berflochetto

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno,

mi sono accorto di un piccolo errore nella planimetria catastale dell'immobile che sto per acquistare.
in una stanza c'è un pilastro con accanto una nicchia dove è posizionato un termosifone. Nella planimetria catastale, la posizione di nicchia e pilastro sono invertite (come da immagini)
1638799689456.png
1638799877206.png

Posso stare tranquillo e correggere l'errore una volta che trasmetterò la planimetria aggiornata post-ristrutturazione al catasto o rischio di dover pagare io qualche sanzione?
Siamo molto vicini all'atto e non so se vale la pena di insistere con la parte venditrice che ha confermato la difformità ma la ritiene irrilevante (errore grafico).

Grazie in anticipo per i vostri pareri.
 

alex0027

Membro Junior
Agente Immobiliare
secondo me non devi fare niente,è una piccola difformità,non dovrebbero farti problemi,poi quando ristrutturi rifai la planimetria giusta
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buongiorno,

mi sono accorto di un piccolo errore nella planimetria catastale dell'immobile che sto per acquistare.
in una stanza c'è un pilastro con accanto una nicchia dove è posizionato un termosifone. Nella planimetria catastale, la posizione di nicchia e pilastro sono invertite (come da immagini)
Vedi l'allegato 18693 Vedi l'allegato 18694

Posso stare tranquillo e correggere l'errore una volta che trasmetterò la planimetria aggiornata post-ristrutturazione al catasto o rischio di dover pagare io qualche sanzione?
Siamo molto vicini all'atto e non so se vale la pena di insistere con la parte venditrice che ha confermato la difformità ma la ritiene irrilevante (errore grafico).

Grazie in anticipo per i vostri pareri.
Con 100 euro puoi toglierti il dubbio chiedendo ad un architetto di scaricarti la planimetria comunale, che è quella che conta, se anche li fossero invertiti sarebbe una difformità da affrontare con una sanatoria, perchè se anche in Comune c'è questa differenza, qualora tu decidessi di fare in quella casa dei lavori che richiedano una pratica tecnica potresti avere qualche problema.
Il primo è che l'architetto che quoterà l'immobile per fare il progetto presenterà in Comune una situazione di partenza diversa da quella che loro hanno all'ufficio tecnico, quasi sicuramente non la noteranno, in caso contrario la sanatoria dovrai farla tu (circa 2000 euro), il secondo problema nascerebbe qualora l'intervento di ristrutturazione e riprogettazione coinvolgesse direttamente quella parte, perchè è intuitivo che se ad esempio una porta passasse nel progetto dove per il Comune c'è un pilastro, allora potrebbero avere da eccepire.
Consiglio: se la planimetria comunale fosse difforme, come la catastale, allora controlla con il tuo architetto che almeno il pilastro sia nella realtà esattamente dove il Comune pensa che sia ( solo la nicchia dalla parte opposta), a quel punto i problemi di cui sopra restano solo teorici, se invece è spostato (come si evince dalla tua descrizione) allora affronterei la cosa prima di comprare.
 

berflochetto

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sulla planimetria catastale il pilastro non è in posizione corretta. Le posizioni sono invertite.
Quella parete potrebbe inoltre essere oggetto di intervento. Vorremmo allargare una stanza. Il pilastro passerà "all'interno" della stanza mentre ora è fuori.
 

alex0027

Membro Junior
Agente Immobiliare
Con 100 euro puoi toglierti il dubbio chiedendo ad un architetto di scaricarti la planimetria comunale, che è quella che conta, se anche li fossero invertiti sarebbe una difformità da affrontare con una sanatoria, perchè se anche in Comune c'è questa differenza, qualora tu decidessi di fare in quella casa dei lavori che richiedano una pratica tecnica potresti avere qualche problema.
Il primo è che l'architetto che quoterà l'immobile per fare il progetto presenterà in Comune una situazione di partenza diversa da quella che loro hanno all'ufficio tecnico, quasi sicuramente non la noteranno, in caso contrario la sanatoria dovrai farla tu (circa 2000 euro), il secondo problema nascerebbe qualora l'intervento di ristrutturazione e riprogettazione coinvolgesse direttamente quella parte, perchè è intuitivo che se ad esempio una porta passasse nel progetto dove per il Comune c'è un pilastro, allora potrebbero avere da eccepire.
Consiglio: se la planimetria comunale fosse difforme, come la catastale, allora controlla con il tuo architetto che almeno il pilastro sia nella realtà esattamente dove il Comune pensa che sia ( solo la nicchia dalla parte opposta), a quel punto i problemi di cui sopra restano solo teorici, se invece è spostato (come si evince dalla tua descrizione) allora affronterei la cosa prima di comprare.
scusa l'ignoranza,ma se non deve fare un mutuo,perchè non potrebbe non dire nulla e rifare la planimetria una volta fatta la ristrutturazione? tanto chi la va a controllare?
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Buongiorno,

mi sono accorto di un piccolo errore nella planimetria catastale dell'immobile che sto per acquistare.
in una stanza c'è un pilastro con accanto una nicchia dove è posizionato un termosifone. Nella planimetria catastale, la posizione di nicchia e pilastro sono invertite (come da immagini)
Vedi l'allegato 18693 Vedi l'allegato 18694

Posso stare tranquillo e correggere l'errore una volta che trasmetterò la planimetria aggiornata post-ristrutturazione al catasto o rischio di dover pagare io qualche sanzione?
Siamo molto vicini all'atto e non so se vale la pena di insistere con la parte venditrice che ha confermato la difformità ma la ritiene irrilevante (errore grafico).

Grazie in anticipo per i vostri pareri.
Vai tranquillo, è una stupidaggine.

Si può sistemare tranquillamente anche dopo, ma controllerei la parte urbanistica: il catasto si sistema ripresentando una planimetria; per l'urbanistica non è detto.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
scusa l'ignoranza,ma se non deve fare un mutuo,perchè non potrebbe non dire nulla e rifare la planimetria una volta fatta la ristrutturazione? tanto chi la va a controllare?
Se il problema è solo catastale si, basta rifare quella catastale (cosa che costa comunque 2/300 euro), io suggerisco di controllare in Comune, perchè se si deve sanare quella costa 2000 euro circa, visto che sarebbe un dovere di chi vende meglio affrontare il discorso prima di comprare. Poi ci sono le difformità insanabili, o che si sanano con pratiche condominiali e se ci sono di mezzo i pilastri potremmo essere in questa seconda ipotesi
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto