1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Sinceramente non ho un'opinione netta e precisa, ho solo un orientamento, vorrei sapere da parte dei colleghi che cosa ne pensano sulla possibilità di richiedere una sorta di numero chiuso per gli agenti/agenzie immobiliari. Se è fattibile, se è giusto oppure no,
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non lo ritengo giusto a parte i notai nessuna categoria, anche professionale, non lo ha.
     
  3. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Grazie Roberto giusta osservazione
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sono d'accordo con Roberto.
    Il numero chiuso è una forma di protezionismo mentre il libero mercato tutela il consumatore, riduce i prezzi e migliora l'efficienza (almeno in teoria dovrebbe essere così!) :ok:
    E poi sostenendo il numero chiuso legittimeremmo tutte le azioni che, SI DICE, i rappresentanti dei grandi marchi immobiliari mettessero in atto durante gli esami camerali per limitare l'accesso alla professione! :risata:

    ;)
     
  5. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Quindi, no al numero chiuso. Una limitazione all'accesso alla professione, come la vedete, pro e contro
     
  6. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    A parer mio più si complica l'accesso alla professione, più si agevola l'abusivismo, vera piaga del settore. Che sia il mercato a decidere chi è più bravo e non un gruppetto sparuto di colleghi anziani in camera di commercio.

    g
     
  7. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Quindi, siamo contrari sia al numero chiuso, cosa peraltro inapplicabile come giustamente evidenziato da roberto, e contrari alla limitazione diciamo velata, con esami d'accesso difficili, questo perchè si sarebbe in mano a vecchie cariatidi in camera di commercio...

    Altri colleghi?
     
  8. dalele

    dalele Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non sono daccordo con il "numero chiuso".
    Vorrei invece che i criteri di accesso alla professione fossero più selettivi, che fossero istituiti corsi di aggiornamento con crediti, che le camere di commercio controllassero davvero e sanzionassero gli abusi e così via...
    Insomma nessuna limitazione quantitativa, ma rigido controllo della qualità.
     
  9. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Limitazione proprio no!!!
    Chi dovrebbe decidere e come se tu puoi o non puoi guadagnarti la pagnotta vendendo Immobili!!!
    Una sorta di limitazione già mi sembra sia applicata anche se non alla luce del sole!
    Io continuo ad essere convinto che l'accesso al Ruolo debba avvenire tramite Praticantato e Corso!
     
  10. AdaGay

    AdaGay Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non trovo democratico auspicare che si possa arrivare al numero chiuso, non sarebbe giusto, tutti debbono poter lavorare nel campo che più gli aggrada ma, sono fermamente convinta che serva una sempre maggiore competenza e l'obbligatorietà di frequentazione di corsi di aggiornamento con crediti, soltanto così si ottiene un livello di professionalità che, alla lunga separa il grano dal loglio.
    buon lavoro a tutti
    Ada Gay
     
  11. alessandra

    alessandra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buon giorno a tutti,
    Io sarei per una maggiore selezione agli esami, corsi d'aggiornamento obbligatori e una maggiore enfasi del nostro lavoro sul mercato da parte della camera di commercio e delle associazioni di categoria ... cioè far rivalutare la nostra professionalità e la qualità delle nostre agenzie ad esempio con campagne pubblicitarie ... insomma far in modo che la gente comune incominci ad apprezzare il nostro lavoro ed affidarci il loro immobile da vendere senza riserve :applauso: o cercare la loro casa considerando l'agente immobiliare l'unico canale possibile ed affidabile :ok: . Forse è pura utopia ?
    A.
     
  12. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Beh, diciamo che con tutti i soldoni che diamo alle associazioni ogni anno un pò di pubblicità potrebbero anche farcela!!!
     
  13. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ricapitoliamo: No al numero chiuso, praticantato (quanto tempo pensate sia necessario? ) corsi di formazione.

    Come fare però, se la professione è libera, a far si he sia un po' tutelata, specie nei periodi dove il mercato tira.

    Mi spiego, mi sembra controproducente anche per noi che vi siano in un paese di 50,000 abitanti (Gallarate) 74 agenzie

    Non voglio nemmeno pensare alle località turistiche dove in paesetti di 10.000 abitanti (d'inverno) che passano a 100.000 d'estate, vi siano magari 40/50 agenzie.

    Così facendo non si rende difficoltoso il nostro lavoro? Niente incarchi in esclusiva, stesso immobile trattato da tutti, provvigioni sempre contrattate al ribasso. Facilità per il cliente di incappare in sgradite sorprese, vedi poca professionalità o atteggiamento mordi e fuggi de collega (faccio una vendita e con quella ci campo 6 mesi).

    Proposte ?
     
  14. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Hai ragione Alessandro questa è la foto molto nidità della triste realtà, purtroppo il probelma vero lo sappiamo sono gli abusivi e gli improvvisati.

    Ma non è cosi pure negli altri settori?

    Il libero mercato è giusto ma la saturazione forse no, capisco quello che intende Alessandro.

    Ma se io volessi fare l'agente immobiliare a CEsano MAderno dove opero e farlo con tutte le buone intenzioni che ho e ho avuto sin ora, ma mi recassi alla camera del commercio o in comune e mi dicessero?

    No mi spiace la piazza di Cesano MAderno è satura con le sue 30 agenzie passi appena si libera un "licenza" come ci resterei?

    Cosi hanno fatto pure con i bar e le estetiste, hanno liberalizzato ormai vediamo negozi di stesse attività a 20 m l uno dall altro, un pò come nei mercati di paese giusto, dove la gente gira e cerca il meglio tra qualità prezzo tra bancarelle affiancate.

    Bel dilemma comunque.
    Ciao.
     
  15. alessandra

    alessandra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sicuramente Alessandro ci sono troppe agenzie in alcune zone ...

    La tutela per le agenzie professionali passa da corsi di aggiornamento frequenti (io penso con cadenza annuale) che potrebbero anche essere l'occazione di confronti diretti tra colleghi della stessa provincia. Infatti a mio avviso non siamo sempre collaborativi tra noi: in alcuni casi ho trovato muri molto spessi! Inoltre occorre tracciare una sorta di manuale deotologico in cui si dica che gli incarichi debbono essere necessariamente in esclusiva e quindi lo stesso immobile non può essere trattato da più agenzie senza un regolare contratto tra le stesse, infatti nel mio piccolo cerco di prendere incarichi in esclusiva e poi chiedo l' eventuale la collaborazione di colleghi dislocati in zone diversa dalla mia dove penso ci possa essere un bacino di utenti interessati a quella tipologia di immobile.
    A.
     
  16. fimmobiliare

    fimmobiliare Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    O tutti o nessuno .... perchè i notai si ?
     
  17. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Notai farmacisti ristoranti, grande distribuzione sono le ultime categorie rimaste.

    I commercialisti e gli avvocati, anche se oramai inflazionati hanno grosse barriere all'ingresso per la professione.

    Sono sempre stato un fautore del libero mercato, chi è bravo emergerà, ed è il mercato che decide chi sta in piedi e chi verrà affossato. Però effettivamente un irrazionale e sconsiderato accesso alla nostra professione non pregiudica poi la reputazione di tutti?
     
  18. tosca

    tosca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Giusto che ci sia professionalità perchè questo lavoro si può svolgere soltanto se si è competenti. Non trovo però giusto auspicare esami più difficili. Mettiamoci nei panni di quei poveri ragazzi che aspirano a deventare A.I e che vengono bocciati 2, 3, 4 volte solo perchè non hanno risposto a qualche domanda della commissione esaminatrice. Poi, sinceramente se in commissione ci sono persone che sono influenzate dalle lobby per non far passare gli aspiranti, ecco queste persone devono essere cacciate, altrimenti, come al solito, vengono promossi chi non lo merita. Quindi prego a tutti coloro che subiscono questo tipo di trattamento di farsi sentire e se è il caso sporgere denuncia. Non può passare come normale il comportamento degli esaminatori che anzichè esaminare hanno come obiettivo la bocciatura di chi non ha santi in paradiso. Possibile che ci sia sempre bisogno dei supervisori dei supervisori??? :disappunto: :disappunto: :disappunto:
     
  19. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Questo non accade più visto che non ci sono più agenti immobiliari nelle commissioni camerali ;)

    g
     
  20. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... e che noi combatteremo in tutti in modi (io, almeno, di sicuro!) per non farceli rimettere! :rabbia: :rabbia:


    ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina