• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Chiaramente dovrai parlare di questo con un tuo legale, ma non prima di aver avuto certezza sullo stato degli scarichi.
Pienamente d'accordo. E aggiungo che lo stato degli scarichi dovrà essere ADEGUATAMENTE RELAZIONATO IN FORMA SCRITTA dal professionista che si sarà occupato dell'INDAGINE. La relazione andrà consegnata al legale che valuterà il da farsi.
 

GiuliaC87

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Abbiamo potuto constatare con il tecnico che il pozzetto (collocato nel nostro giardino) è progettato male, rischi di intasamento soprattutto quando piove molto, necessita di chiamare la ditta (non si è capito ogni quanto), probabili liti con i vicini perché sono quelli che più risentono di questi problemi, e quindi pretenderanno pulizie più frequenti se non lavori per sistemare la cosa. In sintesi una schiavitù.

Grazie a tutti, ora ci rimane la necessità di tirarci fuori da questo guaio in modo (speriamo) indolore.

In realtà siamo ancora in tempo a tirarci indietro, visto che la banca non ci ha concesso la quota del mutuo su cui abbiamo vincolato la proposta di acquisto. Noi comunque vorremmo evitare questa soluzione drastica.
Cito quanto detto riguardo alla clausola sospensiva del mutuo che riteniamo sia molto più semplice da usare per svincolarci.
 

irma

Membro Attivo
Privato Cittadino
sperando che il sopraluogo di un tecnico definisca con esattezza lo stato delle condutture degli scarichi fognari, nella malaugurata ipotesi che avessero gravi problemi, in questo caso si potrebbe parlare di "vizio occulto" quindi un problema dell'immobile non facilmente individuabile con le semplici visite all'immobile che vi hanno portato a scrivere nel preliminare (o nella proposta di acquisto accettata) "visto e piaciuto".
Abbiamo potuto constatare con il tecnico che il pozzetto (collocato nel nostro giardino) è progettato male, rischi di intasamento soprattutto quando piove molto, necessita di chiamare la ditta (non si è capito ogni quanto), probabili liti con i vicini perché sono quelli che più risentono di questi problemi, e quindi pretenderanno pulizie più frequenti se non lavori per sistemare la cosa. In sintesi una schiavitù.
...
In realtà siamo ancora in tempo a tirarci indietro, visto che la banca non ci ha concesso la quota del mutuo su cui abbiamo vincolato la proposta di acquisto. Noi comunque vorremmo evitare questa soluzione drastica.
Grazie a tutti, ora ci rimane la necessità di tirarci fuori da questo guaio in modo (speriamo) indolore.
Ti suggerisco di valutare:
- Il tecnico ha prospettato una soluzione definitiva al problema?
- Nella proposta di acquisto è veramente scritto che comperi nello "stato di fatto visto e piaciuto" o piuttosto c'è scritto, come dovrebbe esserci, qualcosa tipo: "il bene è privo di vizi o difetti" (è una garanzia obbligatoria per legge!)?
In tal caso , se non riesci a divincolarti bonariamente, senza perdere altro tempo, potrai valutare con il legale di chiedere al giudice la risoluzione del contratto preliminare, per inadempimento del promittente venditore e ottenere il doppio della caparra versata
o, in via alternativa, esercitare l'azione di esatto adempimento (chiedendogli di risolvere il problema degli allagamenti prima del rogito).
- Infine se il Tecnico ti ha prospettato una possibile soluzione definitiva, e la casa ti interessa, magari potresti valutare di chiedere una riduzione del prezzo.
Se l'immobile è costruito da meno di 10 anni e il costruttore è ancora in attività esiste anche la garanzia di cui art. 1669 c.c.
Tutte cose da valutare con un Legale esperto in vizi di costruzione .... se non riesci a divincolarti dal compromesso.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
- Nella proposta di acquisto è veramente scritto che comperi nello "stato di fatto visto e piaciuto" o piuttosto c'è scritto, come dovrebbe esserci, qualcosa tipo: "il bene è privo di vizi o difetti" (è una garanzia obbligatoria per legge!)?
La dicitura “ si compra nello stato di fatto come visto e piaciuto” non elimina la responsabilità del venditore in merito a eventuali vizi occulti, che è comunque vigente anche se non riportata in atto.
 

GiuliaC87

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Vorremmo evitare assolutamente di procedere per vie legali, preferiremmo svincolarci senza problemi per nessuno.
Una ipotesi di soluzione è stata fornita dal tecnico ma sarebbe da valutare approfonditamente, far fare un preventivo e chiedere una riduzione del prezzo (che i proprietari non accetteranno mai perché nella loro testa il problema è solo relativo e loro hanno sopravvissuto per anni in quelle condizioni) il che richiederebbe molto tempo. Noi conoscendo questo difetto non l'avremmo mai comprata.
Crediamo fermamente di essere nel giusto su entrambe le situazioni (mutuo e vizio e che l'agenzia ne sia abbastanza consapevole), quindi proveremo con le buone.
Tra l'altro la proposta afferma che il venditore dichiara che la casa è priva di vizi, è conforme a......ecc.
 

GiuliaC87

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ti suggerisco di valutare:
- Il tecnico ha prospettato una soluzione definitiva al problema?
- Nella proposta di acquisto è veramente scritto che comperi nello "stato di fatto visto e piaciuto" o piuttosto c'è scritto, come dovrebbe esserci, qualcosa tipo: "il bene è privo di vizi o difetti" (è una garanzia obbligatoria per legge!)?
In tal caso , se non riesci a divincolarti bonariamente, senza perdere altro tempo, potrai valutare con il legale di chiedere al giudice la risoluzione del contratto preliminare, per inadempimento del promittente venditore e ottenere il doppio della caparra versata
o, in via alternativa, esercitare l'azione di esatto adempimento (chiedendogli di risolvere il problema degli allagamenti prima del rogito).
- Infine se il Tecnico ti ha prospettato una possibile soluzione definitiva, e la casa ti interessa, magari potresti valutare di chiedere una riduzione del prezzo.
Se l'immobile è costruito da meno di 10 anni e il costruttore è ancora in attività esiste anche la garanzia di cui art. 1669 c.c.
Tutte cose da valutare con un Legale esperto in vizi di costruzione .... se non riesci a divincolarti dal compromesso.
Comunque grazie dei preziosi consigli, li terremo in considerazione se le cose dovessero prendere una brutta piega.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

CRI97 ha scritto sul profilo di EB7.
Ciao! scusa il disturbo, volevo chiederti alcune cose siccome ho letto che ha fatto l'esame per agente immobiliare a Udine, io devo iniziare il corso la prossima settimana, potresti darmi alcune indicazioni su com'è il corso e come saranno strutturati gli esami (so che sono due scritti e un orale)?
grazie in anticipo!
monek ha scritto sul profilo di Ilenia82.
ciao poi come è andata? Sei riuscita a fare il rogito?
Alto