1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Montecristo

    Montecristo Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Vi espongo il mio quesito.
    Marito e moglie, senza figli, senza genitori, lei non ha fratelli, lui ha dei fratelli premorti che hanno lasciato 6 nipoti.
    Entrambi hanno il 50% di proprietà di una casa e il 50% di titoli (conto corrente)
    Muore lui e lascia un testamento in cui dice che lascia la sua parte solamente a 3 nipoti (in pratica fa fuori la moglie e altri 3 nipoti).
    Ora la moglie vuole la legittima.
    C'è un dubbio che abbiamo circa l'art.544 del cod.civile che dice che "Quando chi muore non lascia né figli legittimi né figli naturali, ma ascendenti legittimi e il coniuge, a quest'ultimo è riservata la metà del patrimonio, ed agli ascendenti un quarto". Non riusciamo a capire una cosa, se del patrimonio la metà va al coniuge (quindi i 2/4) e agli ascendenti 1/4, l'altro quarto che resta come va considerato?
    Probabilmente la soluzione è una stupidata ma ci siamo così incartati che non ne veniamo a capo.
    Grazie.
     
  2. ledzeppelin

    ledzeppelin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    il quarto che a voi manca va sempre alla moglie. quindi i 3 nipoti prendono 1/4 diviso 3 cioè 1/12 . quindi 1/12 + 1/12 + 1/12 ( nipoti) +3/4 ( moglie ) =4/4 =1!
     
  3. Montecristo

    Montecristo Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Grazie ledzeppelin
     
  4. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ricordati il testamento.
    Questa non è una successione legittima, ma testamentaria.
     
  5. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Attivo

    Altro Professionista
    Essendovi un testamento ogni valutazione deve partire dal rispetto della quota riservata al coniuge in assenza di figli il che va considerato dopo aver verificato la massa ereditaria dei cespiti caduti in successione.
    In sintesi in questa sede solo risposte generali ... nel particolare occorre verificare per tabulas l'entità del dovuto al coniuge stranamente pretermesso nel testamento.
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Il de cuius ha inteso destinare, con il testamento, la quota disponibile, che è fissata chiaramente dal Codice Civile. La moglie ha la quota legittima.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina