1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il cartello in genere gli agenti immobiliari lo mettono per segnalare che in zona si vendono 2 camere cucina e bagno per € 200.000. Il prezzo non é veritiero perché si sa che sarà oggetto di trattativa,la descrizione é la solita di tutti gli altri cartelli, destinato quindi a non essere colto dalla gente che passa di li, a meno che ci sia scritto che non é dell'agenzia. Io so che la maggior parte della gente che telefona o che si reca in agenzia, alla fine compra un appartamento completamente diverso da quello che cercava, ciò significa che pochi hanno le idee chiare ma sopratutto non conoscono le modalità della compra-vendita o dell'affittanza. Io desidero che il cliente mi chiami per aiutarlo a fare le sue scelte e non per conoscere il prezzo. Il prezzo é l'ultima spiaggia anche se può sembrare un paradosso.. Se io conosco l'esigenze della singola persona, posso aiutarlo a trovare una casa migliore, così facendo gli faccio risparmiare tempo e denaro. Il mio cartello pubblicitario cerca un discorso di univocità. Ecco che per catturare l'attenzione della gente prima studio l'immobile, poi la zona dove può essere attaccato,poi la grafica, poi il messaggio che deve arrivare alla gente,poi a chi si deve rivolgere, infine i costi. Pensate che stia perdendo del tempo o in mezzo alla miriade di cartelli sia ora di distinguersi?:ok:
     
  2. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Te lo dice uno che ha studiato pubblicità ( a suo tempo...): il cartello pubblicitario deve essere chiaro, scritto in caratteri grandi, deve essere composto da poche parole e soprattuto deve lanciare ( far passare...) un solo messaggio!
    Uno solo! Quello che deve colpire come un dardo il cliente e invogliarlo all'acquisto. Il messaggio pubblicitario deve creare emozione, seduzione.

    I cartelli degli agenti immobiliari appesi o attaccati ai muri e ai portoni non sono veri cartelli pubblicitari ma cartelli di INFORMAZIONI che avvisano l''opinione pubblica che è in vendita un dato appartamemento in una data zona a un dato prezzo.
    Sono, in fondo, delle inserzioni giornalistiche che usano i muri come pagine di giornali.
    Hanno un carattere neutro e razionale, non creano emozioni, ma offrono solo dei dati informativi.

    Si potrebbe rivoluzionare tutto e applicare sui muri dei cartelli che non parlino direttamente del prodotto casa ma che,invece, suggeriscono un sentimento, una vibrazione.

    Ma il prodotto casa, essendo poi un prodotto unico ed irripetibile, non è idoneo a delle campagne pubblicitarie generaliste.
    Si dovrebbero elaborare tante idee quante sono le case in vendita.
    Una faticaccia, che costerebbe tantissimo.
    Se la cosa fosse fattibille l'avrebbero già realizzata da tempo.

    Meglio allora lavorare sul colore, sulla grafica, sul layout del cartello e farlo diventare individuabile immediatamente.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  3. ma70

    ma70 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si nota di + se diverso da tutti altri x es più grande, un bel colore, ma la cosa fondamentale è il rapporto qualità/quantità/prezzo del bene offerto (in altre parole prezzo bono, perlo x gli affitti)
    ciauz :)
     
  4. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anch'io la vedo così. :ok:

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    @Limpida: i poemi li potresti scrivere nei cartelli da esporre in vetrina, però attenta: troppe parole stancano e dopo che hai letto un paio di cartelli non ne puoi più.
    Te lo dico perchè ho un amico/collega che infarcisce i cartelli della vetrina di fantasiose quanto prolisse descrizioni; bellissime, per carità, ma quando arrivi in fondo all'annuncio non ti ricordi più se era un 3 vani, o 4, o se era in affitto, o in vendita... ;)
     
  5. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    graf, sei un pubblicitario è non dici niente ........;)
    perchè non ci fai vedere qualche tua idea di cartello vendesi in vetrina, o un annuncio di vendesi casa su una rivista del settore. :applauso: :applauso: :applauso: :ok:
     
  6. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :risata::risata:
    bisogna poi stare attenti a non andare dalla parte opposta, altrimenti il risultato é nullo.

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    La cosa é fattibile per un singolo AI. se come me, prende pochi ma buoni appartamenti gestibili.
    Non l'hanno ancora attuata perché richiede un modo diverso di fare e vedere la figura dell'agente immobiliare.Tu che sei grafico e sensibile a questi problemi, potresti farne la tua attività. Anzi uniamoci e creiamo.:risata:
     
  7. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    creiamo l'annuncio perfetto :affermazione:
    chi inizia :domanda:
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Da noi ci sono dimensioni e colori prestabiliti, altrimenti è multa... oppure diventano a pagamento...
     
  9. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non esiste "l'annuncio" perfetto in assoluto.
    Esiste prima un prodotto, un bene. Poi l'annuncio "perfetto" per quel bene. O per meglio dire, la pubblicità migliore per quel determinato bene.

    Aggiunto dopo 16 minuti :

    Ho studiato Marketing e Pubblicità per un anno e mezzo a Torino, presso l'Isituto Superiore D'Organizzazione e scritta una tesi di diploma sul Marketing Strategico dell' Home Video.
    Ho avuto come docenti gente del calibro di Bruno Munari e sua figlia.
    Un periodo bellissimo della mia vita, pieno di umori, interessi e di speranze.
    Peccato che poi, per motivi strettamente familiari e personali, non abbia potuto intraprendere la professione di pubblicitario, benchè sia tuttora iscritto ( dopo aver superato un esame d'ammissione di ben quattro scrtti) all' Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti.( Un associazione privata ma molto selettiva; i pubblicitari non hanno neanche uno straccio di registro pubblico, peggio degli Agenti Immobiliari....)
    Un vero rimpianto.
    Comunque non sarei stato un grafico ma piuttosto un copywriter.
    Adesso, però, faccio il grafologo che è tutta un'altra cosa....
     
  10. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Una casa non è un bene riproducibile in modo seriale, all'infinito come una scatola di biscotti, un libro, un liquore, una lavatrice, un' automobile. Non esistono due case perfettamente uguali.
    Per tutti quei prodotti è possibile creare, organizzare e produrre una campagna pubblicitaria di una certo costo e di una certa importanza: ricercatori di mercato, esperti del marketing strategico ed oprativo, copywriter, art director, grafici, fotografi, musicisti, registi, producer, computergrafici, tipografi, mediaplanners, tutti questi ruoli possono essere allertati, ingaggiati e inseriti nella programmazione della comunicazione pubblicitaria...infatti, traguardo di tali campagne, è vendere 100.000 automobili, un milione di libri, 20 milioni di scatole di biscotti...
    L'impresa è razionale, sostenibile e fattibile...l'economia della società è salva e anzi, con la pubblicità, aumenterà il suo fatturato...

    Ma per una casa, per quanto prestigiosa e costosa, come fare?
    Come fare a pubblicizzarla in modo giusto, senza appellarsi a tutta quella marea di esperti di comunicazione?
    Il budget è ristretto, non si può certo chiamare l'ultimo pubblicitario di grido...

    Cartello pubblicitario? Sicuramente. Ma non è una vera pubblicità è solo una notizia, è solo una informazione.
    Inserzione sul giornale patinato? Va un pò meglio, una buona fotografia può evocare un "contesto", può creare un'atmosfera, ma in fondo siamo sempre nell'ambito dell'inserzione di tipo informativo.
    In tali inserzioni ci sono dati, notizie, prezzo, ma manca la tipica idea pubblicitaria che crea una narrazione. Niente headline, niente pay-off. Insomma niente slogan, niente didascalie, per dirla in breve.
    Una cosa è pubblicizzare un appartamento, un attico, una villa, un'altra cosa è articolare la narrazione dei biscotti, inserendoli da protagonisti nel mondo "fatato" del Mulino Bianco".
    La differenza è abissale.
    Solo la seconda è una pubblicità autentica.

    Ritengo sia impossibile creare una pubblicità tipo "Mulino Bianco" per vendre una casa ma anche un intero palazzo.
    Ma attenzione! Non solo per motivi di costi, di budget, ma per la natura stessa del bene casa.
    Esistono bene che sono, possiamo dire, NON PUBBLICIZZABILI, per le loro precipue caratteristiche.
    Anche se, alla fine, si è tentati di pubblicizzarli lo stesso, ma con scarsissimi risultati commerciali.
    Questi sono i beni basilari.
    Quelli che soddisfano i bisogni primari ed elementari dell'uomo.
    La fame, il ripararsi, il coprirsi.
    Si può fare la pubblicità al pane ma a che pro? Tanto si vende lo stesso... e non si può aumentarne mai le quantità vendute. E' un bene rigido. Si vende in quelle date quantità sempre
    La casa. Facciamo la pubblicità? Certo, informiamo che c'è una casa in vendita nei paraggi e che ha queste caratteristiche e questo prezzo, ma non possiamo farci sopra un "romanzo" non possiamo "trasformarla" un un altra cosa, in un Mulino Bianco, oppure in un prodotto che "crea l'atmosfera".
    La casa serve per ripararsi, per proteggersi dal freddo, dai ladri.
    La casa soddisfa un bisogno ancestrale, urgente, che prevale sugli altri. Non è un bisogno "manipolabile" da un messaggio pubblicitario.
     
    A Antonio Troise e enrikon piace questo messaggio.
  11. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ...ed ecco svelata l'origine del nickname di Graf... ;)

    Questo è il motivo principale per cui non si può fare un vero annuncio pubblicitario per la vendita di un immobile. Ma ce n'è un altro, legato a questo: la casa è un bene personalissimo (e, spesso, costosissimo), nessuna pubblicità può spingerti ad acquistarla così come si acquista una scatola di biscotti; al massimo si potrebbe pensare ad una pubblicità che ti invogli ad andarla a vedere, ma oltre non si va.
    Le case si vendono da sole (ed è per questo che anche uno come me, che è l'antitesi del venditore, può campare con questo lavoro), devi solo aver la pazienza di aspettare che arrivi il cliente giusto; che tra i due (casa e cliente) scatti quel qualcosa che fra esseri umani si chiamerebbe "colpo di fulmine".

    P.S.: ...comunque ammetto che Limpida è riuscita a scrivere degli annunci che si avvicinano molto al concetto di vera publicità.
    Faglieli vedere a Graf.
     
  12. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ....limpida facci vedere anche a noi.....:ok:
     
  13. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sì ma li ha già pubblicati da qualche parte. Adesso non ricordo dove... :occhi_al_cielo:
     
  14. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Meriteresti, sei uno dei pochi che capisce l'importanza,ma o vendo appartamenti o cambio mestiere!:innamorato:

    Aggiunto dopo 1 :

    Se ti viene in mente mantieni il segreto! Shhhhhhhh!:fico:

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Seee, aspetta e spera! Qui, a Bologna le case non si vendono da sole, bisogna spingerle!

    Aggiunto dopo 21 minuti :

    Fai una differenza fra cartelli pubblicitari e cartelli degli agenti immobiliari e ritieni che quest'ultimi siano solo di segnalazione e informazione. Effettivamente c'é la differenza........adesso, ciò non toglie che tu li possa fare in altri modi, se vuoi.
    Altrimenti tutto é insormontabile, tutto é faticoso, tutto é impossibile e se fosse possibile, lo avrebbero già realizzato da tempo!
    Ma ti pare un ragionamento obiettivo?
    Mi parli della casa come un prodotto unico e irripetibile e quindi non idoneo a delle campagne pubblicitarie:
    - Sembra quasi una lezione di estimo!
    Io non faccio pubblicità al pane ma al fornaio!
    - Non faccio pubblicità alle macchine ma al rivenditore!
    - Non faccio pubblicità alle case...ma all'agenzia immobiliare!
    Puoi usare quello che vuoi, quello che credi, anche i colori che usi, non servono solo a rendere individuabile un cartello, ma la tonalità giusta, può trasmettere qualcosa in più. Le parole, i luoghi.
    E cosa trasmetto?
    Quello che c'é dietro a quel cartello, quello che sono io,il mio stile, il mio marchio, la mia sensibilità.
    Ti faccio un esempio banale:Io leggo molti cartelli che si firmano: agenzia.
    - Agenzia che? Mi sembra il cartello di qualcuno che si nasconde!
    Oppure un bel cartello arancione ( non a Bologna però che si confonde con i muri rossi delle case).
    - E quando lo hai scritto dove lo attacchi? Io ho visto cartelli di agenzie attaccati a grondaie o bidoni dell'immondizia!
    Poi, secondo me non occorre tutto questo apparato che elenchi tu, certo ci vogliono delle persone che oltre a conoscere questo mestiere possano esprimere la loro creatività, che deve essere libera, ne contrallata e ne tecnicizzata.
    E la gente ti viene a cercare, viene nella tua agenzia, tu l'ascolti,( e non ci si parla dietro ai telefonini o su internet!) perché il miglior impatto sono ancora i 4 occhi e vedrai che una casa te la compra, perché gli piaci, si fida di te.:)
     
  15. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Bene Limpida, hai colto nel segno!
    Un agente immobiliare può fare solo pubblicità a se stesso e non sicuramente alle case che vende di cui deve dare, però, informazioni quante mai complete.
    Un mediatore può fare Pubblicità Istituzionale ( cioè alla sua ditta) e fornire informazioni sulle case che vende.
    Ossia: pubblicità al servizio, notizie sulle case.
    Questa è la differnza fondamentale. Da cui deriva il resto.
    D'altronde Tecnocasa e Toscano ( per dire delle prime che mi vengono in testa), in televisione fanno pubblicità Istituzionale alla loro società, non certo alle case che vendono. Fanno comunicazione sul servizio di intermediazione non sui prodotti oggetti del quel servizio. Le case non li nominano neppure...
    E loro hanno un bel budget da spendere in comunicazione....

    Pubblicità istituzionale: chi beve birra campa cent'anni.
    Pubblicità di Prodotto: " Mi manca tanto la Per..ni!"
     
  16. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io posso fare pubblicità a me stesso......publicizzando anche qualche mia casa...dipende....se ne vale la pena....se mi ispira...se mi viene in mente qualcosa.
    In questo caso i "se" non sono un rimando ma tante possibilità per concludere qualcosa.
    Il cartello pubblicitario potrebbe essere una caccia al tesoro,che indirizza i ricercatori, tramite una mia casa che non necessariamente viene spiegata nei minimi particolari, anzi volutamente ne viene esaltato solo il pregio principale, che indirizzi i ricercatori alla mia agenzia. Solo dopo esserci conosciuti, io saprò cosa cerca veramente e saprò indirizzarlo e forse lui avrà le idee più chiare.
    Io faccio anche cartelli che parlano e così era la mia vetrina che parlava alla gente.
    Un nuovo modo di impostare la pubblicità, in mezzo a tanti appartamenti che molto spesso sono sempre gli stessi e che hanno tutte le agenzie immobiliari.
    Anche se le grandi società immobiliari usano i media per la loro pubblicità, risultano essere sempre fredde e molto squallide.Per lo meno non ne ho viste delle decenti.
    Concludendo il tutto, é evidente che mi sforzo in tutti i modi di recuperare il rapporto con la gente, poiché quando ho intrapreso questa attività, ho trovato tanta di quella avversione per le agenzie immobiliari che non ne capivo il motivo.
    Ora l'ho capito, ci vorrà molto tempo per modificare questo atteggiamento, ed a maggior ragione, cercherò di stare a galla. ( sempre che l'agenzia delle entrate me lo permetta!).:basito:
     
    A bravehearth piace questo elemento.
  17. bravehearth

    bravehearth Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    E vai limpida
    :ok:
    Dei motivi ce ne sono più di uno, alcuni li hai trovati:applauso:
     
  18. fumo

    fumo Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    A Antonio Troise piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina