• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

josko

Membro Junior
Agente Immobiliare
#1
Quando si definisce terrazza a livello e quando lastrico. Nel caso della terrazza di livello non avendo titolo per determinare l'uso esclusivo dell'appartamento che ha l'accesso esclusivo alla stessa (scusate sull'uso dei vocaboli) come posso determinarlo ovvero rendere una situazione di fatto una situazione di diritto. Spero di essere stato chiaro e mi scuso dell'uso improprio di eventuali definizioni.
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
#2
Sono entrambe coperture praticabili, e da quello che ricordo la grande differenza tra terrazza e lastrico è la presenza o meno di un parapetto o ringhiera che ne renda agevole l'uso come ambiente. La grande differenza è quindi sull'uso effettivo.

Per quanto riguarda l'altra domanda non credo di aver ben compreso: di fatto da un solo appartamento si ha accesso alla terrazza ma questa risulta essere "condominiale"?
 

josko

Membro Junior
Agente Immobiliare
#3
Sono entrambe coperture praticabili, e da quello che ricordo la grande differenza tra terrazza e lastrico è la presenza o meno di un parapetto o ringhiera che ne renda agevole l'uso come ambiente. La grande differenza è quindi sull'uso effettivo.

Per quanto riguarda l'altra domanda non credo di aver ben compreso: di fatto da un solo appartamento si ha accesso alla terrazza ma questa risulta essere "condominiale"?
Si si tratta di terrazza condominiale con accesso esclusivo dall'appartamento. il problema che l'uso esclusivo non viene più trascritto sui nostri libri fondiari (tavolare)
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
#5
A mio parere si dovrebbero verificare i passati rogiti per capire la natura della terrazza in questione e se si è alienato nel tempo solo l'appartamento, appartamento più terrazza o appartamento con uso esclusivo della terrazza.

Come è accatastata la terrazza? BCNC?

Se tutte le carte tacciono si potrebbe anche pensare di fare una proposta di acquisto al condominio per regolarizzare la situazione attuale.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
#6
Mi sembra di capire che vi è una terrazza a livello che viene usata in modo esclusivo dal proprietario dell'unità abitativa che .....detto in parole povere, uscendo all'esterno se la ritrova come calpestio.

Non si conosce se tale terrazza a livello sia di proprietà oppure sia stato fornito un uso esclusivo in modo esplicito. In assenza di informazioni che ne qualificano il titolo è da presumere che sia una parte comune condominiale.
E che un uso esclusivo anche se implicito è già in essere, ed escludo che possa essere sottratto o negato.
Dalla lettura del 1126 tra il scegliere se acquistarla oppure chiedere formale uso esclusivo, opterei per la seconda ipotesi più accettabile economicamente.

come posso determinarlo ovvero rendere una situazione di fatto una situazione di diritto.
portando la questione in assemblea, chiedendone in tale sede l'attribuzione formale in modo esclusivo.
 

josko

Membro Junior
Agente Immobiliare
#7
La terrazza e' intavolata come condominiale. Attenzione noi abbiamo il tavolare che fa testo. Nel'anno 1937 non hanno provveduto ad iscrive l'uso esclusivo del lastrico o terrazza di livello. Tali prassi di iscrive l'uso esclusivo e' durata sino agli anni 50/60. Oggi neppure avendo titolo non si procede a tale indicazione sui libri tavolari pertanto di fatto è di uso esclusivo perché c'è un unico accesso e non vi sono iscritte servitù di passaggio.
 

josko

Membro Junior
Agente Immobiliare
#9
Il problema era di dare certezza al futuro acquirente ovvero che solo lui era l'utilizzatore di tale terrazzo e che in futuro un'eventuale condomino zelante non potesse rivendicare l'utilizzo della stessa.
 

josko

Membro Junior
Agente Immobiliare
#11
Se si accede solo dall'appartamento in questione, e non ci sono servitù, è un uso esclusivo di fatto.
A meno che qualche condomino impari a volare...;)
Quindi direi che l'acquirente può stare tranquillo, e tu anche.
Hai ragione ma la mia paura, noi abbiamo il tavolare e l'intavolazione è stata fatta nel 1937, era di trovare qualche situazione che era comune in quegli anni ma che oggi può sembrare fuori luogo. Se trovavo scritto nel tavolare o nell'eventuale regolamento condominiale l'uso esclusivo, in quel tempo si usava ed è questo che mi ha spinto all'approfondimento, ero più tranquillo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Flavia Frittella ha scritto sul profilo di francesca63.
le aggiungo un Grazie qui perchè nel precedente messaggio avevo finito i caratteri!
Flavia Frittella ha scritto sul profilo di francesca63.
Buongiorno Francesca, cercando informazioni per ottenere il patentino da Agente Immobiliare sono capitata su questo forum e tra le varie discussioni mi è captato un suo messaggio di risposta che ho trovato veramente valido.
Ho 28 anni e vorrei intraprendere questa carriera per dare una sicurezza in più all'attività che ho iniziato a svolgere da poco: l'Home Staging. Sa darmi informazioni sull'iter da intraprendere?
Alto