1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Revisione catasto: arrivano le nuove commissioni censuarie, ecco cosa succede
    [​IMG]
    Sul filo d’arrivo il primo decreto legislativo per l’attuazione della revisione del catasto fabbricati previsto dalla legge delega n. 23/2014, passato venerdì scorso al Consiglio dei Ministri, già con l’innesco di alcune polemiche su sui contenuti e quelli della legge delega (consulta anche il nostro Dossier speciale sulla riforma del catasto fabbricati).

    La prima novità concerne la denominazione delle ex commissioni censuarie provinciali, chiamate ora “locali” in quanto l’elenco delle province per le quali è previsto l’insediamento non è quello complessivo (sulla base delle ultime istituzioni di province) ma è fermo alla situazione storica, quando erano presenti sul territorio nazionale solo 103 province.

    La seconda novità riguarda l’individuazione in ogni sede locale e centrale di 3 sezioni di commissione, delle quali due ricalcano lo schema compositivo di impianto, poi confermato, da ultimo, secondo le disposizioni di cui al DPR n. 138/1998 in tema di composizione delle commissioni censuarie, concernenti l’una il catasto dei terreni e l’altra il catasto dei fabbricati.

    Le sezioni delle commissioni censuarie locali sono composte da sei componenti.

    Solo per Trento e Bolzano è previsto un ulteriore membro i designato dalle rispettive Province autonome nell’ ambito dei propri dipendenti di ruolo).

    La terza sezione di ciascuna commissione locale, in fase di prima attuazione, sarà specializzata in materia di revisione del sistema estimativo del catasto dei fabbricati di cui all’art. 2 della legge 11 marzo 2014, n. 23.

    Revisione del catasto fabbricati: chi sono i membri delle commissioni censuarie e chi li sceglie

    I componenti di ciascuna sezione sono scelti dal presidente del tribunale tra un numero almeno doppio di soggetti, designati nel rispetto della seguente composizione:

    a) due, fra quelli designati dall’ufficio dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente tra i dipendenti di ruolo della stessa Agenzia;

    b) uno, fra quelli designati dall’ Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), nel rispetto dei criteri fissati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze d’intesa con la Conferenza Stato-città ed autonomie locali;

    c) tre, fra quelli designati dal Prefetto, su indicazione degli Ordini e Collegi professionali e delle associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare, tra gli ingegneri, gli architetti, i geometri, i periti edili, i dottori agronomi, gli agrotecnici iscritti nei relativi albi, i docenti qualificati in materia di economia e di estimo urbano e in materia di economia ed estimo rurale e tra gli esperti in materia di statistica e di econometria.

    Il presidente della commissione censuaria locale è nominato dal presidente del tribunale, nella cui circoscrizione essa ha sede, tra i magistrati ordinari o amministrativi, o tra i presidenti o i presidenti di sezione delle commissioni tributarie provinciali diverse da quella competente in relazione agli atti della medesima commissione censuari.

    A ciascuna sezione è assegnato un presidente scelto tra i suoi componenti dal presidente della commissione censuaria locale.

    Ciascuna sezione della commissione censuaria centrale è composta da undici componenti.

    Fanno parte di tutte le sezioni, come membri di diritto:

    a) il direttore dell’Agenzia delle entrate o, in caso di sua assenza o impedimento, il Vicedirettore-Territorio;

    b) il direttore centrale della Direzione Centrale Catasto e Cartografia;

    c) il direttore centrale della Direzione Centrale Osservatorio del Mercato Immobiliare e Servizi Estimativi;

    d) il direttore centrale della Direzione Centrale Pubblicità Immobiliare e Affari Legali.

    Fanno parte di ciascuna sezione:

    a) un ingegnere con funzioni dirigenziali appartenente al ruolo dall’ Agenzia delle entrate, da questa designato;

    b) un magistrato ordinario ed un magistrato amministrativo, designati dai rispettivi organi di autogoverno;

    c) due componenti designati dall’ ANCI nel rispetto dei criteri fissati con il decreto di cui all’articolo 3, comma 3, lettera b).

    Fanno parte inoltre:

    a) della sezione competente in materia di catasto terreni, due docenti universitari in materia di economia ed estimo rurale, designati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

    b) della sezione competente in materia di catasto urbano, due docenti universitari in materia di economia ed estimo urbano, designati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

    c) della sezione specializzata in materia di riforma del sistema estimativo del catasto dei fabbricati, due docenti universitari in materia di statistica e di econometria, designati dal Ministero dell’ istruzione, dell’università e della ricerca, sentite anche le associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare.

    Nelle due tabelle seguenti sono poste a raffronto la composizione di una sezione delle commissioni locali e centrali rispettivamente nel precedente e nuovo ordinamento.

    Quadro di raffronto componenti commissione censuaria locale
    Precedente composizione di sezioneAttuale composizione di sezione

    Quattro membri effettivi designati dall’amministrazione finanziariaDue designati dall’ufficio dell’Agenzia delle entrate
    Quattro membri effettivi dal consiglio provinciale, sentiti i comuniUno designato dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI)
    Due dagli ordini e collegi delle categorie professionali, competenti in materia catastaleTre esperti designati da Ordini e Collegi professionali e associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare
    Totale 10 membriTotale 6 membri
    8 rappresentanza Enti impositori3 rappresentanza Enti impositori
    2 rappresentanza mondo professionale3 rappresentanza mondo professionale


    Quadro di raffronto componenti commissione censuaria centrale
    Precedente composizione di sezioneAttuale composizione di sezione

    Sei membri effettivi designati dall’amministrazione finanziariaCinque designati dall’ufficio dell’Agenzia delle entrate
    Due magistratiDue designati dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI)
    Esperto ministerialeDue magistrati
    Cinque esperti (di cui tre designati da regioni, dall’UPI e dall’ANCI)Due docenti universitari designati da ANCI
    Totale 14 membriTotale 11 membri
    6 rappresentanza Enti impositori7 rappresentanza Enti impositori
    8 rappresentanza mondo accademico/giudiziario4 rappresentanza mondo accademico/giudiziario
    Dall’analisi dei suddetti quadri, come prima considerazione rileva, per la commissione censuaria locale una più equilibrata composizione paritetica tra membri di emanazione degli Enti impositori (Comuni ed Agenzia Entrate) e designati dal mondo professionale tecnico, regolata dal Presidente (magistrato).

    Per la Commissione censuaria centrale, la composizione è sbilanciata verso la rappresentanza degli Enti impositori, tuttavia la presenza di tre magistrati (compreso il Presidente) garantisce imparzialità.

    Revisione del catasto: le modalità per la designazione dei componenti delle sezioni delle commissioni censuarie local iCiascun soggetto preposto provvede alla segnalazione al presidente del tribunale di un numero i membri in misura doppia a quella necessaria. Il presidente del tribunale sceglie, nel rispetto dei criteri di composizione di cui all’articolo 3, i componenti della commissione censuaria locale.

    Tempistica Entro 60 giorni dalla richiesta del competente direttore regionale dell’Agenzia delle entrate le suddette segnalazioni sono inviate al presidente del tribunale dandone notizia al Direttore regionale.

    Nei 30 giorni successivi il presidente del tribunale sceglie i designati. In caso di mancata o incompleta designazione, la scelta è operata, di norma, tra i soggetti iscritti all’albo dei consulenti tecnici, previsto dall’articolo 13 delle disposizioni per l’attuazione del codice di procedura civile.

    Ricevuta la comunicazione della scelta, il direttore regionale dell’Agenzia delle entrate provvede, con proprio decreto, alla nomina dei componenti dandone comunicazione agli interessati.

    Revisione del Catasto: le modalità per la designazione dei componenti delle sezioni delle commissioni censuaria centraleL’Organo di autogoverno dei magistrati ed Anci provvedono alla indicazione dei nominativi di competenza il Ministro dell’economia e delle finanze nomina con proprio decreto i componenti della Commissione censuaria centrale.

    Il Presidente della commissione censuaria centrale è un magistrato ordinario o amministrativo con qualifica non inferiore a magistrato di cassazione o equiparata, nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze.

    Tempistica Entro 90 giorni dalla richiesta del direttore dell’Agenzia delle entrate, i soggetti suddetti comunicano le rispettive designazioni al Ministero dell’economia e delle finanze e al direttore dell’ Agenzia delle entrate.

    In caso di mancata o incompleta designazione, il Ministro provvede comunque alla nomina dei componenti nel rispetto dei criteri previsti.

    Prime carenze e dubbi interpretativi emergenti1. la bozza del primo decreto attuativo della riforma del catasto, in questa fase, sembra disattendere la legge delega (articolo 2, comma 3, lettera a) non prevedendo competenze delle commissioni censuarie locali in tema di procedure deflative del contenzioso.


    2. le competenze della commissione censuaria locale (art. 14, comma 3 del decreto legislativo) sono limitate alla alla validazione delle funzioni statistiche di cui all’articolo 2, comma 1,lettera h), n. 1.2) e lettera i, n. l)della legge 11 marzo 2014, n. 23. Ma le funzioni statistiche rappresenteranno solo una parte delle metodologie per il calcolo nei nuovi estimi, in quanto la legge delega prevede all’articolo 2, comma 2, lettera h punti 1.3 “ qualora i valori non possano essere determinati sulla base delle funzioni statistiche di cui al presente numero, applica la metodologia di cui al numero 2)” cioè viene costruito un algoritmo (funzione di stima) con metodi empirici (metodi standardizzati e parametri di consistenza specifici).

    Non sono soggetti ad approvazione da parte delle Commissioni questi ulteriori algoritmi di stima?

    3. L’articolo 15, comma 4 della bozza di decreto prevede che la commissione censuaria centrale a sezioni unite provveda in ordine alla validazione dei saggi di redditività media determinati dall’Agenzia delle Entrate. Come si deve intendere che i saggi di redditività non definiti (si presume siano quelli dell’articolo 2, comma 2, lettera i), punto 2 della legge delega), in caso di dissenso in Commissione locale, sono validati dalla Commissione centrale, come avviene per le funzioni di stima ove c’è dissenso? Ovvero d’imperio la Commissione censuaria centrale decide, legificando, sempre e autonomamente i saggi?

    4. Inoltre, appare completamente sfumata la rappresentanza delle Associazioni di categoria della proprietà immobiliare in seno alle commissioni locali, laddove il Prefetto, può liberamente scegliere tra i professionisti segnalati, senza alcuna riserva per quelli di designazione delle suddette Associazioni e a livello di commissione censuaria centrale, dove il MIUR ha solo l’obbligo di “sentire” le Associazioni e poi può tralasciare eventuali designazioni delle Associazioni senza alcuna motivazione.

    Articolo dell’ing. Antonio Iovine
     
    A agentenonpercaso e m.barelli piace questo messaggio.
  2. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    il tutto servirà per la piu colossale patrimoniale dai tempi della pietra
    che insieme alla nuova tassa di successione porterà all'esproprio dei patrimoni delle famiglie italiane
     
    A francesca7, agentenonpercaso e m.barelli piace questo elemento.
  3. Dumarest

    Dumarest Membro Ordinario

    Altro Professionista
    E alla morte definitiva del mercato immobiliare italiano.
    Con tutto questo abbiamo dato alla casta quasi l'ottanta percento delle preferenze, alle ultime elezioni.
    Siamo strani, noi italiani.
     
  4. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    è già morto chi ha possibilità investe all'estero
     
    A specialist piace questo elemento.
  5. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ci sono due possibilità:
    1 - partecipare, criticare, costruire una valida alternativa
    2 - attendere, vedere, subire quanto decidono altri
    ...
    tutto nella massima libertà ma con responsabilità ben precise e definite in capo a ognuno di noi
     
  6. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    condivido la tua opinione ma purtroppo il patrimonio immobiliare privato italiano servirà ad evitare il default dello stato e questa è una cosa ineludibile sia nel caso 1 che nel 2
     
  7. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se condividi ...da che parte stai? 1 o 2?
    perchè dalla tua risposta sembra che tu propenda per la seconda soluzione, la più comoda nell'immediato ma che non ti permette di migliorare ...
    è una scelta, libera, rispettabile ...
    io invece scelgo l'opzione 1, molto più impegnativa e rischiosa nell'immediato ma ... almeno ci provo
     
  8. lollo2000

    lollo2000 Ospite

    scelgo la tre delocalizzare all'estero fatti già alcuni viaggi di lavoro madrid e londra un'altro passo
     
  9. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    la delocalizzazione non c'entra con la riforma del catasto :triste:
    questa non è una nuova opzione è una scelta passiva verso la riforma del catasto: non ti interessa partecipare attivamente e preferisci lasciare ad altri questo compito
     
  10. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non sapevo che ci fosse anche FIAIP tra i membri delle commissioni.


    Sono 15 le organizzazioni intorno al tavolo di lavoro
    Riforma Catasto: al via il confronto tra Agenzia delle entrate e associazioni
    I. L.
    06/11/2014
    [​IMG]

    Primo incontro informale, nei giorni scorsi, sul tema della riforma del Catasto tra l'Agenzia delle entrate e le 15 associazioni che compongono il Coordinamento Interassociativo Catasto (formato da Abi, Ance, Ania, Casartigiani, Cia, Cna, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio-Fimaa, Confedilizia, Confesercenti, Confindustria, Consiglio Nazionale del Notariato e Fiaip).

    Soddisfatta dell'esito Franco D’Onofrio, vicepresidente nazionale vicario Fiaip, presente alla riunione, che ha sottolineato: “Nel corso dell’incontro è stata innanzitutto presentata, dal neo direttore dell’Agenzia delle entrate, Rossella Orlandi la squadra che si occupa della riforma del Catasto e della predisposizione dello schema del secondo decreto legislativo attuativo della legge delega (art. 2 L.n.23/2014) relativo alla riforma del processo estimativo sugli immobili. Il direttore Orlandi ha sottolineato che obiettivo fondamentale da perseguire per la riforma è quello di procedere ad un lavoro tecnico che sia improntato a criteri di collaborazione e non di contrapposizione poiché siamo in presenza di una riforma epocale”.

    Dopo il varo definitivo del decreto legislativo sulle Commissioni Censuarie, atteso nel prossimo Consiglio dei Ministri, la riforma del Catasto proseguirà con il censimento di oltre 62 milioni di unità immobiliari che richiederà circa 5 anni di tempo.
    Il tavolo di lavoro istituito all’interno dell’Agenzia delle Entrate è operativo dallo scorso gennaio e si è posto l’obiettivo di emanare il prossimo decreto legislativo relativo alla riforma del processo estimativo entro dicembre. Nel corso della riunione l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le nuove modalità di classificazione delle categorie catastali.
    Le associazioni, nell’occasione, hanno auspicato una collaborazione anche a livello territoriale tra Agenzia delle Entrate e i componenti locali dei coordinamenti, in quanto sarà senz’altro rilevante il rapporto tra Agenzia delle Entrate, Comuni e il Coordinamento Interassociativo Catasto per conferire maggiore trasparenza alle funzioni statistiche”.
    “Fiaip – aggiungeD’Onofrio - ha sollevato nel corso dell’incontro il problema della vetustà del nostro patrimonio immobiliare, chiedendo come si regolerà l’Agenzia delle entrate nei prossimi anni. I dirigenti delle Entrate hanno risposto alla Federazione precisando che “si è preso in considerazione l’anno di costruzione e lo stato conservativo degli immobili, ma si sta comunque ancora valutando questo aspetto: non si dovrebbe comunque andare nel dettaglio perché il criterio del catasto è l’ordinarietà”.
     
  11. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    eh, eh ... il bello deve ancora venire ;)
    e qualche avvisaglia c'è pure stata recentemente :innocente:
     
    A sylvestro piace questo elemento.
  12. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    ShhhHHH! :shock: Non dire niente per ora, gli faremo la sorpresa :maligno:
     
  13. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Le poltrone per gli amici non finiscono mai..
     
  14. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    beh, l'effetto sorpresa è finito lo scorso 29/10 a Roma ;)
    bisogna vedere cosa si vuole fare, ma il tempo degli alibi è finito ed è stato dimostrato :fico:
     
  15. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Le banche si preparano alla riforma del catasto


    [​IMG]
     
  16. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :shock:
    mega fuori tema, per i soliti e noti motivi
     
  17. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    qualcuno di chi frequenta il forum si è candidato a membro della commissioni censuarie provinciali?
     
  18. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    The Best.... :D... dall'inizio, anche se ascoltano poco , i sensali di stato vanno per la loro strada a prescindere:disappunto:
     
  19. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    E quali sarebbero le alternative? Il partito degli automobilisti? Se esistesse ancora lo rivoterei:sorrisone:
     
  20. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Potrete sempre dire "io c'ero!" e rivendicare la vostra parte di merito nella fantastica nuova riforma del catasto :D
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina