• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sara Piemontese

Membro Junior
Agente Immobiliare
Buongiorno a tutti,
nei prossimi giorni le parti firmeranno preliminare di compravendita. La parte venditrice interverrà tramite procura speciale. Siccome è la prima volta che mi capita un atto con procura volevo chiedere se secondo voi è necessario considerarla come allegato da registrare assieme al preliminare e se sì di che importo deve essere la marca da bollo per questo allegato.

Grazie per i Vostri consigli

Sara Piemontese
 

possessore

Membro Attivo
Privato Cittadino
Siccome è la prima volta che mi capita un atto con procura volevo chiedere se secondo voi è necessario considerarla come allegato
Oltre a considerarla come allegato, devi sincerarti che il notaio che immagino dirigerà l'atto preliminare verifichi la validità della procura, ossia verifichi l'esistenza in vita di chi ha dato procura, e verifichi che la procura non sia stata revocata.
 

Sara Piemontese

Membro Junior
Agente Immobiliare
Grazie per le risposte. Il preliminare lo farò presso il mio Studio e non dal Notaio.Per quel che riguarda la marca da bollo da 16 euro ogni 100 righe l'ho prevista per il preliminare vero e proprio. (Porterò due originali da registrare) Anche per la procura speciale che allegherò in copia la marca da bollo deve essere da 16 euro?
Grazie
 

possessore

Membro Attivo
Privato Cittadino
Ogni 4 facciate di procura allegata, una marca da bollo da 16 Euro.

Correggetemi se sbaglio.

Ti ricordo che un conto è registrare il preliminare di compravendita (obbligatorio), altro conto è domandarne anche la trascrizione che tutela maggiormente le parti.


L’obbligo giuridico che nasce dalla firma del preliminare ha effetto solo tra le parti.
Questo significa che nonostante la firma del preliminare il venditore:
• potrebbe vendere lo stesso immobile ad altre persone ovvero costituire su di esso diritti reali di godimento (ad es. un usufrutto);
• potrebbe iscrivere ipoteche sull’immobile.
Se questo accade, non si può chiedere al giudice di invalidare la vendita o la costituzione del diritto reale di godimento o la concessione dell’ipoteca, ma si può solo chiedereil risarcimento dei danni.
Il venditore, inoltre, a prescindere da una sua “scorretta” attività negoziale, potrebbe “subire” azioni sull’immobile da parte di terzi (pignoramenti, sequestri, ipoteche giudiziali, atti di citazione). C’è comunque un rimedio per evitare tutte queste conseguenze spiacevoli: la trascrizione del preliminare (1), per la quale è necessario l’intervento del notaio.
Perché trascrivere il preliminare
Con la trascrizione del preliminare nei Registri Immobiliari, altre eventuali vendite dello stesso immobile e in genere tutti gli atti fatti o “subìti” dal promittente venditore non pregiudicano i diritti del promissario acquirente.
La trascrizione del preliminare produce un effetto prenotativo facendo retroagire gli effetti della trascrizione dell'atto definitivo al momento della trascrizione del preliminare. In altre parole, nei rapporti con i terzi, è come se l'atto definitivo fosse stato trascritto nel momento in cui è stato trascritto il preliminare. In questo modo vengono neutralizzate eventuali trascrizioni o iscrizioni pregiudizievoli successive alla trascrizione del preliminare.
La trascrizione del preliminare garantisce, inoltre, un'ulteriore tutela all’acquirente anche per il caso di mancato adempi- mento del contratto preliminare. Infatti la norma (2) riconosce ai crediti dell’acquirente che sorgono per effetto di tale ina- dempimento (ad esempio per il rimborso degli acconti pagati o per ottenere il doppio della caparra) privilegio speciale sul bene immobile oggetto del contratto preliminare. In pratica l’acquirente, nella ripartizione di quanto ricavato dalla vendita “forzata” del bene, ha diritto di essere preferito ad altri creditori e quindi di essere pagato prima degli altri creditori.
Tali specifiche tutele, peraltro, trovano applicazione solo se il contratto definitivo viene trascritto entro un anno dalla data convenuta tra le parti per la sua conclusione e comunque entro 3 anni dalla trascrizione del preliminare.
La trascrizione del preliminare garantisce una specifica tutela alla parte acquirente anche per il caso di fallimento del venditore e conseguente mancato adempimento del contratto preliminare.
Pertanto se si vuole ottenere una tutela piena ed effettiva, è opportuno trascrivere il preliminare. In caso contrario le parti - in particolare l’acquirente – potranno correre maggiori rischi.
Quando trascrivere un preliminare
Sarà tanto più opportuno trascrivere il preliminare quanto maggiore è il rischio di incorrere in una delle spiacevoli conseguenze sopra illustrate ossia:
• quanto maggiore è il lasso di tempo che dovrà tra- scorrere tra la data di stipula del preliminare e la da- ta di stipula del contratto definitivo;
• quanto maggiore è l’importo da versare a titolo di caparra o di acconto;
• quanto maggiore è il rischio di azioni di terzi per il caso di insolvenza del venditore (come nel caso di venditore imprenditore e come tale fallibile).
In cosa consiste la trascrizione del preliminare
La trascrizione consiste nell’inserimento del contratto preliminare, nei termini previsti dalla legge, nei Registri Immobiliari.
La trascrizione dovrà essere eseguita dal notaio che ha ricevuto o autenticato il contratto preliminare entro 30 giorni dalla stipula del contratto medesimo. Ovviamente è meglio trascrivere al più presto, poiché l’effetto prenotativo sopra illustrato si produce dal momento in cui è stata effettuata la trascrizione e non dal momento di stipula del preliminare.
Quanto costa la trascrizione del preliminare
La trascrizione del preliminare comporta alcuni costi in più rispetto al preliminare non trascritto. Fermo restando che, a prescindere dalla trascrizione, l'imposta di registro va sempre corrisposta (per le modalità di tassazione vedi il capitolo "La registra- zione"), dovranno essere versati inoltre:
  • - l'imposta fissa di trascrizione (attualmente 200,00 euro);
  • - i diritti fissi di trascrizione (attualmente 35,00 euro);
  • - l'onorario del notaio (ragguagliato al valore della cessione. Peraltro, se il notaio sarà lo stesso a stipulare sia il contratto preliminare sia il definitivo, si potrà ottenere un significativo risparmio di spesa con riguardo a quest'ultimo atto, poiché il notaio avrà eseguito gran parte degli accertamenti a tal fine ri- chiesti già in occasione del preliminare).
    A titolo puramente esemplificativo, si riportano in dettaglio i costi che l'acquirente dovrebbe sostenere per un preliminare di compravendita di immobile per atto notarile con conseguente trascrizione, nell'ipotesi che il successivo atto definitivo di trasfe- rimento sia predisposto dallo stesso notaio che ha stipulato il preliminare.
    Si suppone un prezzo di acquisto di 300.000 euro, con valore catastale di 63.140,39 euro.
    Il compenso per il solo contratto definitivo di vendita sarà all’in- circa di 2.500 euro.
    Il compenso complessivo per il preliminare e successivo atto di vendita sarà di circa 3.200 euro.
    Di questi 1.500 euro da versare al momento del preliminare e 1.700 euro al momento dell'acquisto.
    Con un costo aggiuntivo di circa 700 euro quindi si ottie- ne una tutela piena ed effettiva.
    Ipotizziamo per completezza un secondo caso dove il prezzo di acquisto sia di 140.000 euro, con valore catastale di 50.941,28 euro.
    Per il solo contratto definitivo di vendita, l’onorario notarile ammonterà indicativamente attorno ai 2.000 euro.
    Il compenso complessivo per il preliminare e successivo atto di ven- dita sarà all’incirca di 2.600 euro, di cui 1.200 euro da versare alla firma del preliminare e 1.400 euro al momento dell’acquisto. Anche in questo caso quindi, con un costo aggiuntivo di circa 600 euro si ottiene una tutela piena ed effettiva.
    Va ricordato inoltre che, se si tratta di compravendita tra privati con il sistema del prezzo valore, l'onorario sarà ridotto del 30%.
 

Sara Piemontese

Membro Junior
Agente Immobiliare
Grazie per il dettaglio!!! Nel caso specifico si tratta di una compravendita con rogito già fissato a fine giugno. Conosco personalmente la parte venditrice. Concordo sulla maggiore certezza che deriva dalla trascrizione ma la parte acquirente ha deciso di optare per un preliminare registrato e non trascritto.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
secondo voi è necessario considerarla come allegato da registrare assieme al preliminare
Non sono sicura che la procura vada allegata; in fondo la registrazione ha solo fini fiscali, e la presenza di una procura è indicata nel contratto.
Non fa parte del contratto, e quindi non vedo sinceramente a che scopo allegarla.
 

possessore

Membro Attivo
Privato Cittadino
Le copie - tutte - possono essere contraffatte; registrare è una forma di tutela, in primi trattandosi di procura...
Sono d'accordo. Io non mi limiterei a "rimandare alla procura tal dei tali". Io la allegherei in copia fotostatica, in modo da dimostrare con certezza che il giorno X mi è stata esibita la procura tal dei tali.
 

possessore

Membro Attivo
Privato Cittadino
Tra l'altro, non dimentichiamoci - lo ripeto - di verificare l'esistenza in vita di chi ha concesso la procura, e di verificare che quest'ultima non abbia subito revoche o restrizioni dalla data di emissione.
 

miciogatto

Membro Senior
Privato Cittadino
Non vedo alcun motivo per allegare la procura al preliminare registrato.

Il giorno dell'atto definitivo dal Notaio potrà presentarsi indifferentemente il proprietario o il procuratore.

Più importante che il testo della procura sia approvato in anticipo dal notaio rogante, ogni notaio ha le sue fisse, diciamo così ma è per intendersi, senza offesa, hanno i loro motivi.


Edit: aspe', forse ho capito male. Già il preliminare viene sottoscritto dal procuratore?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

cristian casabella ha scritto sul profilo di Teseo123.
Ciao. Se ti interessa ti lascio il mio nr così facciamo due chiacchiere, come detto ho appena aperto un ufficio a Rivoltella e stiamo cercando collaboratori
Alto