1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dorotea1975

    dorotea1975 Membro Junior

    Altro Professionista
    salve.. vorrei locare la mia casa con contratto libero 4+4 con cedolare secca.. so che si risparmia sull'mposta di bollo e di registro.. la mia domanda è: ai fini fiscali è molto + conveniente rispetto al fare ad es. un contratto transitorio di 1 anno (non contempla la ced. secca)? vorrei sapere i costi precisi dell'uno e dell'altro precisando che vorrei affittare il mio immobile a euro 500.. qualora scegliessi il transitorio devo attenermi a dei canoni prestabiliti,poichè contratto non libero, o posso affittarla al prezzo che decido io cioè euro 500? grazie mille
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    L'opzione Cedolare Secca può essere applicata anche ai contratti transitori, e a canone libero.
     
    A Manzoni Maurizio e dorotea1975 piace questo messaggio.
  3. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Esatto....e l'aliquota e sempre la stessa 21%.
    Se decidessi di affittare con canone concordato applicando la cedolare con le nuove norme emanante ieri ti verrebbe applicata una aliquota del 15%, prima era del 19%
     
    A dorotea1975 e Abakab piace questo messaggio.
  4. dorotea1975

    dorotea1975 Membro Junior

    Altro Professionista
    ah bene.. so che si è abbassata al 15%.. ma ho un'altra domanda.. chi stabilisce il canone di locazione nel caso di contratto uso transitorio? io non posso locarlo per euro 500 o devo attenermi a dei canoni concordati in base alla zona? grazie.. siete utilissimi!
     
  5. Abakab

    Abakab Ospite

    Di solito lo decide il locatore (tu) e puoi locarlo a canone libero (500), non per forza devi attenerti ai canoni concordati .. anche perchè non ovunque previsti.

    Il canone massimo è stabilito dai sindacati dei proprietari e degli inquilini locali, in appositi accordi territoriali
     
  6. dorotea1975

    dorotea1975 Membro Junior

    Altro Professionista
    ..dove si trovano questi sindacati?
     
  7. Abakab

    Abakab Ospite

    Dovresti informarti in base alla tua zona, sindacati proprietari o inquilini.
     
    A dorotea1975 piace questo elemento.
  8. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    cerca SUNIA della tua provincia su moto re di ricerca
     
    A dorotea1975 piace questo elemento.
  9. elisabettam

    elisabettam Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Intanto l'immobile deve essere sitato in un Comune ad alta densità abitativa, la durata del contratto va da 1 mese a 18 mesi e non è rinnovabile.A me non risulta che la cedolare sia tassata al 19-15%, bensì al 21% perché il transitorio non è considerato un afftto concordato. Di solito le tabelle le trovi in Comune o al Sunia.
     
  10. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
  11. dorotea1975

    dorotea1975 Membro Junior

    Altro Professionista
    Messina è comune ad alta densità abitativa.. il transitorio è un contratto di locazione concordato..insieme ai contratti 3+2, e ai contratti x studenti.. mi correggete se sbaglio ?
     
  12. Abakab

    Abakab Ospite

    Sembra che la legge non li escluda ma rimandi a quelli che sono gli accordi territoriali.
     
  13. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Riguardo a questo....vi risulta che possona applicare i contratti concordati anche i comuni Limitrofi e confinanti a quelli ad alta densità abitativa ??
     
  14. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    a me non risulta e la tabella fino a variazione è tassativa
     
  15. jac0

    jac0 Membro Junior

    Privato Cittadino
    I tuoi dubbi sono troppi, perciò ti consiglio caldamente di rivolgerti all'UPPI della tua provincia.
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Alcuni commenti di questo 3D mi hanno messo la pulce nell'orecchio, dato che non conosco molto bene la situazione dei contratti "speciali" previsti dalla 431. Credo di poter concludere che:
    - I contratti transitori sono considerati facenti parte dei contratti concordati, nel senso che il testo contrattuale, durata e condizioni, sono stabilite dal DM 30.12.2002 e concordati con le organizzazioni settoriali.
    - I contratti transitori, riferibili all'art. 2 comma 1 del DM citato, non stipulati in città ad alta tensione abitativa e paesi limitrofi, hanno canoni liberi.
    - I contratti transitori, riferibili all'art. 2 comma 2 del DM citato, (ricadenti nelle aree metropolitane di Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Torino, Bari, Palermo e Catania, nei comuni con esse confinanti e negli altri comuni capoluogo di provincia,...) hanno canone vincolato dagli accordi territoriali e ministeriali
    - Le agevolazioni fiscali IRPEF previste dall'art. 8 del la L 431/98 sono applicate solo ai contratti stipulati in base all'art. 2 comma 3 della L 431/98 (contratti concordati 3+2) ed ai contratti transitori per studenti. Art. 5 c. 2 della 431/98
    - La aliquota ridotta della cedolare secca è applicabile solo ai contratti di cui all’art. 2, comma 3, della legge n. 431, ricadenti nei comuni con carenze di disponibilità abitative e comuni limitrofi ex DL 551/88. Rientrano in detta agevolazione anche i contratti per studenti ex art.8 comma 3 della 431.

    Quindi il 19% della cedolare secca è limitato ai soli contratti 3+2 stipulati nei comuni ad alta tensione abitativa ex DL 551/88 ed ai contratti "transitori per studenti"

    Circa la convenienza della cedolare secca, mi pare di ricordare che le risposte del 3D facessero riferimento solo alla aliquota di tassazione, non specificando però che l'imponibile è il 100% del reddito da locazione. Con la tassazione IRPEF ordinaria, l'aliquota è invece quella marginale (quella più alta applicabile al proprio reddito), mentre l'imponibile IRPEF su cui viene calcolata l'imposta è l'85% del reddito in condizioni ordinarie, o ulteriormente ridotto fino al 65% per i contratti 3+2: per questi l'imponibile per imposta di registro è calcolata sul 70% del canone.

    .... alla faccia della semplificazione ....:risata:
     
  17. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Roba da prima elementare
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ...in prima elementare non lo spiegano, .... ma negli anni seguenti viene spiegato che la convenzione relativa ai comuni ex DL551 (contratti concordati) viene estesa anche ai comuni limitrofi confinanti.

    Poichè l'affermazione cui rispondi riguardava i contratti transitori generici, la tua affermazione rimane sibillina: se ti riferisci al fatto che sono contratti speciali, effettivamente rientrano nei contratti a testo vincolato a quello ministeriale DM 30.12.2002 come quelli detti concordati (3+2), ma non rientrano tra quelli cui si applicherebbe la aliquota ridotta della cedolare secca.
    p.s.: mi chiedo come si siano finora comportati i comuni mortali, e come verifichi la AdE l'applicazione....
     
  19. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    A me risulta che l'elenco dei comuni ad alta tensione abitativa sia quello che in base alla delibera CIPE novembre 2003, pubblicato sulla G.U. del 18 febbraio 2004 ed indica tassativamente tutti i comuni interessati. Senza parlare di limitrofi infatti li identifica tutti per esempio a Modena abbiamo Modena, Campogalliano, Carpi, Castelfranco Emilia, Formigine, Sassuolo. Senza citare i comuni limitrofi se fossero considerati i comuni limitrofi avrebbero inserito Nonantola che dista solo 10 km. Comunque il mio dire roba da prima elementare..era un modo di dire.
     
  20. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Allora è confermato quello che avevo già letto....ma non ricordavo dove !!
    Il canone concordato è applicabile anche ai comuini limitrofi a quelli ad altra densità abitativa che Topcasa ci fornito in un precedente post la lista ;) :ok:[DOUBLEPOST=1377871821,1377871750][/DOUBLEPOST]
    Credo debbono essere Limitrofi ma confinanti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina