm.re condominio(indicato su facciata) per conoscere in via "generale" le passività del medesimo.
     
  12. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Esatto, la privacy. Oltre tutto un Ai potrebbe venire a conoscenza di ben altro che non sia solo un problema condominiale, ma secondo me se la vendita è conclusa per il codice civile l'Ai riceve tali informazioni solo in via confidenziale, non ha più in essere il ruolo che lo obbliga a comunicare alle parti le informazioni, anzi rischierebbe anche di violare la legge sulla privacy
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  13. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Leggi, leggiuzze, normative sulla privacy....

    Come quelli che la invocano quando gli telefoni a casa nella ricerca delle case..

    Puah...

    Il lavoro l'hai svolto bene...?

    Tanto basta.
     
    A specialist piace questo elemento.
  14. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Leggi, leggine, multe e condannine, non essere superficiale, se trovi quello che ti vuole fare passare i guai con questo atteggiamento va a nozze..
    In ogni caso sto parlando in punta di diritto, serve una preparazione specifica, la tua è una semplice sensazione ma non era quello che chiedevo, ma grazie comunque, ciao!
     
    A eldic piace questo elemento.
  15. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    La mia paura è che salti fuori qualcosa per cui il proprietario dica che sapevo mentre non è vero.
    Per questo i proprietari si confessano col AI dopo aver rogitato, se salta fuori il problema dicono di averlo detto all'AI senza distinguerne la data. Tuttavia se devo essere sincero talvolta mi e' capitato qualche piccolo problemino ma è stato l'acquirente a dire che avevo lavorato bene e cio' non dipendeva da me.
    Forse cio' dipende dal fatto che vado sempre ai rogiti e non do mai la sensazione di sedurre per poi abbandonare l'acquirente.............il quale non dimentica la cosa.
     
  16. PyerSilvio

    PyerSilvio Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Scusi Signor Agente ma lei lo sapeva..?

    NO.
     
    A specialist piace questo elemento.
  17. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Se me lo dici dopo il rogito non cambia nulla
     
  18. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Giuseppe, nei Condomini c'è sempre la possibilità di scannarsi anche fra sani di mente,
    Lascia stare le chiacchere di corridoio, non sei responsabile delle persone, piuttosto della loro identificazione per la conclusione dell'atto e per l'anti riciclaggio.......
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  19. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    C'è qualcosa che non va nella mia comunicazione, ma ringrazio tutti delle risposte. La questione riportata era uno spunto per la domanda generale, se un agente immobiliare riceve informazioni importanti dopo la conclusione dell'affare è obbligato ancora per legge a comunicarle all'altra parte oppure di contro non può farlo in quanto riservate e non più pertinenti al suo incarico (cessato)?
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  20. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    A me sembra logico, cosa c'entra il dopo? Che te li sposi?
    Comunque anche l'informazione che hai ricevuto dal proprietario su una persona del Condominio che fa rumore non è una informazione importante per l'agente immobiliare, trattasi di opinione di un venditore o di chiacchere di corridoio.
    Riporto l'art.1759 del c.c.
    Il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell'affare, che possono influire sulla conclusione di esso.
     
    Ultima modifica: 18 Giugno 2015
    A Rosa1968 e specialist piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina