1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    volevo chiedervi un'informazione.
    La mia famiglia vorrebbe vendere due case (due appartamenti identici a due piani diversi di un medesimo stabile) che possiede entrambi dagli anni '70.
    Predisponendo la documentazione relativa, mi sono accorto che le planimetrie allegate ai rogiti presentano per entrambi gli appartamenti una lieve difformità rispetto allo stato reale delle due case – ossia una posizione diversa della porta del bagno - cosa che non immaginavo, anche perché quella porta non è stata oggetto di nessuno spostamento da parte nostra (addirittura, nel caso di uno dei due appartamenti, è ancora la porta originale anni '70, quella già montata al momento dell’acquisto).
    Immagino quindi ci fosse un errore nella planimetria allegata al rogito. Volevo chiedervi: visto che mi è stato detto che è necessario ora fornire all'atto di compravendita anche una planimetria catastale, può darsi il caso che suddetta planimetria catastale sia in realtà già corretta?
    Se non lo fosse, immagino che per fare la rettifica sia meglio rivolgersi a un geometra, giusto? Nel caso sia così, a quanto potrebbe ammontare la spesa per questa rettifica della planimetria?
    Grazie in anticipo a tutti.


     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Se devi rifare le schede qui da noi si va dai 400 ai 700 euro. Esce il geometra e fa i rilievi, poi rifà le schede. Oppure smpre tramite geometra richiedi le schede esistenti (magari sono corrette) te la cavi con un 50 euro.
     
    A svankmajer piace questo elemento.
  3. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie mille.
    In effetti, se appena c'è la possibilità che le planimetrie siano già corrette, proverei a verificarlo prima di farle rifare (i miei sono pensionati e non vorrei far buttare loro soldi inutilmente...). Tra l'altro, mi hanno detto che è possibile anche andarle a richiedere direttamente al catasto pure per i comuni cittadini - i miei già ci dovevano andare per far inserire un codice fiscale che nella visura catastale risulta mancante...
    Che voi sappiate, è davvero possibile o rischio di fargli perdere solo tempo?
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' possibile.

    Ma la legge di conversione 122/2010 specifica che la dichiarazione di conformità va fatta sulla base delle disposizioni vigenti in materia catastale, quindi con esclusione di quei piccoli interventi che il catasto non rileva, come ad esempio le piccole modifiche interne, come lo spostamento di una porta o di un tramezzo che, pur variando la superficie utile dei vani interessati, non variano il numero di vani e la loro funzionalità ».

    Del resto, l'Agenzia del Territorio, con una circolare del 9 luglio [2010] ribadisce l’obbligo di riportare sulla planimetria catastale quegli interventi con cui si realizza una rilevante redistribuzione degli spazi interni, ovvero si modifica l’utilizzazione di superfici scoperte, quali balconi o terrazze, i cambi di destinazione d’uso e i casi in cui la mutazione incide sulla consistenza o sulla classe (esempi tipici sono il caso del retrobottega di un negozio che, se trasformato in ambiente destinato alla vendita, incrementa l’originaria superficie dell’unità , ovvero la realizzazione di soppalchi, servizi igienici, etc.)».
     
    A Sereno, Valerio Spallina, Elena e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  5. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Giusto Silvana ! Quindi in questo caso non serve.
     
  6. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie davvero!
    Quindi pensate che nel caso di una modifica di questo genere (una porta spostata di pochi metri, senza cambiare in nessun modo la funzionalità dei locali) si possa tranquillamente andare al rogito anche senza fare la rettifica?
    Se così fosse, buono a sapersi!
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'ADE dice così e così anche la legge: più di così non saprei dirti.
     
    A svankmajer piace questo elemento.
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Confermo quanto scritto da Silvana non occorre procedere alla variazione in quanto quello variato non incide nella consistenza che possafar variare categorie e/0 classe ed automaticamente rendita.
    Per quanto riguarda il cod. fisc. non occorre pure prcedere all'inserimento dello stesso in quanto all'epoca dell'intestazione cioè all'impianto i cod. fisc. non venivano trascritti ne nei rogiti ne all'ufficio erariale così si chiamava l'attuale Ag. del Territorio.
    Quindi per quanto scritto sopra sia da me che dagli altri del forum puoi tranqullamente richiedere o far richedere a qualcuno le relative planimetrie esistenti all'Ag. del territorio e procedere a rogito o quant'altro.
    Per fare cio puoi recarsi l'intestatario o un delegato all'Ag. del territorio con modulo compilato firmato e copia di documento riconoscimento dell'intestatario e farsi rilasciare le planimetrie, o recarsi presso un notaio, tecnico che abbia il collegamento per farlo.
    Ciao salves
     
    A svankmajer piace questo elemento.
  9. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    condivido tutti. Comunque riterrei opportuno farla la variazione. poiché questa difformità potrebbe essere una rottura in futuro (pensa magari ad un acquirente rompiscatole e puntiglioso) come può essere una lettera di un avvocato che contesta la cosa. Ovvio che sarebbe infondata, ma il mio consiglio è sempre quello di sistemare le cose per evitare spiacevoli grattacapi in futuro.

    saluti
     
    A frmrudy piace questo elemento.
  10. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Hanno tutti ragione ma io consiglierei ad un mio cliente di fare la modifica.
    Non si può conoscere in anticipo il comportamento delle persone coinvolte nella compravendita.
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  11. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Però ragazzi, siamo proprio in Italia, culla della certezza del diritto !

    Io sapevo che anche una piccola modifica rendeva l'atto nullo (altra italica pazzia) e quindi occorreva rifare sempre le schede.

    Giustamente Silvana ha fatto però notare, con circolari alla mano, che in caso di lievi difformità non è necessaria una nuova scheda.

    Anche se non riesco a dare torto nè a Marco nè a Marcelogall.

    Sappiamo tutti che l'Italia è il paese dei cavilli quindi?
     
  12. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie per tutti gli interventi. Vorrà dire che farò notare la lieve difformità al compratore, rimandando gli articoli citati da Silvana, e chiederò (a lui e/o al suo notaio) se ritengono necessaria la modifica oppure no.

    Approfitto per chiedere: che voi sappiate, mediamente quanto tempo potrebbe richiedere una modifica del genere? Cioè, più questione di giorni o di mesi? (Chiedo per potermi muovere nel caso con anticipo).
     
  13. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Non ci vuole tanto... 15 gg penso
     
    A Marco Giovannelli e svankmajer piace questo messaggio.
  14. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
  15. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Rimane il fatto che anche quando si virrebbe censire lo spostamento della porta, quale causale usare per giustificare la variazione docfa, visto che per queste variazioni sia la norma quanto anche una circolare esplicativa dell'agenzia del territorio sopra menzionata da Silvana non prevede la dichiarazione di tale variazione?
    Ciao salves
     
  16. Alvisets

    Alvisets Membro Attivo

    Altro Professionista
    Infatti. Secondo me è corretto che tu lo faccia notare all'acquirente, magari anche riportandolo che c'è una lieve discrepanza tra stato di fatto e planimetria che però non ne inficia la commerciabilità. Il notaio deve verificare che tra le parti ci sia un accordo e che non si sia cercato di nascondere qualcosa. Se l'altro è consenziente allora è ok.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina