Stephania F

Membro Ordinario
Agente Immobiliare
Buongiorno a tutti. Ogni tanto ci troviamo nell'antipatica situazione di avere due clienti interessati allo stesso immobile che vogliono fare una proposta. Alcuni colleghi (con cui fino a tempo fa mi trovavo d'accordo) affermano che non si possono prendere due proposte contemporaneamente, ma in un'occasione precedente, un cliente avvocato, che voleva fare una proposta mentre doveva ancora scadere la precedente che il venditore stava valutando, ci ha intimato di prenderla perché in caso contrario ci avrebbe fatto causa e avrebbe fatto presente al venditore che non lo stavamo tutelando al meglio, in quanto gli avremmo "nascosto" una proposta migliore.
Da quell'accadimento, a pensarci bene, l'avvocato non aveva tutti i torti.
Fatto sta che potremmo di nuovo trovarci in una situazione simile. Come la gestireste voi per essere più possibile corretti con tutti?

Ringrazio anticipatamente chi vorrà rispondere.
Ciao a tutti
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
ci ha intimato di prenderla perché in caso contrario ci avrebbe fatto causa e avrebbe fatto presente al venditore che non lo stavamo tutelando al meglio, in quanto gli avremmo "nascosto" una proposta migliore.
:risata:
Da quell'accadimento, a pensarci bene, l'avvocato non aveva tutti i torti.
Fatto sta che potremmo di nuovo trovarci in una situazione simile. Come la gestireste voi per essere più possibile corretti con tutti?
Io lo ritirerei proposte plurime solo per tua convenienza, indipendentemete dalle fesserie che ti hanno detto.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Come la gestireste voi per essere più possibile corretti con tutti?
Ogni agente decide come regolarsi in merito, ma secondo me il tutto va gestito con l'accordo del venditore ; c'è chi prende più proposte, c'è chi (come facevo io) non ne prende una nuova finché ce n'è una in corso.
Ma, appunto, spiegavo anche al venditore che non avrei preso altre proposte, in attesa che lui decidesse se accettare o meno ( in modo che non potesse lamentarsi del mio operato).
E' chiaro che, se si ha la certezza che un potenziale acquirente è disponibile a fare una proposta davvero migliore, e che il proponente "in carica" non è disponibile a rialzare, si può consigliare al venditore di non accettare quella in corso, e di valutare quella migliore che è in arrivo.
Sono sempre situazioni delicate, e, secondo me, non c'è una strategia vincente per tutti i casi; ogni trattativa è storia a sé.
 

cristian casabella

Membro Senior
Agente Immobiliare
un cliente avvocato, che voleva fare una proposta mentre doveva ancora scadere la precedente che il venditore stava valutando, ci ha intimato di prenderla perché in caso contrario ci avrebbe fatto causa e avrebbe fatto presente al venditore che non lo stavamo tutelando al meglio
Scommetterei che lo stesso Avvocato, fosse stato il primo a fare una proposta, ti avrebbe intimato di non raccoglierne altre prima che la sua fosse rifiutata... altrimenti ti intimerebbe una denuncia per avergli fatto perdere l'acquisto
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
...in un'occasione precedente, un cliente avvocato, che voleva fare una proposta mentre doveva ancora scadere la precedente che il venditore stava valutando, ci ha intimato di prenderla perché in caso contrario ci avrebbe fatto causa e avrebbe fatto presente al venditore che non lo stavamo tutelando al meglio, in quanto gli avremmo "nascosto" una proposta migliore.
Dovrebbe anche stare più accorto, perché per me questo ha tutta l'aria di essere un ricatto.
 

Miciogatto

Membro Senior
Privato Cittadino
ma in un'occasione precedente, un cliente avvocato, che voleva fare una proposta mentre doveva ancora scadere la precedente che il venditore stava valutando, ci ha intimato di prenderla perché in caso contrario ci avrebbe fatto causa e avrebbe fatto presente al venditore che non lo stavamo tutelando al meglio, in quanto gli avremmo "nascosto" una proposta migliore.
Pur se, evidentemente, lo faceva per tirare acqua al proprio mulino, non diceva una cosa sbagliata.

Se rifiuti di raccogliere proposte, magari migliorative, magari di molto, nel mentre non è ancora stata accettata una proposta già attenzionata al venditore. Se non gli dici nemmeno a voce che si è presentata questa possibilità e ne parlate.

Se poi però il venditore se ne accorge e può anche dimostrare che hai violato "l’obbligo di comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell’affare, che possono influire sulla conclusione di esso." Allora, in teoria, il venditore potrebbe chiederti i danni.

Vero è anche che sono anche gli acquirenti a incavolarsi se presenti al venditore altre proposte senza avvisarli che altri potrebbero "vincere".

Fin qui teoria.

Nella pratica un rapporto trasparente con le parti, come già detto, è sempre la carta vincente.
 

IL TRUCE

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Baah..
Convinta tu.
Un antico proverbio dice che quando un incolto critica un colto la risposta che ricevera' sara' il silenzio.
La creazione che dona vita e ricchezze aborre il silenzio del giusto come le parole dello stolto.
Quando il silenzio del giusto appare nasconde il disprezzo dietro l educazione del saggio.
Il silenzio genera consapevolezza nel giusto e rabbia nello stolto.
Davanti al silenzio il giusto tace, lo stolto perservera.



A volte mi chiedo perche' non si comprendano i proverbi.
Seguira' il silenzio.
Con tutto cio' che ne consegue.
Cosi ho scelto, cosi venga fatto.
Che loo stolto prosegua solo.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto