1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. bar.one

    bar.one Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    salve a tutti! vorrei sottoporvi il mio problema. devo ristrutturare un'abitazione fatiscente di mia proprietà. il fabbricato in questione ha le scalette e il pianerottolo di accesso ricadenti sulla proprietà esclusiva del vicino che, prontamente, mi ha diffidato dal ripristinare lo stato di fatto e di spostare l'ingresso sulla strada pubblica. vedendo gli estratti catastali, pur trattandosi dell'unico accesso al rudere, in effetti scalette e pianerottolo non sono riportati. negli atti di proprietà non ne viene fatta menzione mentre l'area cortile viene attribuita interamente al vicino. ovviamente, quando vennero acquistati gli immobili, io per la mia parte e il vicino per la sua, lo stato del fabbricato era quello risalente alla sua costruzione(1860), l'ingresso era preesistente anche se non riportato nell'atto di vendita complessivo dove venivano suddivise parti esclusive e parti comuni. la domanda quindi è: sono obbligato a fare quanto mi viene chiesto? oppure ho diritto alla servitù di quella parte? grazie a tutti per le risposte!
     

    Files Allegati:

    • forum.jpg
      forum.jpg
      Dimensione del file:
      263,6 KB
      Visite:
      15
  2. Laura Mencarini

    Laura Mencarini Membro Junior

    Altro Professionista
    Se il fabbricato risale al 1860 le piante catastali sono un documento valido ai fini dell'accertamento della conformità urbanistica. Se le scalette di accesso non sono rappresentate, probabilmente l'accesso avveniva da un'altra parte, e il nuovo accesso è stato realizzato successivamente senza autorizzazione (a meno che tu non sia in possesso di un documento che la comprovi). Ho paura che il tuo vicino abbia ragione, ma mi sento di consigliarti di rivolgerti a un tecnico di tua fiducia che possa aiutarti a trovare la soluzione giusta.
    saluti
     
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A prescindere se nella rappresentazione grafica non sono riportate le scalette e il pianerottolo, ma l'accesso alla tua abitazione in planimetria risulta essere esattamente dove si trova ?
    perchè se così è ,e a risposta alle pretese del tuo vicino che ti ha diffidato, non è escluso che un giudice dia ragione a te inquanto (parliamo di un immobile del 1860) , essendo quello attuale l'unico accesso che è sempre esistito, laddove siano presenti i solchi o comunque degli elementi che caratterizzino come visibile il percorso utilizzato nel corso del tempo, rappresenta un esempio classico di servitù apparente acquistabile per usucapione.
    Ti consiglio , oltre un bravo tecnico , di consultare anche un legale che si intende di aspetti urbanistici,
    oltre sentire l'ufficio tecnico del tuo Comune e sentire il loro parere, anche al fine di prendere in considerazione l'eventualità di spostare l'accesso sulla strada Comunale. (trattasi di immobile quasi storico 1860, potrebbero essereci dei vincoli ambientali etc)
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina