1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Robwing

    Robwing Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,

    come ho avuto modo di spiegare già in altre discussioni mi trovo in questa situazione:

    sono cointestatario insieme ad altri tre inquilini di un contratto registrato unilateralmente presso l'agenzia delle entrate. Lo abbiamo registrato unilateralmente perchè l'impresa proprietaria non voleva saperne di farci un contratto e quindi siamo andati a fare denuncia all'agenzia delle entrate che, verificato l'illecito, ci ha registrato il contratto, concedendoci un affitto pari a tre volte la rendita catastale come dice la nuova legge.

    Quando abbiamo registrato il contratto però, non c'era nessun teso contrattuale. Io domandai all'impiegato come avremmo fatto a regolarci in futuro per eventuali cessioni e recessioni del contratto in mancanza di un testo e lui ci disse che tutti questi contratti vengono registrati senza testo e che ci si rifà al codice civile che praticamente, ha detta dell'impiegato, da molte più libertà di agire di un contratto standard. Quindi noi firmammo e registrammo. Il contratto si presenta praticamente come tre fogli contenenti i nostri dati anagrafici e i dati catastali dell'appartamento, la dichiarazione di denuncia, la data di decorrenza e scadenza e il canone. Basta. Non c'è nessun testo.

    Ora per varie ragioni, non ultima il fatto che l'immobile verrà messo all'asta fra qualche mese, io vorrei andare via, mentre i miei coinquilini cointestatari vorrebbero rimanere ad oltranza. Un accordo fra di noi non si trova.

    Nei contratti standard firmati da più cointestatari, di solito, c'è una clausola che permette la recessione personale o in solido (recessione tutti insieme previo accordo) e quindi ci si regola a seconda di quello che permette o no il testo contrattuale. Visto che questo contratto invece non ha testo contrattuale e si rifà al codice civile la mia domanda è: posso RECEDERE personalmente/singolarmente dal contratto, "infischiandomene" di quello che vogliono i miei cointestatari e dando regolare preavviso al titolare dell'immobile? Questa operazione invaliderebbe il contratto o esso continuerebbe ad avere lo stesso effetto per i miei coinquilini come nulla fosse accaduto?

    Grazie per ogni risposta.
     
  2. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Stante la particolare casistica andrei a chiedere un consulto ad un dirigente presso l'agenzia delle entrate dove talvolta di verificano tali situazioni.
     
  3. Robwing

    Robwing Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E come dovrei fare per chiedere consulto ad un dirigente? Se vado lì mi fanno parlare solo con impiegati che dicono direttamente che di queste cose non ne sanno nulla...
     
  4. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    E' un tuo diritto parlare con un dirigente, piuttosto fissi un consulto successivo
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    anche se sei conintestato la forma del contratto non cambia, saranno i rimanenti e il locatore a preoccuparsi di variare il canone se non vieni sostituito da un altro locatario
     
  6. Robwing

    Robwing Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Quindi posso RECEDERE singolarmente?
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    si, comunicando la tua intenzione al locatore, per essere più precisi dovrei leggere le condizioni del contratto, ma di norma è come sopra scritto
     
  8. Robwing

    Robwing Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il contratto è il modulo standard che trovi a questo indirizzo:

    http://www1.agenziaentrate.gov.it/inglese/forms/pdf/mod1.pdf

    ovviamente è compilato con i nostri dati e i dati catastali, registrato e timbrato, ma non c'è nessuna clausola o testo aggiunto.

    Inoltre dopo la registrazione l'agenzia delle entrate ha mandato una raccomondata al proprietario e ai 4 conduttori in cui si comunicava che il contratto era stato registrato e che la locazione era pattuita a tre volte la rendita catastale (per effetto della nuova legge). Quello che mi fa sorgere dei dubbi sulla possibilità che io possa RECEDERE singolarmente è il fatto che su questa raccomandata io e gli altri cointestatari veniamo indicati come conduttorE e non come conduttorI. Basta questo a sotto intendere che noi 4 siamo comunque responsabili in solido del contratto e che quindi nessuno di noi può recedere singolarmente?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina