1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Giorgio Raks

    Giorgio Raks Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno e grazie al forum,
    Ho un dubbio sulla nuova ripartizione millesimale...

    E' stato dato l'incarico ad un tecnico di redigere le nuove tabelle millesimali del condominio , questo perche' i locali al piano terra erano prima dei depositi ora sono dei ristoranti/negozi.
    Io sono proprietario di due immobili cofinanti Int.1 e 2 . Nel tempo ho buttato giu' un tramezzo e' ho un creato una sola U.I. avendo cosi un soggiorno doppio che da su due balconi sul mare (senza pero' cambiare nulla in catasto dove sono rimasti due appartamenti distinti e cosi anche in comune non e' stato presentato nulla ne richiesto niente al condominio). Ora nel calcolo dei Millesimi il tecnico ha rilevato lo stato di fatto e ha considerato un'unico appartamento nel calcolare i millesimi quindi adesso abbiamo Int,1-2 con i millesimi totali. Il problema e' che ora dovendo il condominio fare dei lavori di manutenzione su una colonna di scarico che vanno ripartiti solo tra 6 appartamenti io mi trovo nella condizione di pagare doppio non solo per l'int.6 ma per la somma dei due! . Volevo sapere se e' giusta questa ripartizione, risulterebbe come se io ho soppresso una unità immobiliare , ma al catasto e al comune non ho dichiarato nulla , cosi come al condominio se ne sono accorti duranti il sopralluogo.
    Grazie!

     
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Marzo 2014
  2. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Scusa e non e' quello che hai fatto?
    Se la colonna serve la tua unità immobiliare unificata pagherai in base ai millesimi che le sono stati attribuiti.
     
    A Giorgio Raks piace questo elemento.
  3. Giorgio Raks

    Giorgio Raks Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La mia domanda e' cercare di capire se lo stato di fatto rilevato dal tecnico fa fede legalmente ai fini dei millesimi....o se il tecnico avrebbe dovuto calcolare i millesimi come se fossero due proprietà distine...come indicato in catasto e al comune....cosi io mi trovo a dover pagare sempre doppio anche se in un futuro si faranno dei lavori su un'altra colonna presente per esempio nell'appartamento indicato come Int.2

    Grazie od1no
     
  4. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Allora il fatto che tu non abbia comunicato la variazione al catasto e chiesto al comune le eventuali autorizzazioni del caso e' una cosa relativa fra l'altro potresti essere tu ad avere problemi.Il tecnico ha rilevato secondo me la situazione di fatto che si e' trovato davanti. Relativamente alle colonne c'e' da capire quale delle due colonne ora serve l'appartamento? tutte e due contemporaneamente?
    I due apparatementi hanno ancora due impianti distinti?
     
    Ultima modifica: 15 Marzo 2014
    A Giorgio Raks piace questo elemento.
  5. Giorgio Raks

    Giorgio Raks Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    la colonna dove dovranno essere eseguiti i lavori serve la cucina dell'appartamento dell'Int.1 gli impianti non sono stati toccati assolutamente... il problema e' semplice due unita' che sono state accorpate per avere un doppio soggiorno di fatto e' un'appartamento ora pero' se non fosse venuto nessuno a fare il sopralluogo erano due unita' io avrei dovuto pagare solo per l'appartamento dell'interno 1 l'impianto di quella colonna serve quello di appartamento.....il prblema sorge adesso che rilevando un solo appartamento mi si raddoppia come se servisse tutti e due gli appartamenti...ecco..
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Bisognerebbe conoscere esattamente la situazione dei luoghi.
    Potrebbero essere giuste le tue perplessità come anche la risposta che ti ha dato od1n0.

    Credo che l'errore sia addirittura a monte, e non legato all'accorpamento (sempre facendo supposizioni). Parli di vecchi magazzini trasformati in ristoranti, vista a mare ecc. Suppongo siamo in presenza di vecchi fabbricati oggi riuniti in unico condominio a seguito di vendite separate ecc.

    Il fatto che tu accenni al fatto che la spesa è da ripartirsi solo su 6 appartamenti, fa pensare che gli appartamenti del condominio siano più di 6: ma che per ragioni di rapporti specifici, gli scarichi siano manutenuti solo da chi se ne serve.

    1) Io ho sempre ritenuto più logico che le colonne di scarico condominiali, fossero manutenute a spese di tutto il condominio, indipendentemente dalla posizione in cui si vengano a trovare: così facendo tu contribuiresti per il totale dei millesimi, sia che si tratti dello scarico A che dello scarico B, ma ciò non significherebbe pagare il doppio, perchè alla spesa contribuirebbero tutti i condomini sempre.
    2) Nel caso invece che si voglia mantenere la distinzione tra A e B, tu potresti pretendere di pagare per la sola quota relativa ad uno degli interni: ma avresti dovuto anche comunicare l'intervento al condominio, cosa non fatta, e non è detto che fosse legalmente fattibile.. (sei sicuro che ci sia un unico condominio o ce ne sono due?)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina