1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Hele

    Hele Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti, io ed il mio compagno abbiamo preso casa. Abbiamo firmato il contratto, l'abbiamo presa su carta. Nel contratto c'è tutto, anche la fideiussione. é stato fatto il 30/09/2010 e c'è scritto che la fideiussione ci doveva essere data entro i 30 giorni. Ora siamo a giugno, la casa è iniziata da poco e dovrebbe essere pronta il 30 settembre 2011.
    Ma la fideiussione non ce la vuole dare. Sono mesi che gliela chiediamo e da la colpa alla banca. Cosa possiamo fare x averla? non ne possiamo più, oltretutto non abbiamo cosi tanti soldi da poterci permettere una perdita simile. Grazie a chi ci aiuta :)
     
  2. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Da qualche anno e' in vigore questa legge che dovrebbe tutelare l'acquirente considerato la parte piu' debole in qste trattative, ahime' ancora nn avviene cosi'! Teoricamente la fidejussione concessa, nn solo dovrebbe essere preventiva o contestuale ai versamenti, ma anche per l'intera cifra che tu intenderai versargli. Detto questo, come vedi ho utilizzato il condizionale, perche' nn avviene quasi mai cosi'..
    Intanto nn e' propriamente vero che sia colpa della banca.. generalmente la banca ci mette tanto o nn la rilascia, quando c'e' un grosso debito alle spalle e per poter concedere maggiori fidi, deve avere ulteriori garanzie (a prova di cio' controlla se quando arrivera', la fidejussione ti verra' rilasciata da una banca oppure da un'assicurazione, che, se piccola, magari un po' piu' elastica)
    L'unica tua arma a disposizione, purtroppo, e' il potere di far dichiarare NULLO il contratto di compravendita dietro restituzione dei soldi. I costruttori, giocano su questo, perche' sanno che se uno ha prenotato una casa, difficilmente annulleranno il contratto e quindi la legge sulla tutela dell'acquirente lascia un po' il tempo che trova se concretamente non si impongono ad esempio il fermo del cantiere o sanzioni salatissime o qualsiasi altra cosa che permetta a questi signori di avere sempre il coltello dalla parte del manico! :rabbia:
     
    A Hele piace questo elemento.
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, il Decreto Legislativo 20 giugno 2005, n. 122- "Disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire, a norma della legge 2 agosto 2004, n. 210" all'art.2 comma 1 recita :

    1. All'atto della stipula di un contratto che abbia come finalità il trasferimento non immediato della proprietà o di altro diritto reale di godimento su un immobile da costruire o di un atto avente le medesime finalità, ovvero in un momento precedente, il costruttore e' obbligato, a pena di nullità del contratto che può essere fatta valere unicamente dall'acquirente, a procurare il rilascio ed a consegnare all'acquirente una fideiussione, anche secondo quanto previsto dall'articolo 1938 del codice civile, di importo corrispondente alle somme e al valore di ogni altro eventuale corrispettivo che il costruttore ha riscosso e, secondo i termini e le modalità stabilite nel contratto, deve ancora riscuotere dall'acquirente prima del trasferimento della proprietà o di altro diritto reale di godimento. Restano comunque esclusi le somme per le quali e' pattuito che debbano essere erogate da un soggetto mutuante, nonche' i contributi pubblici già assistiti da autonoma garanzia.

    Questa è una legge con norma imperativa, il costruttore deve, e non può addurre nessuna scusa, rilasciarti contestualmente alla sottoscrizione del preliminare di acquisto , fidejussione per le somme versate e da versare non comprese in quelle che verranno versate al rogito notarile ( tranne l'eventuale ammontare del mutuo ), in mancanza di ciò l'atto è nullo , pertanto ti consiglio di prendere nota della legge e far presente al costruttore che deve rilasciarti entro pochi giorni apposita fidejussione a garanzia delle somme versate altrimenti procederai per la nullità del preliminare con conseguenti restituzioni delle somme versate ed eventuale richiesta danni , se valutabili, non esistono scusanti di sorta tipo " la banca ci mette tempo " ecc.ecc. il costruttore serio sa già che deve ottemperare all'obbligo e quindi è preparato.
    Tieni presente che il costruttore ha anche l'obbligo una volta venduto l'immobile di consegnarti una polizza definita " postuma decennale " che ti garantirà per 10 anni da eventuali problemi dovessero insorgere.

    Auguri Fabrizio
     
    A Hele piace questo elemento.
  4. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Fabrizio, tu hai perfettamente ragione DEVE,ma l'unica arma che ha lei e' rinunciare alla casa, qualora il costruttore si ostini su qsta linea. Ormai settembre e' vicino.. deve solo sperare di rogitare presto cosi', anche se il costruttore dovesse fallire, la ns amica se ha pagato tutto "in chiaro" quindi dimostrabile, nn dovra' temere che il suo appartamento possa rientrare nel patrimonio fallimentare. Deve dimostrare di aver pagato un prezzo "congruo" al valore di mrkt dell'immobile.
     
    A Hele piace questo elemento.
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    scusa ma non ne sarei tanto sicuro, in caso di fallimento o crediti verso lo stato o reati di altra natura, il giudice potrebbe sottoporre a sequestro cautelativo gli immobili anche rogitati, e poi Settembre è " lontano 100 e passa giorni" e tante cose possono succedere ( non è il caso questo ) non si deve ragionare così, un diritto deve essere rispettato e fatto rispettare altrimenti a che serve ?
     
    A Hele piace questo elemento.
  6. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Art. 9
    (Esenzioni e limiti alla esperibilità dell’azione revocatoria fallimentare)

    1. Gli atti a titolo oneroso che hanno come effetto il trasferimento della proprietà o di altro diritto reale di godimento di immobili ad uso abitativo, nei quali l’acquirente si impegni a stabilire, entro dodici mesi dall’acquisto o dall’ultimazione degli stessi, la residenza propria o di suoi parenti o affini entro il terzo grado, se posti in essere al giusto prezzo da valutarsi alla data della stipula del preliminare, non sono soggetti all’azione revocatoria prevista dall’articolo 67 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, e successive modificazioni.
    2. Non sono, altresì, soggetti alla medesima azione revocatoria i pagamenti dei premi e commissioni relativi ai contratti di fideiussione e di assicurazione di cui agli articoli 2 e 3, qualora effettuati nell’esercizio dell’attività d’impresa nei termini d’uso.


    Mi riferivo al sopra citato articolo e poi, io stessa sono la prima a darti ragione sul fatto che i costruttori DEVONO dare la garanzia fidejussoria e sono la prima che si incavola come una bestia se questo nn avviene, ma se nn c'e' nessun arma per far rispettare quanto cita la disciplina a tutela degli acquirenti se nn lasciare l'appartamento e far dichiarare nullo il preliminare, se permetti, mi sembra un assurdo!!:shock:
    Cos'altro puo' fare Hele?!
     
    A Hele piace questo elemento.
  7. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Far valere il suo diritto e richiedere la fidejussione, minacciando la nullità dell'atto, in quella casa ci sono i suoi sacrifici ed è un suo diritto, poi... ed assolutamente non è controbbatere al tuo post ma
    Con la nuova legge fallimentare del 14 maggio 2005 n. 80 un contratto di compravendita immobiliare può essere dichiarato invalido in seguito all’esercizio dell’azione revocatoria fallimentare da parte del curatore fallimentare.
    Il tuo discorso è valido , ma ci devono essere due requisiti , la trascrizione del preliminare e la fidejussione altrimenti si corono seri rischi.
     
    A Hele piace questo elemento.
  8. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Lo so, che nn era un controbattere al mio post. Mi dispiace tantissimo, come ti dicevo, che qsti signori, facciano i loro comodi una volta firmato il compromesso... e che gli acquirenti pur di nn rinunciare alla casa dei sogni, a volte nn riescono a far valere i propri diritti. Secondo me i comuni NON dovrebbero concedere i permessi di costruzione se nn dietro contestuale presentazione di una documentazione che attesti la possibilita' e obbligatorieta' per i costruttori di rilasciare le tanto, giustamente, agoniate fidejussioni ai compratori!
     
    A Hele piace questo elemento.
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Questo avviene nei paesi civili, le imprese per costruire devono garantire la solidità dell'impresa, in Italia si fanno le leggi ma poi nella realtà sei costretto ad accettare di non rispettarle, vedi la legge sulla privacy , sei libero di non consentire che i tuoi dati vengano passati ad altri ma se vuoi accedere ad un abbonamento telefonico ( per esempio ) e dici no non ti fanno l'abbonamento. Per questo noi siamo il bel paese. :rabbia:
     
    A Valencia e Hele piace questo messaggio.
  10. Hele

    Hele Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    vi ringrazio davvero tanto!! siete stati molto esaurienti!!:)
    io ed il mio compagno crediamo che questa persona abbia debiti con la banca, perciò questa non vuole fare da garante per una fideiussione. Ora si è anche bloccato con i lavori, comunque sia domani gli parlerò e poi vi dirò cosa succederà. :ok:
    mi auguro vada tutto bene :triste:
     
  11. maurizion

    maurizion Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Vi illustro la mia esperienza in merito:

    il costruttore a cui mi sono rivolto pretende di avere al compromesso 20000 € di acconto con fideiussione rilasciata dopo 40gg dicendo che l'ente erogatore la rilascia solo sulla base di un preliminare gia' firmato che farebbe da motivazione.
    io non avrei nessuna tutela nel frattempo.
    Poi "furbescamente" li vuole come acconto e non come caparra confirmatoria in modo che in caso di nullita' da me rivalsa lui al massimo "forse" mi restituisce i MIEI soldi e non ci rimette niente.

    no comment
     
    A Valencia piace questo elemento.
  12. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Hai ragione, anche a me e' capitata la stessa cosa: le prime 3 rate come acconto... rimango sempre senza parole..
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Ti direi anch'io "no comment", se non ci fosse veramente bisogno di commentare:

    Non è vero che la banca o l'assicurazione danno la fidejussione dopo 40 giorni: la fidejussione dovrebbe essere contestuale al pagamento.

    Avresti bisogno anche tu di avere una caparra confirmatoria, perchè in caso di inadempienza del costruttore devi essere tutelato...

    Con un costruttore del genere io non comprerei, troppo furbo...

    Silvana
     
    A maurizion e studiopci piace questo messaggio.
  14. maurizion

    maurizion Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Silvana , come prima cosa grazie del parere.
    Si in effetti abbiamo rinunciato a comprare a queste condizioni.

    La cosa che trovo quasi "offensiva" di questi mediatori e' che ti fanno passare come uno fuori dal mondo ( un rompic... ) solo perche' cerchi di fare valere i tuoi diritti.
    Le frasi del tipo "ma come , non si fida , fanno tutti cosi ' !!! " ed intanto fa' vedere assegni rilasciati da altri senza nessuna garanzia ( potrebbero essere anche dei falsi fatti da lui ..... ) .
    Mah , spero di trovare gente piu' seria in futuro ....
     
    A Valencia piace questo elemento.
  15. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    sai qual e' l'assurdo? E' che sono convinta nn siano dei falsi...
     
    A studiopci piace questo elemento.
  16. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Meglio essere una persona fuori dal mondo ma, con i suoi soldini in tasca che una persona nel mondo dei gabbati.
    Se c'è una legge deve essere rispettata da tutti.
     
  17. Hele

    Hele Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    anch'io sono convinta che non siano dei falsi... tra l'altro ieri abbiamo scoperto che la casa, che dovrebbe essere totalmente a risparmio energetico, la fa anche in mattoni normali. La parte centrale, quella che divide la mia dall'altra e che sostiene il tetto, è fatta in mattoni rossi (scusate, non so altro termine). L'altra casa invece è divisa da un muro in gasbeton, quindi totalmente a risparmio energetico.
    Sono abbastanza preoccupata per i nostri 21500 euro...
     
  18. Hele

    Hele Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    ciao!!! mi ha appena chiamata: la fideiussione non gliela lasciano, indovinate perchè... lui dice perchè vogliono controllare il suo conto corrente, ma in banca lo sanno già essendo suo cliente ;) quindi non ha i soldi.
    però ha detto che ci lascia un assegno pari alla cifra che abbiamo dato, credo si tratti dell'assicurazione di cui ho letto prima nei vostri post precedenti... voi cosa ne pensate? grazie a tutti!!
     
  19. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E' fortemente indebitato, ha usato tutti i fidi possibili e la banca non puo' piu' concedergli credito... cosa penso dell'assegno?! SE le cose dovessero andar male e' come carta straccia (se fosse un circolare no), ma un assegno bancario, lascia il tempo che trova. Emettere assegni scoperti oggi comporta solo una segnalazione CAI, cioe' in una sorta di "archivio" che, diciamo, ti marchia come cattivo pagatore e potrebbe dare dei problemi in sede di apertura di altri rapporti bancari o richieste di credito..
    Insomma, arrivata a questo punto che puoi fare? O dichiari nullo il contratto, e lasci l'appartamento, ma dubito abbia i soldi da restituirti o aspetti settembre e speri che tutto vada bene... continuo a sostenere che i comuni nn dovrebbero concedere i permessi di costruire senza prima avere visto le fidejussioni...
    In bocca al lupo;)
     
  20. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Assolutamente fuori dal mondo... la fideiussione non gliela rilasciano perchè probabilmente sta lavorando con i soldi che provengono dagli anticipi delle vandite su carta più qualcosina di mutuo, ecco perchè non può " fermare " i soldi per la fideiussione, questo oltre che contro legge però può essere anche una situazione fortemente a rischio o quantomeno antipatica, perchè significa che la costruzione procederà a rilento , man mano che ha i soldi costruisce. L'assegno non ha nessun valore di garanzia, se avrà difficoltà o peggio ancora fallirà, al massimo potrai usarlo per fare l'aereoplanino, a questo punto visto che la situazione è questa, non so fino a che punto ti conviene retrocedere , forse l'unica è definire con il costruttore che il pagamento del restante avverrà solo a casa ultimata ed accatastata, o fideiussione o così prendere o lasciare, almeno limiterai i danni e le preoccupazioni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina