1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lightlee

    lightlee Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Ciao,
    non mi è chiara una cosa nei contratti di locazione commerciale (ufficio in questo caso)...ho trovato diverse versioni.
    La domanda é: il recesso del conduttore deve essere di 12 mesi anticipati o 6?

    grazie
     
  2. Manola 62

    Manola 62 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  3. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    12 mesi è riferito al locatore alle scadenze dei 6 anni.
     
  4. lightlee

    lightlee Membro Junior

    Agente Immobiliare
    grazie mille...
    ciao
     
  5. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    i 12 mesi di tempo di preavviso del recesso sono per il locatore, qualora indende dare disdetta alla prima scadenza dei 6 anni, o a fine contratto(e questa è da dare non con raccomandata, ma con ufficiale giudiziario)

    per il conduttore il tempo di preavviso è di 6 mesi(con raccomandata)
     
  6. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :domanda::domanda::domanda:
     
  7. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    6+6 = 12

    dopo 12 anni il contratto è arrivato alla fine
    (se non si proroga di altri 6 anni)
     
  8. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mi riferivo all'ufficiale giudiziario :confuso:
     
  9. frvanel

    frvanel Membro Attivo

    Altro Professionista
    avevo letto(ora non vado a cercare)che la disdetta del locatore, nelle locazioni commerciali, va data mediante ufficiale giudiziario...stessa cosa per il diritto di prelazione, nel caso di vendita dell'immobile = il conduttore deve ricevere notifica della messa in vendita e relativo prezzo non con raccomandata, ma dall' ufficiale giudiziario
     
  10. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    mortacci..
    la raccomandata A/R non va bene?

    ma vogliono anche il postino di Maria De filippi?
    [​IMG]
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Anch'io vado a memoria; ma credo che l'intervento dell'ufficiale giudiziario sia dovuto per la comunicazione ai fini della prelazione (art. 38); invece per la richiesta di rilascio serve solo la raccomandata .art. 29 c. 3 della L392/78
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Anche secondo me.
     
  13. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Esatto. Invece per la disdetta basta la semplice raccomandata.
     
  14. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Le locazioni ad uso diverso dall’abitazione hanno una durata minima di sei anni, al termine dei quali sia il conduttore sia il locatore possono dare disdetta con dodici mesi di preavviso, ad eccezione di quelle alberghiere o teatrali, ove il termine di recesso è di diciotto mesi (art. 28, co. 1 della legge n°392/1978): il conduttore (a differenza del locatore) può dare disdetta con dodici mesi di preavviso senza motivare le ragioni della propria volontà. Inoltre il solo conduttore ha una duplice possibilità di recesso: quella convenzionale e quella legale.

    Ove contrattualmente previsto il conduttore può far cessare il contratto in qualsiasi momento (recesso convenzionale), dando avviso al locatore con lettera raccomandata almeno sei mesi della data in cui il recesso avrà esecuzione (art. 27, co. 7 della legge citata). Il successivo comma ottavo del medesimo articolo prevede poi che il conduttore possa sciogliere anticipatamente il rapporto - anche in assenza di una espressa previsione contrattuale – qualora ricorrano gravi motivi (recesso legale) che non gli consentono di proseguire la locazione, con un preavviso (contenente la specificazione di tali motivi) di almeno sei mesi da comunicare con lettera raccomandata.

    Alla scadenza del secondo sessennio, la disdetta non necessita di alcuna motivazione da parte del locatore, sicchè vale a provocare la cessazione del contratto, a prescindere dal motivo. In tale ultimo caso, non è richiesto darne comunicazione al conduttore con un atto notificato tramite ufficiale giudiziario - peraltro non più obbligatoriamente richiesto, secondo un orientamento abbastanza consolidato dalla giurisprudenza di legittimità (n°4608/1989; n°12689/1991 ecc.) neppure in caso di prelazione - ma con una semplice raccomandata AR secondo le regole della normativa postale o mezzo equipollente, poiché il citato art. 28, co. 1 non impone l’utilizzo della lettera raccomandata a pena di nullità: ciò che in definitiva rileva è che l’atto recettizio manifesti la volontà del locatore di non rinnovare il rapporto e che tale volontà venga portata a conoscenza del conduttore.
     
    A panetto e Manola 62 piace questo messaggio.
  15. Segretaria

    Segretaria Membro Attivo

    Privato Cittadino

    Leggendo qua e là in internet, qualcuno sostiene che, in caso di recesso convenzionale, le parti possano stabilire un preavviso inferiore (tipo 3 mesi) rispetto ai 6 mesi indicati nella legge. E' corretto?
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si è corretto
     
  17. Segretaria

    Segretaria Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie mille!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina