1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Il franchising immobiliare, in Italia, ha fatto boom. E' un dato di fatto che non si può contestare ma solo analizzare e capire nella sua complessità.

    Il franchising è un accordo di collaborazione che vede da una parte un'azienda con una formula commerciale consolidata (franchisor) e dall'altra una società o una persona fisica (franchisee) che aderisce a questa formula.
    Da una parte c’è un marchio o brand conosciuto che viene concesso in uso all’affiliato e che da diritto di commercializzare i propri servizi ( nel nostro caso di intermediazione immobiliare) utilizzandolo nell’insegna e nell’immagine coordinata aziendale in aggiunta al diritto della consulenza ed assistenza in ordine ad un modello standard di lavoro; dall’altro invece ci sono gli affiliati che devono pagare il brand e il sostegno alla gestione aziendale e alla comunicazione garantito dal franchisor con un fee d’ingresso e una percentuale sul fatturato ( royalty). A volte gravosa.
    In altre parole con il franchising c’è un mediatore che preferisce lavorare non con il suo nome e cognome ma con l’identità di un “altro”. Scelta rispettabilissima, che favorisce, certamente, un più rapido avvio dell’impresa e maggiori fatturati iniziali ma che ha, come contropartita, la perdita della propria personalità, la privazione volontaria della propria individualità irripetibile di uomo e di imprenditore. Anche se formalmente il titolare della ditta rimane l’affiliato.
    Col franchising lavoro sotto le specie di un “altro”, mi impegno in una mia attività lavorativa indossando una rigida maschera inamidata, che mi copre la “faccia” e che mi impedisce movimenti autonomi e liberi e pago, per di più, questa finzione, in modo profumato. Chi gestisce, in alto, “l’immagine” e la “finzione” invece passa alla cassa e riscuote.
    Masochismo?
    Autolesionismo?
    Scelta assennata?
    Opzione prudente?
    Ma perché uno che fa il mediatore non deve prefiggersi la crescita della propria immagine commerciale e professionale, scegliendo la libera gestione della propria attività e prediligendo un metodo lavorativo conforme alla proprie caratteristiche e, invece, consegnarsi totalmente alla “parvenza” altrui e alla “camicia di forza” di un marchio collettivo?
    Perche tanti agenti immobiliari si sono "consegnati" ai franchising nazionali o addirittura internazionali?
    Perché non sfruttare la specifica notorietà commerciale che vantano nel luogo dove operano e aprire altre agenzia in zona creando in questa maniera un piccolo franchising “casereccio”? Un franchising all’”italiana”? Anzi di “provincia”?

    Quale risposta possono dare gli operatori immobiliari di questo

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Quali risposte possono dare gli operatori immobiliari di questo blog a queste domande?
     
  2. Lorenzo Oliboni

    Lorenzo Oliboni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Un motivo è il conformismo!
    Il marchio è sempre sinonimo di accettazione per molti (dai vestiti, alla macchina al business)! Il successo degli altri suscita ammirazione e volontà di immedesimazione.
    Un altro motivo è la visibilità!
    E' più semplice adottare un modello vincente, senza esporsi su piazza con il proprio marchio, che costruire un progetto unico.
     
  3. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Quindi, se ho inteso bene, suggerisci di combattere il "franchising" costituendo un nuovo "franchising casereccio". Alla fine avremo solamente un nuovo franchising immobiliare che utilizzerà gli stessi medoti di quelli vecchi, forse peggio: il classico caso del cane che si morde la coda.

    Smoker
     
  4. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Magari un franchising intriso di "genio" italico di "spirito" latino. Che salvaguardi l'identità di ciascun operatore
    Un franchising tutto da inventare. Magari con un altro nome.
    Questo attuale è nato negli USA negli anni '30, è piuttosto vecchio come metodo, e non pare calzi a pennello agli italiani.
    Un modello imposto. Da dittatura culturale.
    Ma, si sa, gli italiani sono esterofili...
     
  5. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    @ Graf: Questo non è un "blog" ma un "forum" e ancora meglio una "community" ;)
    Scusa la precisazione ma sono proprio cose diverse :)
     
  6. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Grazie epr la precisazione.
    Chiamerò questo blog, forum :risata:
     
  7. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

  8. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve secondo me le motivazioni del successo del Franchising sono molteplici e premesso che ( opinione opinabile ma personale ) io sono contrario perchè non mi va di spersonalizzare il mio lavoro e la mia identità ne tantomeno accollarmi solo i rischi dell'impresa mentre un altro si gode comunque vada i benefici ( royalty ) penso si possano riassumere :
    A) - Il Franchising consente a tutti di avviare un'impresa partendo da zero ed a volte con investimento zero spianandoti la strada nel reperimento delle varie formule di finanziamento.
    B) - Molti titolari di imprese in Francising per assumere più mercato ( meglio dire zone geografiche ) hanno aperto in società con i loro collaboratori.
    C ) - Convinzione che un marchio noto ti faciliti il lavoro ( purtroppo non tanto errata ) anche se alla lunga tutti i nodi vengono al pettine.
    D) - Lavaggio del cervello ( ad ascoltare loro e vedendo i loro grafici fai guadagni stratosferici dal primo anno )
    E ) - Apertura dell'impresa senza la necessaria autorizzazione ( patentino ) alcune agenzie sono formalmente gestite da non autorizzati
    F ) - Aggregazione di forze che hanno lo stesso scopo.
    G ) - Indubbi vantaggi in quanto si riesce a dare al cliente un servizio a 360 ° dalla vendita al finanziamento al trading.

    Logicamente come tutte le cose ci sono i pro ed i contro, non è giusto demonizzare il franchising perchè ci sono degli ottimi e valenti professionisti che hanno agenzie in franchising, è solo un discorso di aderire o meno ad un modello lavorativo , il Franchising in quanto impresa guarda i numeri e deve produrre numeri altrimenti non paga; è un pò come per i vestiti, c'è la confezione ( Franchising ) industriale e la sartoria a mano ( l'agenzia nominativa ) è solo una questione di scelta. Non me ne voglia nessuno.
     
    A enrico vicenza piace questo elemento.
  9. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...
    purtroppo alla ns. categoria bisogna dire che ha fatto ( in termini di immagine e professionalita' ) piu' danni che benefici.:disappunto:
     
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Diciamo anche che ha im*******ito l'ambiente, per dirla alla Luciano De Crescenzo l'Agenti Immobiliari vecchia generazione ( quello portato al rapporto interpersonale, alla chiacchierata in strada, che odia ed ama questo lavoro ) preferisce il bagno mentre quello nuovo generazione ( più votato al franchising, alla logica d'impresa, ai numeri ed al raggiungimento degli obiettivi a qualunque costo ) preferisce la doccia. PANTA REI
     
  11. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti, il franchising ha permesso a molte persone impreparate di avventurarsi nel campo dell' intermediazione immobiliare, agganciandosi al treno in corsa.
    E ci troviamo parecchi Agenti Immobiliari che non sanno quello che combinano ma fanno guadagnare i capi.
    Questo non toglie che ci sono anche bravi Agenti Immobiliari tra loro e parecchi impreparati tra noi (no franchising).
     
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Giusta osservazione.
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  13. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    ha avuto successo perchè chi è del campo sà chi è valido e chi no,
    ma il cliente non è del campo

    risultato non può far altro che affidarsi al brand


    con buone campagne di marketing inoltre, il brand si ammanta di un emozione che giustifica agli occhi del cliente i prezzi generalmente più alti



    io sono un amministratore di condomini, per i clienti siamo tutti uguali fino a quando uno non li lascia nella *****
    pertanto ci scelgono per differenze di compensi di 5/10/20€ l'anno (parliamo di una margherita a casa o in pizzeria con coca e dolce per una persona)
    ma rimaniamo comunque tutti uguali per loro

    in questo purtroppo non ci aiutano nemmeno i fornitori ... se almeno facessero loro differenze di trattamento e preferenza fra i clienti di un amministratore e l'altro :rabbia:


    alcuni fra noi credono nella possibilità di fare molto insieme
    ne parliamo domani in puglia, a Barletta, nel castello

    può essere interessante sia per gli amministratori agli inizi o avviati, sia per gli Agenti Immobiliari (in moltissimi paesi, l'ufficio che fornisce il servizo amministrativo, fornisce quello dell'Agenti Immobiliari e tanti altri ....)
    Sinteg - Servizi Immobiliari Integrati per la gestione del condominio


    sarà possibile incontrare

    UnicasaItalia 1° franch di amministratori di condominio abbinati ad Agenti Immobiliari, quindi adatti a chi inizia e non teme "formule invasive" Unicasa Italia spa- Franchising per amministratore di condominio , gestione e servizi per gli immobili

    e Sinteg network di amministratori di condomini già operanti nel proprio mercato, desiderosi di migliorare per loro e per i clienti, insieme per condividere e darsi opportunità che da solo non ci possono essere Sinteg - Servizi Immobiliari Integrati
     
  14. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ma per la legge dei grandi numeri..lo sono molto ma molto di piu' fra loro
     
  15. panzer

    panzer Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    magari i guadagni non saranno stratosferici,ma io dopo 6 mesi mi sono comprato la macchina nuova,tutto questo mentre la concorrenza arriva con difficoltà a fine mese. Sono pienamente convinto che i risultati sono direttamente proporzionali all'impegno che si mette.Inoltre,vedendo soprattutto la concorrenza,ho notato : disorganizzazione,propensione al lamento(crisi,concorrenza sleale,il gatto nero) ...Il problema è che molti invece di risolvere o superare i propri limiti preferiscono prendere a testate tutto quello che vedono.La cosa bella,è che molti di quelli che criticano il modus operandi dei franchising me li ritrovo in zona a fare le stesse identiche cose che faccio io,facendo,però piu danni che altro.. Vi assicuro che i tanto celebrati Agenti Immobiliari onesti mi hanno creato non pochi problemi,ma non in termini di guadagno,visto che non sono capaci neanche di acquisire un immobile per telefono,piuttosto perchè ne hanno combinate di tutti i colori.L'utente medio quando pensa all'agente immobiliare ne fa tutto un fascio,la fuori non si fa distinzione tra franchising o bottega di famiglia,la fuori l'unica cosa che conta la credibilità,e vi assicuro che il mea culpa lo dobbiamo fare un po tutti.
     
    A enrico vicenza piace questo elemento.
  16. Lorenzo Oliboni

    Lorenzo Oliboni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    PANZER, un nome un fatto. :risata:
    Sì possiamo dire che esistono molti AI indipendenti il cui lavoro, operato ed etica professionale è discutibile.
    Però è altrettanto indiscutibile che le agenzie con un solo AI e una sfliza di apprendisti, collaboratori etc. sono per la stragrande maggioranza franchising.
    Fra l'altro comunico che a Verona, prosegue la tendenza di alcune agenzie col brand e con decennale esperienza, a lascire il marchio per aprire con un proprio marchio. Le agenzie non chiudono ma i franchising perdono "filiali". :shock:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina