• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ILIO

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera, vorrei sapere se devo pagare l'IMU sulla casa di mia proprieta' al 50% nonostante non sono piu' residente in quella abitazione. Grazie
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino

Il 16 giugno è fissata la scadenza per il pagamento della prima rata di IMU per il 2020. Ma non tutti i proprietari di un immobile sono tenuti a effettuare i versamenti. La normativa generale sull'IMU, infatti, prevede che non si paghino le imposte sull'abitazione principale.
Se per esempio si possiede un immobile di proprietà, ma la residenza è indicata in un'altra abitazione, bisogna pagare l'IMU. Ma questo caso potrebbe verificarsi anche solo momentaneamente. Per esempio, potrebbe succedere che per cause "di forza maggiore", che quindi non implicano la perdita dei benefici prima casa, non sia possibile trasferire la residenza nel suddetto immobile. Cosa accade in questo caso?
IMU prima casa residenza entro 18 mesi
La normativa sull'abitazione principale prevede che i benefici prima casa vengano mantenuti anche nel caso di mancato trasferimento della residenza entro 18 mesi nell'abitazione acquistata con i benefici prima casa. Ammesso che avvenga per cause "di forza maggiore".
Per esempio, questo è il caso di un immobile sottoposto a lavori di ristrutturazione per temporanea inagibilità. È bene ricordare, però, che i 18 mesi decorrono dalla data del rogito, sia in caso di ristrutturazione che di una casa in costruzione.
Abitazione principale ai fini IMU
Per quanto riguarda le le imposte sulla casa, invece, il discorso cambia. Ai fini dell'imposta municipale, infatti, per abitazione principale si intende “l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.”
Il che significa che l'IMU andrà pagata con le aliquote corrispondenti decise dal Comune e secondo i codici tributo prestabiliti, in quanto verrà considerata come seconda abitazione sino al momento in cui sarà effettivo il trasferimento della residenza.
 

ILIO

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino

Il 16 giugno è fissata la scadenza per il pagamento della prima rata di IMU per il 2020. Ma non tutti i proprietari di un immobile sono tenuti a effettuare i versamenti. La normativa generale sull'IMU, infatti, prevede che non si paghino le imposte sull'abitazione principale.
Se per esempio si possiede un immobile di proprietà, ma la residenza è indicata in un'altra abitazione, bisogna pagare l'IMU. Ma questo caso potrebbe verificarsi anche solo momentaneamente. Per esempio, potrebbe succedere che per cause "di forza maggiore", che quindi non implicano la perdita dei benefici prima casa, non sia possibile trasferire la residenza nel suddetto immobile. Cosa accade in questo caso?
IMU prima casa residenza entro 18 mesi
La normativa sull'abitazione principale prevede che i benefici prima casa vengano mantenuti anche nel caso di mancato trasferimento della residenza entro 18 mesi nell'abitazione acquistata con i benefici prima casa. Ammesso che avvenga per cause "di forza maggiore".
Per esempio, questo è il caso di un immobile sottoposto a lavori di ristrutturazione per temporanea inagibilità. È bene ricordare, però, che i 18 mesi decorrono dalla data del rogito, sia in caso di ristrutturazione che di una casa in costruzione.
Abitazione principale ai fini IMU
Per quanto riguarda le le imposte sulla casa, invece, il discorso cambia. Ai fini dell'imposta municipale, infatti, per abitazione principale si intende “l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.”
Il che significa che l'IMU andrà pagata con le aliquote corrispondenti decise dal Comune e secondo i codici tributo prestabiliti, in quanto verrà considerata come seconda abitazione sino al momento in cui sarà effettivo il trasferimento della residenza.
 

ILIO

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Scusate nonostante l'abitazione sia stata assegnata sentenza di divorzio all'ex coniuge, devo comunque pagare l'IMU al 50%.
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
La casa coniugale assegnata al coniuge (nell'ipotesi di separazione) o all'ex coniuge, in caso di divorzio, è completamente detassata ai fini dell'IMU.


Perché non l'hai detto subito che sei divorziato?

Mica è un marchio d'infamia! Sono dalla tua parte! Pensa, io ho fatto prima! Neanche mi sono sposato. "Amarsi sempre, sposarsi mai!".
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Con la separazione legale l’IMU sulla casa coniugale spetta interamente al coniuge assegnatario. Questo in quanto l’assegnatario è il titolare del diritto di abitazione. L’assegnazione della ex casa coniugale comporta l’applicazione del diritto di abitazione sulla percentuale di diritto reale di godimento spettante ad uno dei due coniugi.

FONTE: https://fiscomania.com/IMU-tasi-separazione-legale/

Se vuoi, manda un sms anonimo da internet a tua moglie con scritto "AGENZIA DELLE ENTRATE, INFORMAZIONE GRATUITA: RICORDATI DI PAGARE L'IMU".
 

Hanganu Catalina

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
salve ho bisogno di aiuto riguardo prima casa
la mia domanda e: Se ho acquistato come prima casa ma non posso trasferire la residenza in quel comune mi tocca pagare solo IMU o perdo anche le agevolazioni prima casa e devo pagare la diferenza?grazie
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
salve ho bisogno di aiuto riguardo prima casa
la mia domanda e: Se ho acquistato come prima casa ma non posso trasferire la residenza in quel comune mi tocca pagare solo IMU o perdo anche le agevolazioni prima casa e devo pagare la diferenza?grazie
Se non trasferisci la residenza entro 18 mesi dal rogito, perderai le agevolazioni e dovrai pagare la differenza, più interessi e sanzioni.
L'IMU dovrai pagarla finché non trasferirai la residenza nell'immobile ( non basta averla nel Comune).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

monek ha scritto sul profilo di KarenLFP.
ciao!!! Tu hai avuto qualche novità sul mutuo?
Buonasera, stiamo cercando di stipulare un preliminare di vendita a mia nipote, essendo 4 proprietari; può lei iniziare i lavori per detrazione 110% solo con la firma del preliminare ? Grazie .
Alto