1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Flavio CAVALLERI

    Flavio CAVALLERI Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, chiedo un parere in merito a questo quesito: Appartamento con certificazione APE dell'ottobre 2013; la scheda oggi viene variata perchè in origine il tecnico si era dimenticato di disegnare il balcone, quindi quell'appartamento subisce (per la fusione del balcone con l'alloggio) un cambio di subalterno. Va rifatta o no la Certificazione APE ? Grazie mille.
     
  2. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se fate fare gli ape a 30 euro non é strano che il tecnico abbia dimenticanze, sono gli stenti che fanno lavorare male il cervello :^^:

    Va rifatto se la proiezione del balcone sovrastante crea un ombreggiamento sulle finestrature dell'alloggio
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non é il certificatre che non ha visto inserito il balcone ma il progettista o geometra. Il certificatore non aveva visto che mancava un balcone nella scheda ...
     
    A Flavio CAVALLERI piace questo elemento.
  4. Flavio CAVALLERI

    Flavio CAVALLERI Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    E' stato l'architetto dell'Impresa costruttrice che si è dimenticato di disegnare quel balcone sulla scheda (nonostante ci sia nel progetto presentato in Comune) non il Certificatore (che non costa 30 euro!!). Quindi il balcone esiste da tempo, è stato approvato dal Comune insieme all'Agibilità di tutto il palazzo. Il balcone non è sovrastante all'appartamento! E' sullo stesso livello dell'appartamento: vi si accede da una camera. Io non penso che "aggiungere" un balcone (miglior identificazione catastale, in quanto esiste in progetto) possa variare l'APE. Voi che dite? Grazie
     
  5. Damiameda

    Damiameda Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se cambia il sub secondo me si.
     
  6. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    una battuta...
    comunque, secondo me no, le modifiche che non influiscono sulla prestazione energetica non influiscono l'ape.
    Penso... ma l'Ape è una cosa da notai e non davvero da tecnici
     
    A Flavio CAVALLERI piace questo elemento.
  7. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se ti può essere di aiuto....quest'anno ho venduto un appartamento realizzato nel 2010 con un ACE, consegnato dal costruttore all'attuale venditore, contenente un subalterno provisorio....in seguito l'appartamento è stato identificato con un sub. definitivo....ora al rogito il Ntoaio ha preteso un APE nuova !!
     
    A Flavio CAVALLERI piace questo elemento.
  8. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A mio parere se cambia il subalterno l'APE deve essere rifatto, in quanto non credo che il notaio accetti un Ape dove l'identificazione del sub sia diverso da quello citato in atto.
     
    A Bagudi, ingelman, elisabettam e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Concordo con Irene: se può passare un subalterno provvisorio cambiato per assegnazione definitiva ( si possono documentare i vari passaggi), non credo invece sia ammesso usare l'APE di una unità che di fatto è stata variata: che poi la variazione non abbia influenza sul calcolo della prestazione può essere ma il soggetto è da ritenersi mutato.
     
    A sfn e Rosa1968 piace questo messaggio.
  10. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Salve,
    a parte ogni opinione personale, quello che a mio avviso va contemplato é quanto dice la legge. A questo proposito questa ci dice che L'APE va rifatto solo e soltanto nei casi in cui viene modificata la "prestazione energetica" dell'immobile. Quindi, siccome, non vi è stata alcuna modifica all'immobile ed è assolutamente dimostrabile che quell'attestato è relativo allo stesso, nonostante sia avvenuto, per qualsiasi ragione, un cambio di sub, può essere utilizzato. D'altronde lo stesso notaio potrà accertare ciò molto facilmente dalla visura storica. D'altronde non è che se avveniene un cambio di sub di un fabbricato per qualsiasi ragione, bisogna rifare tutte gli Attestati, mi sembrerebbe alquanto paradossale. Certo siamo in Italia... però a tutto c'è un limite, a mio avviso, ovviamente. Io ne parlerei al notaio, tanto si sa, che interpretano anche a modo loro..
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi permetto di notare che anche questa tua, sembra una opinione personale. (anche se adesso leggo che sei un certificatore energetico...).

    Condivido che sia tutto dimostrabile:
    ma troverei più semplice e naturale, nel caso di chi ha postato la domanda, che sia proprio il certificatore energetico della prima APE a produrre una nuova APE per il nuovo sub, al semplice costo di segreteria. Non avrebeb da elaborare una nuova situazione.

    Dal punto di vista dell'anagrafe degli edifici, invece la prospettiva è diversa. Rimane una mia opinione e tentativo di analisi: ma un conto è un cambio di sub dovuto ad una semplice revisione dell'assegnazione degli identificativi. Un altro è il cambio di sub conseguente ad un accorpamento di una parte di fabbricato, che prima "non esisteva": in generale sarebbe ragione sufficiente per invalidare la vecchia APE. Qui il caso è limite, e le risposte dipendenti da una valutazione formale o sostanziale.
     
  12. Flavio CAVALLERI

    Flavio CAVALLERI Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Innazitutto: grazie a tutti del vostro interessamento. Oggi ho avuto conferma, sia dal notaio che dal certificatore che, nel mio caso specifico (accorpamento di un balcone e basta) non è necessario rifare l'Ape, basta una dichiarazione del certificatore che la modifica non influisce sull'originaria prestazione termica dell'appartamento. Se poi, in virtù della pratica catastale di fusione del sub. del balcone (che verrà soppresso) col sub dell'appartamento, dovesse cambiare il subalterno dell'appartamento, il certificatore segnalerà che l'Ape è lo stesso del vecchio sub.
     
    A joshuatri piace questo elemento.
  13. Damiameda

    Damiameda Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ??? Mmmmm
    A chi segnala il cambio? Se cambiasse il sub avresti una certificazione errata.
     
  14. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    Dato che come ragione e norma impone, dato che l'elemento in questione era un semplice balcone, il quale non comporta di per sè variazione alla prestazione energetica, mi sembra assurdo dover rifare una attestazione...
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Sotto il profilo tecnico hai ragione.

    La domanda si pone sotto l'aspetto burocratico-formale.

    Cosa prescrive la norma o la prassi quando una variazione edilizia porta all'assegnazione di un nuovo subalterno all'immobile?
     
    Ultima modifica: 3 Dicembre 2014
  16. Flavio CAVALLERI

    Flavio CAVALLERI Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Al CENED ed il notaio allega all'atto la dichiarazione.
     
    A Damiameda piace questo elemento.
  17. A72

    A72 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, in data 2009 in occasione del cambio della caldaia, l'amministratore ha comunicato i dati catastali vecchi (erano cambiati prima del 2002) ad un certificatore che ha emesso il certificato per l'intero condominio senza verificarli. Risulta quindi un certificato valido su sito CENED anche se i dati catastali non sono corretti. il certificatore sostiene che non è più valido anche perchè ci sono state ristrutturazioni di alcuni appartamenti.
    Non potrebbe lui correggere i dati per l'intero condominio, anche se ora la legislazione non permette di emetterne nuovi ma solo per singoli appartamenti, visto che era stato emesso prima di questa nuova legge? Se fosse possibile correggerlo e qualche condomino avesse già richiesto per il suo appartamento un certificato ci sarebbero conflitti se la classe non fosse la stessa ? Il certificatore è sanzionabile per non aver fatto il controllo sui dati catastali che gli erano stati forniti dall'amministratore e quindi per aver inserito i dati sbagliati ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina