1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. patty1959

    patty1959 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'eredità consiste in 2 appartamenti e due fondi. Attualmente in 1 appartamento, quello di maggior valore abita 1 fratello, l'altro vuoto è in realtà pieno di scatoloni e sacchi sempre di lui. E' stato invitato a rimuovere le sue cose, ma tergiversa adducendo che non può permettersi di pagare 1 fondo e non sa dove collocare queste cose. Intanto io sto in 1 appartamento in affitto. Lui è riuscito a riempire 1 fondo e due appartamenti di cose inutili. Non avendo 1 reddito suo lui trattiene l'affitto di uno dei fondi che è locato. E' passato più di un anno dalla morte di ns madre, io pago IRPEF ed IMU su questi beni, vorrei vendere almeno la mia parte. Cosa posso fare? a chi debbo rivolgermi? Posso svuotare l'appartamento dalle sue cose e prenderne possesso? Se lo ristrutturo a mie spese aumentadone quindi il valore nella suddivisione futura si terrà conto del mio esborso di denaro. Aiutatemi , se possibile, a venir fuori da questa brutta situazione. Grazie
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    aspettaaaaaaaaaaa
    le cose si fanno con calma.
    immagino che si tratti di eredita' indivisa e quindi siete eredi entrambi degli stessi immobili con le vostre quote legittime.
    tuo fratello e' un prepotente.
    per vendere non puoi farlo se anche lui non e' d'accordo........purtroppo, l'unica cosa che ti rimane e' la divisione o giudiziale o da un notaio, quest'ultimo, che e' la soluzione migliore, dividera' un immobile a testa al 100% e se una cosa vale piu' di un'altra vi compensate in denaro.
    se no rimane solo il giudice da cui andrai grazie ad un avvocato che ci pensa lui a sistemare quel prepotente.
    ciao
     
    A STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  3. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Perchétu paghi l'IRPEF e l'IMU su queste proprietà se esse mi sembra non sono intestate a te? Prima di svuotare l'appartamento devi prima chiarire la situazione legale con tuo fratello e se lui non vuole accordarsi , ho paura che non puoi far altro che ricorrere ad un legale o mediatore legale che sarebbe più economico ed intanto inizierebbe a mettere ordine fra le vostre cose.
     
  4. patty1959

    patty1959 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie delle informazioni. Non conosco la figura del mediatore legale. Mi informerò a riguardo. Temo che sarà 1 dura battaglia, perchè lui non ha la possibilità di pagare l'eventuale differenza di valore ed attualmente gode dei beni di valore maggiore, uno perchè ci vive, l'altro perchè ne percepisce il canone di locazione. Pensavo, anzi speravo di poter almeno prendere possesso dell'appartamento, se non altro in attesa di venderlo per andarci a vivere , smettendo così di pagare l'affitto.
     
  5. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Inizia con il mediatore legale....poi le cose verranno sistemate, se continui a lascire le cose in questo stato fai del danno a te e renderai tuo fratello sempre più moralmente brutto!
     
  6. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Teoricamente può vendere la sua quota, al massimo il fratello potrà esercitare il suo diritto di prelazione.

    Smoker
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hai già aspettato abbastanza, credo. Se non ti muovi tu, lui non lo farà mai...
     
    A Valerio Spallina piace questo elemento.
  8. Patty1959 ha detto in più punti che il fratello non ha soldi e non lavora : ergo non eserciterebbe nessun diritto di prelazione. Resterebbe da trovare uno disposto a comprare la quota di Patty : credo che sia difficile in questa sutuazione di comunione, a meno che il nuovo con la "forza" convinca il fratello a vendere pure lui.
    Io vivo da 1993 un caso analogo : ho avuto, nel giudizio di divisione giudiziale, l'assegnazione di un bene e dovrebbe seguire un atto notarile di sorteggio per altri immobili tra i miei fratelli. A due anni dalla sentenza stiamo tornando dal giudice per fare cambiare la sentenza per renderla eseguibile, data la presenza abusi edilizi, che nessuno vuole sanare dato il costo. Un enorme pasticcio, che mi rende molto pessimista sulla facilità di soluzione.

    Reclamare l'uso dell'appartamento potrebbe essere la soluzione più rapida e meno costosa. Chiarisco, senza parlare di divisione giudiziale, che è costosa sotto l'aspetto impositivo, reclamare i pari diritti di uso/godimento garantiti a tutti i condividenti in egual misura. Un avvocato può spiegarti meglio di me i tuoi diritti di usufruire della comunione. Spiegando bene la cosa a tuo fratello, questo può capire che è meglio prendere accordi con te.

    Se non capisce o non vuole capire, inizierei un primo passo : la denuncia per appropriazione indebita dell'affitto (reato, a te tocca la tua quota, che non hai menzionato :50-50?
    Ulteriore richiesta da parte di avvocato di liberazione dell'appartamento dagli scatoloni e tua immissione nel possesso. L'avvocato può individuare la strada più rapida.
    Penso riusciresti ad entrare nell'appartamento e a godere della quota di frutti del fondo.
    Strada mista Codice Civile/Codice Penale.

    Una volta entrata nell'appartamento, potresti decidere di chiedere la divisione giudiziale, lunag, lenta, con perizie sui valori degli immobili. Però se sei dentro l'appartamento puoi innervosirti meno. Io , sono invece pessima situazione :i fratelli tranquilli dentro le case ed io ad aspettare che si vendano - vivo in altra città.
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  9. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    teoricamente...............e chi compra le quote di immobili di cui l'altra meta' e' in mano ad estranei....??????
    uno piu' prepotente del fratello:p :p ma non ci farei affidamento.
     
  10. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Sono conscio delle difficoltà, però, anche se la possibilità è remota c'è, quindi, a priori, non la escludo. Sarà l' utente, con le infomazioni esatte, a valutare il da farsi, oppure vuoi decidere tu per lei?
    Saluti

    Smoker
     
  11. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista

    ti sei alzato con il piede storto???
    infatti ............remota, hai usato l'aggettivo giusto. :sorrisone:
    io avrei usato..............impossibile, piu' realistico.
    e poi io non decido per nessuno.................tu invece??
    Chi lo dice di solito lo fa. :innocente:
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  12. Oltre a condividere 100% la posizione di ccc1956, gradirei che smoker notasse che patty1959, ha chiesto aiuto e nostri consigli (bontà sua).
    Non me la sento di risponderle :arrangiati, "valuta tu il da farsi".
     
    A ccc1956 piace questo elemento.
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Niente piede storto, sto cercando di esporre il mio punto di vista, in base alle informazioni date da Patty, informazioni che, allo stato di quanto scritto da Patty stessa, non escludono al 100% la possibilità della vendita della quota ereditaria da parte di uno degli eredi.
    Saluti

    Smoker
     
  14. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    senza polemica....non ho neanche piu' l'eta'...........:p il fratello non ha la possibilita' di pagare.................
    hai espresso la tua idea............giustamente
    io ho espresso la mia...........difficile realizzarla (vendere a qualcuno soprattutto a terzi, la propria quota in un'eredita' indivisa).
    anzi direi abbastanza impossibile.:sorrisone:
    ricominciamo???????:p:p
     
    A Valerio Spallina piace questo elemento.
  15. Ipotizzabile ma quasi impossibile realizzarla.Non il 100%, ma il 99,999%.

    Realizzabile se un'acquirente, dotato di adeguate risorse finanziarie, un buon legale e tempo davanti, comprasse la quota di patty1959 e dopo chiedesse la divisione giudiziale.
    Il giudice fa fare la stima degli immobili ad un CTU che redige un piano di divisione, ove in caso di immobili indivisibili (esempio l'immobile) potrebbe vederselo incluso nella propria quota se, rispetto al fratello di Patty, dichiarasse la disponibilità ad averlo posto nella sua quota e soprattutto se vi fossero conguagli in denaro, che il fratello sembra non abbia. Il fratello, in base a quello che dice Patty, non avrebbe i soldi per la divisione :CTU, spese legali, spese di registrazione della sentenza e spese per imposizione dei trasferimenti immobiliari. Parliamo, a mia stima senza conoscere il valore degli immobili, a naso almeno 20.000 euro o più.

    Il fratello verrebbe messo in ginocchio o sul lastrico.

    Se Patty riuscisse a spiegare o fare spiegare al fratello cosa potrebbe fare Patty stessa da sola o sostenuta da un finanziatore/acquirente per metterlo "sul lastrico", il fratello potrebbe perdere un pò della sua boria ed addivenire a miti accordi.

    Pensaci, Patty.
     
    A La Capanna e ccc1956 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina