• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Sapete indicarmi per cortesia, e chiedo soprattutto agli addetti ai lavori, come viene calcolato il guadagno dell'Agenzia sulla vendita di un immobile usato? Perché in un paio di occasioni mi sono trovata davanti un vero e proprio tariffario dove, collocando il costo dell'immobile nella fascia giusta (da - a) l'Agenzia aveva un guadagno stabilito che, nel mio caso, su un usato corrispondeva quasi al 4% + IVA. Com'è regolamentato adesso? Io sono rimasta al 3% per l'usato e 4% per il nuovo. Vorrei capire meglio per poter distinguere "la furbata". Grazie
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Ogni agenzia, autonomamente, applica la % che ritiene opportuna oltre IVA sul prezzo d'acquisto
Quindi sono solo capitata nelle Agenzie sbagliate?
Allora potrei "trattare" anche le provvigioni?
 
Ultima modifica di un moderatore:

StLegaleDeValeriRoma

Membro Assiduo
Professionista
a parte gli usi locali delle Camere di Commercio che si attestano sul 2% minimo, ricordi che non esiste il 2,3 o 4 % sull'effettivo prezzo versato per acquistare l'immobile per disposizione di legge ma in ogni caso l'importo della provvigione deve essere concordato tra le parti e non dovrebbe essere imposto dal mediatore che per correttezza è tenuto a comunicarlo a richiesta del potenziale cliente che in tal modo potrà valutare l'onere economico prima di sottoscrivere l'eventuale proposta di acquisto, ricordando anche che la stessa non è obbligatoria potendosi procedere alla sottoscrizione del contratto preliminare senza la proposta precedente.
Stesso discorso quanto alla provvigione per chi vende e prima di affidare l'incarico al mediatore ha diritto a conoscere le relative provvigioni che dovrà versargli se l'affare si conclude con il suo intervento decisivo.
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
ricordando anche che la stessa non è obbligatoria potendosi procedere alla sottoscrizione del contratto preliminare senza la proposta precedente.

Non credo di aver capito bene questa parte
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Allora Laura, non è vero che la provvigione è obbligo saperla in anticipo, si può concordare è vero tra le parti ma in mancanza di accordo, ci si rifà agli usi depositati in camera di commerci, detto questo non è assurda una provvigione del 3/4%, in quanto dipende dal tipo di immobile, dal prezzo e tante altre varianti. Per quanto riguarda la proposta, in genere Le agenzie o gli agenti immobiliari hanno dei moduli (sempre depositati in camera di commercio e quindi pubblici) che in genere divengono preliminari nel momento in cui l'acquirente viene a conoscenza dell'accettazione da parte del venditore. Detto questo, non pensar male delle agenzie che hanno dei tariffari, come tu li esprimi perchè sono leciti e anzi sono trasparenti, ma devi valutare la fiducia che ti dà quell'agente immobiliare nello specifico perchè al di là dell'entità della provvigione, l'obbiettivo deve rimanere la vendita del tuo immobile e magari una provvigione più alta non èsinonimo di fregatura ma magari di un buon lavoro da parte dell'agenzia!
Buona fortuna!
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
Detto questo, non pensar male delle agenzie che hanno dei tariffari, come tu li esprimi perchè sono leciti e anzi sono trasparenti, ma devi valutare la fiducia che ti dà quell'agente immobiliare nello specifico
Infatti dipende da come si pongono.
Io ho sentito dire da un collega che siccome lui "aveva il tariffario registrato in camera di commercio allora non poteva fare sconti" che è una castroneria che lo squalificherebbe all'istante se fossi un venditore.
Altro è se mi dice "la nostra agenzia/il nostro gruppo applica questo tariffario per tutelare i nostri standard e la professionalità e io mi ci devo attenere.", questo è un approccio corretto e non depone male per l'eventuale prosieguo del rapporto.
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Allora Laura, non è vero che la provvigione è obbligo saperla in anticipo, si può concordare è vero tra le parti ma in mancanza di accordo, ci si rifà agli usi depositati in camera di commerci, detto questo non è assurda una provvigione del 3/4%, in quanto dipende dal tipo di immobile, dal prezzo e tante altre varianti. Per quanto riguarda la proposta, in genere Le agenzie o gli agenti immobiliari hanno dei moduli (sempre depositati in camera di commercio e quindi pubblici) che in genere divengono preliminari nel momento in cui l'acquirente viene a conoscenza dell'accettazione da parte del venditore. Detto questo, non pensar male delle agenzie che hanno dei tariffari, come tu li esprimi perchè sono leciti e anzi sono trasparenti, ma devi valutare la fiducia che ti dà quell'agente immobiliare nello specifico perchè al di là dell'entità della provvigione, l'obbiettivo deve rimanere la vendita del tuo immobile e magari una provvigione più alta non èsinonimo di fregatura ma magari di un buon lavoro da parte dell'agenzia!
Buona fortuna!
Premetto che non sto criticando l'operato di nessuno ma io sono l'acquirente che ha trovato l'annuncio su un sito di un appartamento di cui hanno in mano la vendita e non è stato concordato nulla, mi ha presentato il conto di 6000€ da ivare per quale servizio nei miei confronti?
Se vendo riconosco il lavoro che fanno e le risorse che investono ma nel mio caso non mi sembra giustificato e nel conto figurava il loro notaio ( che non ho chiesto) e del mutuo mi occupo io.. lo vedo un agire disonesto.
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Infatti dipende da come si pongono.
Io ho sentito dire da un collega che siccome lui "aveva il tariffario registrato in camera di commercio allora non poteva fare sconti" che è una castroneria che lo squalificherebbe all'istante se fossi un venditore.
Altro è se mi dice "la nostra agenzia/il nostro gruppo applica questo tariffario per tutelare i nostri standard e la professionalità e io mi ci devo attenere.", questo è un approccio corretto e non depone male per l'eventuale prosieguo del rapporto.

Sono d'accordo
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Premetto che non sto criticando l'operato di nessuno ma io sono l'acquirente che ha trovato l'annuncio su un sito di un appartamento di cui hanno in mano la vendita e non è stato concordato nulla, mi ha presentato il conto di 6000€ da ivare per quale servizio nei miei confronti?
Se vendo riconosco il lavoro che fanno e le risorse che investono ma nel mio caso non mi sembra giustificato e nel conto figurava il loro notaio ( che non ho chiesto) e del mutuo mi occupo io.. lo vedo un agire disonesto.
Il totale del conto è €12.450
 

StLegaleDeValeriRoma

Membro Assiduo
Professionista
ricordando anche che la stessa non è obbligatoria potendosi procedere alla sottoscrizione del contratto preliminare senza la proposta precedente.

Non credo di aver capito bene questa parte
Semplicemente lei non è obbligata a presentare la proposta tramite un agenzia immobiliare ma può andare direttamente al contratto preliminare dopo aver concordato il contenuto tra cui il prezzo e le modalità con chi vende.
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Semplicemente lei non è obbligata a presentare la proposta tramite un agenzia immobiliare ma può andare direttamente al contratto preliminare dopo aver concordato il contenuto tra cui il prezzo e le modalità con chi vende.[/QUOTE


Allora avevo capito.. ma se c'è un mandato di mezzo? Aspetto che scada? L'immobile l'ho visionato con l'agenzia
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
ma io sono l'acquirente che ha trovato l'annuncio su un sito di un appartamento di cui hanno in mano la vendita e non è stato concordato nulla, mi ha presentato il conto di 6000€ da ivare per quale servizio nei miei confronti?
Il servizio è proprio quello di aver messo in contatto chi voleva vendere, con te che volevi acquistare.
Se non avessero pubblicizzato un immobile che ti interessava ( motivo per cui tu hai chiamato, hai visitato l'immobile e poi lo hai comprato), come avresti saputo che era in vendita ?
Il tuo errore è stato di non chiedere prima quanto avresti dovuto pagare; ma la stessa cosa succede in un negozio, se vai alla cassa senza aver controllato il prezzo di un prodotto .
Non è che non volevano dirtelo, sei tu che non hai chiesto.

Il totale del conto è €12.450
Come fa a essere 12.450 , se hai detto che era 6.000 più IVA ?
 

Bruno2301

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Semplicemente lei non è obbligata a presentare la proposta tramite un agenzia immobiliare ma può andare direttamente al contratto preliminare dopo aver concordato il contenuto tra cui il prezzo e le modalità con chi vende.
Se l'agenzia h in mano l'immobile per volontà del venditore, l'interlocutore della trattativa con l'acquirente è sicuramente l'agenzia, Lei da avvocato lo dovrebbe sapere!!
 

La Laura

Membro Junior
Privato Cittadino
Il servizio è proprio quello di aver messo in contatto chi voleva vendere, con te che volevi acquistare.
Se non avessero pubblicizzato un immobile che ti interessava ( motivo per cui tu hai chiamato, hai visitato l'immobile e poi lo hai comprato), come avresti saputo che era in vendita ?
Il tuo errore è stato di non chiedere prima quanto avresti dovuto pagare; ma la stessa cosa succede in un negozio, se vai alla cassa senza aver controllato il prezzo di un prodotto .
Non è che non volevano dirtelo, sei tu che non hai chiesto.


Come fa a essere 12.450 , se hai detto che era 6.000 più IVA ?
E mi chiedi 6000€ di netto?? Ma scherziamo?? Mi costa meno il Notaio! E poi ho detto che mi hanno presentato il conto, non che ho firmato. E nel totale di €12.450.. la spesa più alta è la loro provvigione, a mio parere immeritata.[/QUOTE]
 
Ultima modifica di un moderatore:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Delibera reddituale UniCredit, tempistiche?
Buongiorno a tutti ho bisogno di una informazione:
per la cancellazione di una Ipoteca giudiziale ultraventennale non rinnovata si applica anche la procedura semplificata ex art.40 bis TUB? grazie in anticipo per la risposta! Saluti Diego
Alto