• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

U

Utente Cancellato 54247

Ospite
#1
Buon giorno a tutti.

Volevo sottoporvi alcuni quesiti che riguardano le riunioni condominiali e le regole alle quali sono sottoposte.
In primis le deleghe,ci sono limiti quantitativi?

Quante persone può rappresentare un solo delegato?

E durante l'assemblea il delegato può decidere solo per le voci comprese nell'ordine del giorno o anche per le "VARIE ED EVENTUALI" che emergono in corso d'assemblea?

Per validare una richiesta anche se futile è indispensabile una votazione o è sufficiente esporla e metterla a verbale anche senza il consenso espresso ma valendosi della regola del silenzio= assenso?

L'uso del barbecue in terrazza è permesso o ci sono divieti? E la differenza di alimentazione (carbone,gas,elettrico) influisce sulla loro regolamentazione?


Ringrazio anticipatamente a quanti vorranno rispondere
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#2
In primis le deleghe,ci sono limiti quantitativi?
Quante persone può rappresentare un solo delegato?
se i condomini sono più di venti, il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale” (art. 67, primo comma, disp. att. c.c.).
I regolamenti condominiali possono però contenere limiti più stringenti.
Quindi il numero di deleghe dipende dal numero dei condomini e dai millesimi.
E durante l'assemblea il delegato può decidere solo per le voci comprese nell'ordine del giorno o anche per le "VARIE ED EVENTUALI" che emergono in corso d'assemblea?
Il delegato rappresenta il condomino delegante in tutto; ma nelle "varie ed eventuali" non si dovrebbero trattare argomenti che necessitano di delibere (perché tutti hanno diritto di sapere in anticipo su cosa si vota) ; di solito sono comunicazioni, suggerimenti, richieste, non di più. Se viene chiesto di deliberare, si può far presente e far mettere a verbale che non è corretto.
Per validare una richiesta anche se futile è indispensabile una votazione o è sufficiente esporla e metterla a verbale anche senza il consenso espresso ma valendosi della regola del silenzio= assenso?
Dipende dall'argomento; per argomenti "futili" spesso non serve votazione, e si riporta semplicemente la richiesta a verbale. Fai un esempio di cosa intendi.
L'uso del barbecue in terrazza è permesso o ci sono divieti? E la differenza di alimentazione (carbone,gas,elettrico) influisce sulla loro regolamentazione?
Se non è vietato dal regolamento condominiale, é permesso se non produce immissioni (cattivo odore), oltre la normale tolleranza reciproca.
 
U

Utente Cancellato 54247

Ospite
#3
Ringrazio per la risposta, anche se per alcune voci trovo molto squilibrato il regolamento,mi riferisco alle deleghe.
Nel condominio dove abito ( un supercondominio), 4 numeri civici e 112 proprietari,significa che una persona,di solito il capoconominio, può avere oltre venti deleghe e considerando che alla riunione condominiali partecipano appena 50 proprietari,vuol dire che una persona da sola ha la maggioranza e decide per 112 cosa che non lo trovo assolutamente corretto giuridicamente parlando.
Per le richieste "futili"intendo richieste che sono esclusivamente personali di chi le solleva,l'ultima richiesta quella di evitare odori sgradevoli ( di cottura pasti) nell'atrio scale???O altra di non far giocare i bambini nel giardino privato delle proprietà al pianterreno???O di vietare che i mezzi dei trasportatori, anche per traslochi o ristrutturazioni di salire sul lastrico solare che delimita l'area del condominio???
Tutte richieste che l'amministratore provvede a mettere a verbale senza nemmeno sottoporre le voci a votazione.
Per quanto riguarda il barbecue la mia richiesta era in funzione della diversità dei vari tipi di prodotto,valutando che il barbecue a carbone produce fumo quando si accende,quando cuoce e durante la fase di spegnimento mentre gli articoli a gas ed elettrici producono fumo (solo dell'alimento in cottura) durante la fase di cottura e non sempre,quindi potrebbero essere paragonati ad una cucina a gas o a piastra elettrica, quindi tre prodotti con stessa struttura ma decisamente diversi.
Quindi il regolamento non differenzia i tre modi di cottura ma li unifica?
Grazie comunque,buona serata
 

bepix

Membro Attivo
Privato Cittadino
#4
Così è. Per gli odori sgradevoli dovrai fartene una ragione . Ti consiglio di cambiare condominio se il tuo disagio è eccessivo. Il barbecue a carbone lo puoi dimenticare perché è quello che da più fastidio . Esistono le isole per i picnic attrezzate se proprio vuoi fare il cuoco provetto.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
#5
Nel condominio dove abito ( un supercondominio), 4 numeri civici e 112 proprietari,
Cosa intendi?
Se siete formalmente un supercondominio con 112 proprietari, all'assemblea dei singoli condominii partecipano i relativi proprietari, mentre a quella del supercondominio ( dove si discute di cose relative solo alle parti in comune tra tutti i condominii che formano il supercondominio), partecipano solo i rappresentanti dei singoli condominii.
"Quando i partecipanti sono complessivamente più di sessanta, ciascun condominio deve designare, con la maggioranza di cui all'articolo 1136, quinto comma, del codice, il proprio rappresentante all'assemblea per la gestione ordinaria delle parti comuni a più condominii e per la nomina dell'amministratore (art. 67, terzo comma, disp. att. c.c.).
vuol dire che una persona da sola ha la maggioranza e decide per 112 cosa che non lo trovo assolutamente corretto giuridicamente parlando.
La persona da sola rappresenta gli altri che gli hanno dato la delega, e decide in forza di questo "potere". non vedo dove sia la scorrettezza.
L'unica possibilità per interrompere questa consuetudine, comunque, sarebbe di tentare di farsi dare le deleghe, con la forza della propria credibilità.
Tutte richieste che l'amministratore provvede a mettere a verbale senza nemmeno sottoporre le voci a votazione.
Davvero pensi che valga la pena di votare per "evitare odori sgradevoli", e altre piccolezze ?
E' gia ridicolo doverne parlare, visto che si tratta di educazione e buon senso.
Quindi il regolamento non differenzia i tre modi di cottura ma li unifica?
La legge dice che non puoi produrre immissioni sgradevoli oltre un certo limite, ma non dice quale è il limite. in sintesi: non si può fare puzza.
 
U

Utente Cancellato 54247

Ospite
#6
Buon giorno
Evidentemente non riesco a esprimermi correttamente.
Non sono io che ho sollevato i problemi,ma vorrei capire se viene rispettato il codice civile e penale.
Abito in questo condominio solo da 7 mesi e la prima riunione condominiale mi sembrava più un ritrovo di vecchi alpini con richieste più personali che di interesse generale,oltre alla velata pretesa di indirizzare i nuovi condomini ( non solo io ma altri 4 proprietari) ad adattarsi al loro modus operamdi limitando quella che viene definita la libertà privata di una civiltà democratica.
Per quanto riguarda gli odori sgradevoli vi porto a conoscenza della situazione del precedente condominio dove risiedevo,solo dodici condomini,di cui due famiglie Pachistane,una Tunsina una Cinese e tre amici Moldavi che dividevano un appartamento,tutti onesti lavoratori e rispettosi delle regole e della convivenza civile,ma in fatto di odori... pane bruciato e spezie dai Pachistani,fritto a volontà dai cinesi,aglio e prezzemolo dagli slavi e non ben definito dai tuinisini....
Adesso divertitevi a selezionare chi doveva smettere di fare odore,ma poi mi volete impedire di fare un buon ragù alla bolognese? o fare bollire il brodo per le tre ore canoniche quando si ha voglia di un buon piatto di tortellini?o il friggione,o la trippa o magari friggere qualche crescentina?
Se queste le chiamate "puzze"non oso pensare cosa mangiate...
Buona serata a tutti, a parte qualche informazione il resto dei commenti sono privi di sostanza grazie comunque

Così è. Per gli odori sgradevoli dovrai fartene una ragione . Ti consiglio di cambiare condominio se il tuo disagio è eccessivo. Il barbecue a carbone lo puoi dimenticare perché è quello che da più fastidio . Esistono le isole per i picnic attrezzate se proprio vuoi fare il cuoco provetto.
Non sono io al quale danno fastidio gli odori,leggi meglio le mie domande e magari leggi la risposta che ho dato al commento di Francesca63
buona serata
 
Ultima modifica di un moderatore:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto