1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. siggi

    siggi Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,

    sono Siegfried, agente immobiliare da 15 anni, regolarmente iscritto alla Camera di Commercio di Norimberga, in Germania.
    Penso questo sia il luogo migliore dove porre una domanda che faccio da qualche tempo, ho chiesto a qualche professionista e anche a un commercialista ma non ho avuto risposte soddisfacenti.
    Vorrei poter svolgere l´attivita´ anche qui in Italia, dove mi trovo spesso e per lunghi periodi, senza pero´chiudere l´agenzia in Germania. Il mio patentino e´ valido in tutto il territorio della comunita´ Europea?
    Mi sono informato in Germania, dove non siamo una categoria protetta e secondo loro non ci sarebbero ostacoli, per loro il mio abilitazione deve essere valida in tutto il territorio comunitario. Qui le opinioni sono invece discordi.
    Chiedo se qulacuno si sia trovato a prendere informazioni su questo argomento, se innanzitutto e´possibile e eventualmente dove e a chi mi dovrei rivolgere

    Grazie un saluto a tutti
    Siegfried
     
  2. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Re: Qual'è la validità dei patentini per agenti immobiliari nell

    Ciao Siegfred intanto ti do il nostro caloroso benvenuto su immobilio. Secondariamente ti faccio i complimenti per la tua padronanza dell'italiano :innamorato:

    Riguardo il tuo quesito, sono sicuro che riceverai le corrette informazioni qui, nel frattempo ti espongo le mie perplessità. Dubito che ci sia la possibilità di equiparazione tra il "patentino" all'estero e quello italiano, in quanto qui da noi la professione di agente immobiliare è molto diversa rispetto ai paesi esteri e comunitari.

    Aspettiamo i più esperti per maggiori ragguagli :)
     
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Bel quesito, io penso non sia valido, partendo dal fatto che dovresti almeno provare a sentire cosa ti risponde la CCIAA della provincia dove verresti operare in Italia.

    Se hai notizie facci sapere sia mai che qualcuno di noi voglia andare in qualche paese comunitario a lavorare. :^^:

    Benvenuto.
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Benvenuto Siegfried, e buona fortuna per l'incontro (e speriamo che non sia uno scontro) con la burocrazia italiana! :disappunto: :disappunto:

    ;)
     
  5. Ciao Siegried, temo che tu non possa esercitare in Italia, essendo le nostre norme più restrittive degli altri paesi europei ( non tutti per la verità) .Hai dalla tua l'esperienza , ma dovrai ugualmente frequentare il corso e superare l'esame previsto per potere esercitare.
    in bocca al lupo :ok:
     
  6. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Come sospettavo.

    SEmpre celere Isabella, grazie.
     
  7. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Anche se in alcuni paesi europei ( ad esempio l'olanda ) si puo' esercitare la professione dopo una piccola integrazione , per la lingua ed alcune norme.
    Lo si fa' attraverso la propria CCIAA di appartenenza.
    Cordialmente e soprattutto ben arrivato
    Noel
     
  8. modicasa

    modicasa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    I direttivi dell'UE dicono che si può esercitare qualsiasi professione nel un'altro membro stato sottoposto alla legge dello stato dove si pratica la professione. Quindi, per Siegfried non è possibile da esercitare agente immobiliare in Italia se qualsiasi parte della professione - quindi il mandato, o il compromesso succedono nel territorio italiano.
    Ho lo stesso 'problema' con agenti maltesi chi pensano che possono esercitare in Sicilia sensa sapendo niente della legge italiana, urbanistica, ecc ecc - e è un grosso problema. Io sono l'unico agente inglese legale in Sicilia, e l'abusivismo sta rovinando il mercato. - La legge è chiara, per esercitare la professione in Italia deve avere il patentino.
     
  9. Esatto, è necessario attenersi alla legge italiana; corso, esame che se superato abilita all'iscrizione al ruolo.
    :ok: :ok:
     
  10. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Comunque se leggete altrove vedrete che e' in movimento la cosa, presto anzi prestissimo entro il 2010, dovranno essere tolte barriere per la libera circolazione degli agenti immobiliari.
    Cordialmente
    Noel
     
  11. siggi

    siggi Membro Junior

    Privato Cittadino
    bravo Noel, anche io sono arrivato in Internet e soprattutto studiando le leggi europee; a guesta conclusione...
    d´aldronde c´e´ una legge approvata dalla comissione europea in merito da anni e solo in Italia non e´ancora messa in pratica.
    siggi :stretta_di_mano:
     
  12. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Confermo quanto sopra!! :rabbia: :rabbia:
    Oggi sono andato alla CCIAA di Roma per vedere cosa si poteva fare per la "campagna informativa anti-abusivi", e la funzionaria preposta alla tenuta del Ruolo mi ha detto che avevano in cantiere tutta una serie di iniziative, ma che hanno messo tutto in stand-by perchè ora la priorità è difendere il Ruolo!! :? :shock:
    Mi ha dato i riferimenti della Direttiva Europea (è la 2006/123/CE) che ora mi studierò, e mi ha invitato a sensibilizzare TUTTI gli AI perchè si attivino per spiegare alla Comunità che in Italia la situazione è molto "particolare" ( :occhi_al_cielo: ), e che la cancellazione del Ruolo favorirebbe un "assalto alla diligenza" da parte di ogni tipo di operatori!!
    Iniziate a pensare cosa si potrebbe fare, vi terrò informati sugli sviluppi! :?

    ;)
     
  13. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    fare?..mi sembra persin banale la risposta... :disappunto: ,ma nella sua normalita' sara' puntualmente disattesa.vuoi esercitare in francia? apri la tua attivita'..svolgi i corsi...sostieni delle verifiche e se le passi ( avendo le caratteristiche richieste ) la svolgi.
    CMQ. oggi in francia funziona cosi'....
    In Francia le attività relative alle compravendite immobiliari sono regolate dalla Legge 70-9 del 2 gennaio 1970, meglio nota come Legge Hoguet e dal successivo Decreto di applicazione del 20 luglio 1972. La Legge citata inquadra le persone fisiche o morali che partecipano abitualmente alla transazione o alla locazione di immobili ed alla gestione immobiliare di terzi. Non si applica invece a figure quali geometri, notai, avvocati ed architetti per le loro prestazioni professionali ed ai rappresentanti delle società di costruzione per le loro attività di vendita. L’agente immobiliare è, a tutti gli effetti, un intermediario nelle transazioni di vendita e di locazione e può essere sia un lavoratore autonomo, sia un’impresa, ovvero un’agenzia immobiliare che può assumere dei negoziatori.
    Ma come si diventa agente in Francia? È necessario munirsi di un tesserino professionale obbligatorio rilasciato dalla Prefettura, a condizione che l’attitudine professionale sia giustificata, che non si sia soggetti incapaci o interdetti all’esercizio della professione, che si sia coperti da una garanzia finanziaria per i fondi depositati fornita da un’assicurazione autorizzata, così come che si sia in possesso di un’assicurazione professionale sulla responsabilità civile. Ad ulteriore garanzia, è necessario che l’istituto bancario di fiducia rilasci un attestato con l’indicazione del numero di conto sul quale saranno depositate le somme ricevute dai futuri clienti. L’agenzia o l’agente immobiliare devono esporre, in modo ben visibile nei locali della propria attività commerciale, copia del tesserino professionale, l’ammontare della garanzia finanziaria, il nome e l’indirizzo del garante.
    Per quanto riguarda comunque l’attitudine dell’individuo che intende intraprendere questa professione, essa deve essere comprovata da un diploma di maturità, che in Francia si chiama Baccalauréat, oltre a tre anni di studi giuridici, economici o commerciali. È anche possibile ottenere il tesserino con un diploma denominato IUT o BTS immobiliare, o ancora con il diploma dell’Istituto di Studi Economici e Giuridici applicati alla costruzione ed all’abitazione, opzione vendita e gestione di immobili. Una volta in possesso del tesserino professionale, il negoziatore immobiliare potrà mettere in atto numerose azioni commerciali per la vendita del bene che gli viene affidato. Esporrà cartelli, pubblicherà annunci su carta stampata, annunci in vetrina e sul sito Internet della propria agenzia.
    In Francia gli onorari degli agenti immobiliari sono liberi, ma le tariffe devono essere affisse nelle vetrine dell’agenzia, in modo tale che siano ben visibili ai clienti. Tali tariffe vengono però pattuite prima dell’affidamento dell’incarico e scritte sul mandato di vendita, che è obbligatorio. I tariffari abituali variano in funzione dell’ammontare della transazione: più il prezzo di vendita del bene è elevato, più la percentuale della commissione è minore.
    Tuttavia il costo delle transazioni immobiliari in questa Nazione è considerato tra i più elevati in Europa. Si pensi che le agenzie immobiliari applicano in media, per le transazioni residenziali, un onorario che varia dal 4% all’8%, mentre per quelle commerciali la tariffa è dell’8%.


    Fonte Fimaa
     
  14. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    queste , a chi puo' interessare,sono le varie norme di regolamentazione europea...soffermatevi sul Regno Unito e strabuzzate gli occhi...

    “Le regole del mercato immobiliare in Europa”

    Mesitis, makelaar, makler, maegler, makläre, megleren, estate agent, mediadore imobiliario, intermediario imobiliario…tanti modi per dire in Europa e nel mondo "Agente Immobiliare":

    Oltre ad avere nomi diversi, nonostante la globalizzazione che tende ad omologare tutto e tutti, in Europa ci sono diversi modi per intendere questa professione.

    Nei paesi nord europei, poiché il livello generale di educazione e senso civico sono molto elevati anche in assenza di rigidi regolamenti legislativi, il mercato immobiliare è comunque auto-regolamentato.

    Contrariamente a quanto avviene in Italia, l'estate agent inglese o irlandese gode di una particolare fiducia da parte dell'utenza. L'Irlanda detiene il record mondiale: ben il 98% di chi vende o compra casa si rivolge ad un agente immobiliare.

    In altri paesi nord-europei questa percentuale si assesta su valori decisamente elevati: 95% in Danimarca; 85% in Olanda e 83% in Svezia.

    Nei paesi mediterranei l'utilizzo, da parte dei consumatori, dei servizi delle agenzie immobiliari scende drasticamente dal 35% al 45% per Grecia, Francia, Spagna e Italia.

    Quali cause determinano il minor utilizzo del professionista immobiliare in questi paesi?

    Nell'area mediterranea si è riscontrata negli ultimi anni una notevole crescita del settore immobiliare, con conseguente aumento della speculazione edilizia e incremento del numero di “immobiliaristi” (tra cui i famosi “furbetti del quartierino”) e purtroppo un numero sempre più elevato di abusivi della mediazione immobiliare.

    Il fenomeno è presente in tutta l'Europa del sud ed è purtroppo talmente esteso da essere totalmente assimilato dal sistema economico, causando danni non solo ai singoli ed ignari clienti ma anche a tutto il tessuto economico e sociale.

    Studi effettuati dall'organismo europeo G.A.F.I. (Gruppo d'Azione Finanziaria Internazionale) e dal nostro Ministero dell'Economia e Finanze dimostrano, inoltre, che anche il mercato immobiliare è inquinato dal denaro proveniente da attività illecite e criminali. Da qui nascono le numerose direttive europee per contrastare il money laundering. In Italia queste leggi, malgrado se ne parli da più di 20 anni, sono entrate in vigore solo dall'aprile del 2006.

    Sul territorio italiano su 100 compravendite immobiliari ben il 45% vengono effettuate da soggetti che intermediano abusivamente, violando la legge 39/89 e frodando completamente il fisco. Tra loro non vi sono solo portinai, panettieri o macellai che operano occasionalmente, ma numerosi sono coloro i quali esercitano abusivamente l'attività di mediatore parallelamente ad altra attività regolare (geometri, avvocati, commercialisti, dipendenti pubblici e privati). Eppure la legge 39/89 dichiara incompatibile l'esercizio della professione immobiliare per chi è iscritto in altri albi o ruoli, e questo è sostanzialmente corretto, perchè il mediatore deve essere necessariamente imparziale e non soggetto a “conflitti d'interesse”.

    Nei diversi stati europei la professione di agente immobiliare viene esercitata secondo diverse modalità.

    In Finlandia, Danimarca ed Olanda la legge vieta di operare contemporaneamente sia per l'acquirente sia per il venditore, ma è consuetudine per entrambe le parti richiedere l'assistenza di un professionista. Pertanto ciascuno paga il proprio consulente, le provvigioni variano dal 1,8% al 4%.

    In Gran Bretagna ed Irlanda non sono richiesti particolari titoli per svolgere l'attività di agente immobiliare, ma circa il 50% degli estate agents è munito di una laurea specifica del settore.

    Diffusa è anche la figura del “solicitor” un esperto giuridicamente e fiscalmente competente che esegue tutti i controlli catastali ed ipotecari sull'immobile oggetto della compravendita, fornisce consigli e perizie sulla redditività dei beni immobiliari e stipula accordi preventivi (ad esempio per tutelare i diritti di proprietà delle coppie in caso di futura separazione).

    In Spagna il governo Zapatero ha optato per una liberalizzazione totale di tutte le professioni, compresa quella dell'agente immobiliare.( chissa' Bersani se l'ha copiato :disappunto: ) Per esercitare è sufficiente essere cittadino spagnolo o di un'altro paese dell'Unione Europea. Prima della liberalizzazione “l'intermediario imobiliario” curava solo una parte, oggi invece sono frequenti i casi in cui opera per entrambe. Precedentemente la provvigione complessiva era quantificabile in una media del 5%, oggi dopo la liberalizzazione in alcuni casi raggiunge il 10%. Nonostante ciò il fenomeno dell'abusivismo non è diminuito, ma anzi molti operatori esteri privi di requisiti nei loro paesi d'origine, hanno aperto con facilità un'agenzia nelle località turistiche spagnole. ( Infatti hanno chiuso 6 agenzie su 10 :applauso: )

    In Italia secondo quanto disposto dalla legge 39/89 l'accesso alla professione è consentito solo a soggetti muniti di diploma superiore, che abbiano frequentato un apposito corso e sostenuto un esame finale. Per essere iscritti al “Ruolo” è anche obbligatoria una polizza di assicurazione che garantisca i fruitori del servizio da eventuali danni causati da errori professionali dell'agente.

    Inoltre, sono state introdotte dal decreto Bersani e nella finanziaria 2007, norme per contrastare l'abusivismo e l'elusione fiscale. Come tutti gli obblighi e adempimenti burocratici, non sono graditi a chi li deve rispettare, ma una volta assimilati, probabilmente ci accorgeremo anche dei lati positivi. Per ora accontentiamoci di un risultato: gli agenti immobiliari italiani iscritti al ruolo, hanno la miglior legge in Europa. ( Peccato che i giudici disattengono abbastanza costantemente la ns. figura professionale :triste: ) Speriamo, che le liberalizzazioni non la cancellino, e soprattutto, che venga finalmente rispettata!

    Un mercato dove si rispettano le regole, fa bene all'economia e conviene alla gente.
     
  15. modicasa

    modicasa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Puoi dirmi dove si legge questa cosa?
    L'inviolabilità dei stati membri è ben documentata - se vendo marijhuana legalmente in Amsterdam, non significa che posso venderla a Roma, è la stessa cosa per i beni immobili in Italia, la professione è 'protetta' in Italia e non negli altri stati. Secondo me, sarebbe impossibile per esercitare la professione in italia senza cambiando la costituzione dell'UE, oppure cambiando la legge italiana per aprire la professione a tutti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina