1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mitsus

    mitsus Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    buongiorno a tutti,
    vorrei cominciare a collaborare con una ragazza neo-patentata. Mi chiedevo come inquadrare questa persona all'interno dell'agenzia scartando i vari contratti di assunzione.

    .grazie
     
  2. gianpy68

    gianpy68 Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Inquadrare qualcuno/a scartando i vari contratti di assunzione...mi sembra impresa ardua.
     
  3. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ci possono essere contratti di collaborazione fra professionisti indipendenti.
     
  4. miss_parker_71

    miss_parker_71 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    non ci sono escamotage; la neo-patentata deve aprire p. IVA, magari in regime dei minimi, la ditta individuale e comunque rimane aperta la questione del inps; sono in una situazione simile, agenzia mi ha assunto per 6 mesi a progetto, ma ora è finita e non si puo fare niente.
     
  5. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La soluzione più semplice è una semplice P.I., magari in regime dei minimi, altrimenti, co.co.pro. anche se non ha molto senso.
    Cmq ufficialmente sono sempre lavoratori esterni, sul contratto di collaborazione ho sentito idee contrastanti, un consulente del lavoro sostiene che il fatto il contratto potrebbe dimostrare un rapporto di subordinazione, quindi occhio bisogna farlo bene.
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Che la patentata deve avere la sua PI non era materia discussione : questo forum non ha mai incentivato l'abusivismo ma lo combatte. Il tema è il rapporto fra le due agenzie, che essendo sue ditte regolari ed autonome possono sviluppare accordi di cooperazione come vogliono e non è possibile che un consulente del lavoro dica che si tratta lavoro di subordinazione, quando le due ditte sono di pari status giuridico. Non si tratta della collaborazione fra l'ikea ed un fattorino con partita IVA, ma di due professionisti che possono aprire studio associato o fare un accordo di sviluppo commerciale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina